Lavorare come traduttore

Come si diventa, cosa fa nello specifico, le opportunità professionali e quanto si guadagna a lavorare come traduttore.

traduttore

Oggi parliamo del mestiere del traduttore, sicuramente un’attività impegnativa ma che se svolta sui canali giusti (pochi di questi purtroppo sono in Italia), anche ben remunerata.


Come si diventa dei traduttori

I due pre-requisti indispensabili per lavorare come traduttore sono certamente:

  1. La passione per le lingue.
  2. Una predisposizione ed una capacità nell’apprendimento delle lingue straniere.

Non c’è un percorso formativo univoco, c’è chi, specie in passato, è diventato traduttore in maniera autodidatta, ma dopo tanti anni di studio personale. Di norma oggi dopo un diploma (meglio se in lingue), si sceglie una facoltà (“Traduttori ed Interpreti” è la più conosciuta) o un corso di specializzazione ad hoc che vi fornisca le basi di questo lavoro.

Per svolgere questo lavoro è importante arrivare ad ottenere una conoscenza approfondita sia della lingua di partenza che di quella di arrivo, fatta anche di termini tecnici, cultura letteraria, sociale, storica delle lingue e dei Paesi di provenienza, fermo restando che poi ci si potrà specializzare in un ambito specifico (diventare traduttore letterario oppure traduttore giurato ecc. ecc. con corsi di specializzazione ad hoc).

Ti verrà richiesta molta pazienza, una precisione svizzera, impegno, puntualità nella consegna dei lavori e la conoscenza dei principali tool informatici del settore. Non si lavora infatti quasi più con i grossi vocabolari sparsi per il tavolo, ma con i CAT tools (software di traduzione molto richiesti, specie nelle agenzie).

Tra le doti indispensabili c’è anche quella dell’autogestione, essendo un lavoro principalmente autonomo, sia se svolto presso aziende o case editrici, che direttamente da casa.

Cosa fa un traduttore

Dal sito www.atlantedelleprofessioni.it  possiamo sfruttare uno schema chiaro che racchiude le principali attività svolte da un traduttore di testi, contratti, telefonate ecc. ecc.

Un traduttore:

  1. rileva ed analizza le domande di traduzione, valutandone le caratteristiche (quantità di lavoro, ambito tematico, tempi di consegna, costo).
  2. Definisce la traduzione e raccoglie gli strumenti ed i materiali utili alla traduzione, producendo inizialmente una bozza di traduzione e, infine, la traduzione effettiva del testo ed il suo adattamento linguistico culturale.
  3. Revisiona il testo controllando quello tradotto con il testo originario a fronte. I controlli eseguiti riguardano: la coerenza linguistica e stilistica dell’intero documento, il controllo grammaticale, sintattico e sugli eventuali errori di battitura, la punteggiatura secondo gli standard della lingua di destinazione ed infine la coerenza con il testo originale.
  4. Revisiona l’impaginazione e lo stile del testo.

Quanto si guadagna a lavorare come traduttore

In Italia il mercato non è molto roseo, specie chi lavora nelle case editrici non riceve guadagni commisurati alle moli di lavoro svolte.

Chi sta nell’ambiente dichiara di trovare lavoro più facilmente attraverso contatti conquistati durante corsi di specializzazione ed aggiornamento o in convegni, fiere, mostre, eventi, saloni del libro, rispetto all’invio del curriculum.

Possiamo consigliare ai traduttori letterari che si vogliono candidare presso case editrici, d’inviare insieme al semplice cv anche una proposta editoriale nuova, cioè una proposta di traduzione di un testo interessante non ancora tradotto (per conoscere tutti i libri tradotti è sufficiente consultare il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane), come strumento apprezzato per incentivare a prendere in considerazione la vostra candidatura.

Utile può diventare anche l’iscrizione ad associazioni di traduttori e siti specializzati.

La paga da dipendente ovviamente varia in base all’azienda che ti assume, mentre i freelance (che rappresentano la maggior parte dei traduttori) arrivano al massimo a 20 euro cartella in Italia, contro la media di 40-50 euro a cartella nel resto d’Europa.

Offerte di lavoro per traduttori

Ecco infine, aggiornate in tempo reale, tutte le offerte di lavoro per traduttori e traduttrici in ogni tipo di lingua



CATEGORIES
Share This

COMMENTS