Lavorare fino a 70 anni? Non è un diritto!

Lavorare da dipendente fino ai 70 anni è una possibilità, ma non un diritto, né, quindi può essere una pretesa. A sancirlo è una interessante sentenza da parte del Tribunale di Roma, che ponendosi sulla stessa linea di una ulteriore pronuncia dei giudici di Genova, e del secondo grado di Torino, ha interpretato in modo univoco quanto stabilito dall’art. 24 del decreto legge 201/ 2011, laddove vengono previste alcune vie privilegiate per accontentare coloro che desiderano rimanere in servizio anche oltre il momento della maturazione dei requisiti utili per poter andare in pensione.


Per comprendere in che modo i giudici romani siano arrivati alla conclusione introdotta in apertura di articolo, procediamo tuttavia per ordine. Nella sentenza capitolina, un lavoratore licenziato nel corso del 2013 contestava il provvedimento di cessazione del rapporto di lavoro poichè, nonostante il raggiungimento dell’età minima richiesta per il collocamento a riposo, aveva comunicato all’azienda l’intenzione di rimanere in servizio fino al compimento del 70mo anno di età, come disposto dall’art. 24 del decreto.

Il giudice ha tuttavia ritenuto opportuno sostenere le ragioni aziendali, e ribadire che la “richiesta” di rimanere in servizio è, appunto, una semplice istanza che l’azienda dovrà valutare e concordare. In altre parole ancora, il rimanere a lavoro fino al settantesimo anno di età costituisce una possibilità su concessione del datore di lavoro, e non può certo configurarsi come una pretesa da parte del singolo lavoratore dipendente.

Stando al giudice, infatti, “il tenore letterale della norma (…) non consente in alcun modo di aderire all’interpretazione fornita dal lavoratore opponente secondo il quale la norma porrebbe un vero e proprio diritto potestativo in favore del lavoratore di scegliere se rimanere fino all’età di settant’anni, diritto a fronte del quale vi sarebbe un obbligo del datore di lavoro di consentire la prosecuzione del rapporto fino all’età richiesta dal lavoratore”.



CATEGORIES
Share This

COMMENTS