Lavorare come scrutatore o presidente ai seggi elettorali

Si sente sempre parlare durante le elezioni di: seggi elettorali. Siete andati sempre a votare e vi siete chiesti come si fa a diventare presidente di seggio, segretario o scrutatore? Volete guadagnare qualche euro in pochi giorni di lavoro? Ecco cosa c’è da sapere:


Per prestare servizio come presidente di seggio o scrutatore nelle giornate elettorali dovete innanzi tutto iscrivervi rispettivamente all’albo dei presidenti di seggio e all’albo degli scrutatori del vostro comune. Nell’albo si trovano i nominativi di chi è ritenuto idoneo per questo lavoro. L’elenco è tenuto aggiornato annualmente dalla Corte d’Appello.

Per iscriversi all’albo dei presidenti di seggio occorre:

-essere cittadini italiani

-essere elettori del Comune dove si fa domanda

-essere in possesso del diploma

La domanda deve essere presentata presso l’Ufficio Elettorale del Comune e può essere presentata dal 1 gennaio al 31 ottobre di ogni anno. Potete anche mandare una raccomandata, un fax o una e-mail con posta certificata all’ufficio di riferimento.

In occasione delle elezioni, il presidente di seggio viene nominato dal Presidente della Corte d’Appello. Si rimane iscritti all’albo fino a che non si richiede la domanda di cancellazione, che deve essere inviata entro il 31 dicembre di ogni anno con le stesse modalità spiegate per l’iscrizione.

Per quanto riguarda invece l’iscrizione all’albo degli scrutatori bisogna:

-essere cittadini italiani

-essere elettori del Comune dove si fa domanda

-aver assolto gli obblighi scolastici

Si può fare domanda dalla data di affissione del bando (mese di ottobre) al 30 novembre di ogni anno. La domanda, che potete trovare o andando nell’ufficio competente o scaricandola dal sito del Comune, deve essere presentata presso l’Ufficio Elettorale del Comune di appartenenza oppure per fax, raccomandata o e-mai certificata.

Durante le elezioni gli scrutatori vengono nominati dalla Commissione Elettorale Comunale.

Ci sono poi alcune categorie che sono escluse dalle funzioni di presidente e scrutatore e sono:

-i dipendenti del Ministero dell’Interno, delle Poste e Telecomunicazioni e dei Trasporti

– gli appartenenti a Forze Armate in servizio

– i medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti

– i segretari comunali e i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali

– i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione

Per quanto riguarda il segretario/a di seggio, avviene per nomina diretta del presidente del seggio, che chiamerà una persona di sua fiducia.

Il lavoro di presidente e scrutatore non è così semplice come sembra.

Abbiamo chiesto ad una giovane studentessa come si è trovata a lavorare come scrutatrice nelle ultime elezioni.

Io mi sono iscritta all’albo degli scrutatori del Comune di Milano. Ho fatto la domanda e mi hanno chiamata subito. Ho dovuto solo consegnare un foglio con nome, cognome e i documenti richiesti all’ufficio elettorali di Milano. Da quel momento ero nell’elenco e potevano chiamarmi da subito. La prima cosa che ho notato quando sono entrata nel seggio è che bisogna avere un minimo di spirito di squadra. Io mi sono presentata come scrutatrice. Non lo avevo mai fatto e per fortuna sono capitata in una scuola vicino a casa con un presidente molto bravo e attento. Dovendo essere presenti per molte ore nel seggio, è bene lavorare su turni, per poter avere una pausa ogni tanto. Bisogna sicuramente stare attenti al numero di schede che vengono consegnate, alle matite, al fatto che i votanti non entrino in cabina accompagnati, per non avere problemi con gli ispettori. Un po’ di calma e di giovialità e la giornata era già terminata! Spero mi richiamino anche la prossima volta.



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS