Lavorare come hostess nelle fiere

Quali sono le mansioni e le responsabilità di chi ricopre il ruolo di hostess? Requisiti, capacità, guadagni e a chi rivolgersi per trovare lavoro.

Chi di noi in una fiera o un evento non ha avuto modo di apprezzare ed ammirare il lavoro delle hostess? Lavorare come hostess fieristica può essere un ottimo modo per arrotondare lo stipendio o assicurarsi qualche entrata extra a fine mese. Una volta entrata nel giro, inoltre, questa attività potrebbe diventare un impiego part time in grado di garantirti dei guadagni ricorrenti e regolari. Se vuoi sapere da dove iniziare, però, devi continuare a leggere.


 

Quali sono le mansioni delle hostess

Chi lavora come hostess in una fiera è responsabile dell’accoglienza degli ospiti e, in generale, deve assicurarsi che all’interno dell’area in cui sarà richiesta la sua presenza (e sorveglianza) si respiri un clima piacevole o, comunque, in linea con l’evento. Devi però sapere che le mansioni di un’hostess, rientrando tutti nella macro categoria dell’accoglienza clienti, possono abbracciare una moltitudine di attività e responsabilità.

Se vuoi lavorare come hostess fieristica, a prescindere dal tuo grado di esperienza e dall’evento a cui ti sarà richiesto presenziare, quello che ti potrebbe essere richiesto sarà:

  • accogliere e assistere i partecipanti all’evento, questo vuol dire assicurarsi di soddisfare ogni loro richiesta, risolvere eventuali problemi e aiutarli per far sì che l’esperienza sia per loro del tutto positiva;
  • fornire supporto a livello organizzativo e pratico, in pratica la tua presenza potrebbe non essere richiesta solo all’evento, perché è possibile che ti venga detto di dare una mano nell’allestimento degli stand o, in generale, di occuparti del padiglione dove ti ritroverai a lavorare. Il tuo contributo, dunque, sarà importante prima, durante e dopo l’evento, poiché per una buona riuscita dello stesso è necessario il lavoro di squadra e la collaborazione delle persone che di quell’area saranno responsabili;
  • prestare attenzione e intervenire in caso di disordine, poca pulizia o scompiglio in una determinata aerea, questo significa che se vedi qualcuno che sporca o se un gruppo di persone non sta rispettando le regole (come procedere saltando la fila o parlare durante l’intervento di un’ospite) il tuo compito sarà quello di attivarti per sedare la situazione e, con calma ed educazione, riportare tutto all’ordine;
  • conoscere bene l’evento e il posto in cui esso si svolge, poiché una delle tue mansioni principali sarà quella di indirizzare gli ospiti presenti alla fiera verso il posto giusto, magari mostrando loro il programma e fornendo tutte le informazioni necessarie per rendere la loro partecipazione il più piacevole possibile.
  • essere responsabile della logistica, ovvero è molto probabile che ti ritroverai ad essere impiegata agli stand di ingresso, dove dovrai registrare i partecipanti (e i loro dati anagrafici), fornire loro i badge di ingresso e tutte le informazioni relative all’entrata in fiera etc. Questa attività, come accennato sopra, proseguirà poi anche durante e dopo l’evento (quando per esempio ti verrà chiesto di fornire agli ospiti questionari, test e strumenti rivelatori del loro interesse, tutti aventi lo scopo di fornire feedback sull’evento e sulla sua riuscita);
  • riconoscere e agire tempestivamente in caso di potenziali pericoli, quindi dovrai coordinarti con la sicurezza, riuscire a gestire momenti delicati senza creare panico e non sottovalutare potenziali situazioni di disordine (senza creare ovviamente panico).

Spesso, inoltre, la hostess ricopre il ruolo di Brand Ambassador, ovvero viene posizionata in un particolare stand o corner presso la fiera per promuovere e spingere un determinato prodotto o servizio. Questo, in pratica, si traduce in una vera e propria attività di promozione e marketing. Per quanto a molti il lavoro di hostess possa dunque sembrare banale, come ti ho appena mostrato, si tratta di un’attività che richiede molto impegno, pazienza e una certa flessibilità (sia in termini di orari che nei rapporti con il pubblico).

Lavorare come hostess fieristica: requisiti e capacità

Se vuoi lavorare come hostess fieristica devi sapere che nella maggior parte del tuo tempo ti ritroverai a doverti rapportare con dei completi sconosciuti, ma questo lo avrai intuito dando un’occhiata alle mansioni sopra elencate. Il rapporto con il pubblico e l’assistenza ai clienti sono i due punti cardine di questo ruolo, se non sei predisposto a questo tipo di attività o, semplicemente, la cosa non ti entusiasma, allora faresti meglio a valutare altre opzioni.

Sforzarsi di fare qualcosa per cui non si è portati, difatti, finisce con l’avere degli effetti negativi anche sulla propria professionalità. Come reagirai all’ennesima richiesta di un ospite presente alla fiera se sei una persona che non ama risolvere le grane della gente e preferisce il lavoro autonomo piuttosto che quello di squadra? La risposta a questa domanda centra perfettamente il punto della questione.

Fatte queste premesse, allora, riesce facile capire perché un elenco dei requisiti e delle capacità richieste per poter intraprendere il lavoro di hostess fieristica non può non partire da un’analisi delle principali mansioni della professione. In linea di massima, senza perderci in ulteriori chiacchiere, quello che devi sapere è che se vuoi lavorare come hostess nelle fiere è fondamentale che tu sia una persona:

  • dinamica, solare e socievole, nel rapportarti con le altre persone dovrai essere sempre positiva e propositiva, dimostrarti gentile e disponibile ma, sopratutto, mantenere dei toni amichevoli e professionali;
  • paziente, calma e con una forte dose di self control, anche nelle situazioni di crisi e/o quando un ospite diventa difficile da gestire;
  • abile nel lavoro di gruppo, propensa alla collaborazione e con un forte spirito di iniziativa, questo perché ti ritroverai a gestire più persone insieme ad altri colleghi nella tua stessa situazione;
  • comunicativa e aperta al dialogo, con ottime doti relazionali e interpersonali, poiché dovrai rapportati con più persone che spesso avranno esigenze e necessità diverse;
  • flessibile, disposta a lavorare per più ore di seguito e con un forte spirito di sacrificio e resistenza allo stress, e questo perché il lavoro di una hostess in fiera non è tutto rose e fiori, dietro sorrisi e saluti cordiali vi sono infatti ore e ore di attività (magari pure passati in piedi) dove lo standard richiesto è sempre alto e l’attenzione deve restare sempre al massimo;
  • con ottime doti persuasive, dato che – come anticipato sopra – l’attività di marketing e promozione può essere parte integrante del ruolo che ti verrà affidato all’interno di una determinata area della fiera o presso un determinato stand;
  • con buone capacità organizzative, in grado di saperti rapportare con gli altri ma anche di gestire da sola e all’occorrenza situazioni di emergenza;
  • con un’ottima conoscenza della lingua italiana e preferibilmente di almeno una lingua straniera  (solitamente l’inglese) che, insieme all’esperienza pregressa nel settore, un aspetto curato e una bella presenza, sarà considerata un plus.

Tutti i requisiti e le caratteristiche sopra elencate, ovviamente, non possono prescindere l’una dall’altra. È ovvio che se sei una persona che non riesce a gestire lo stress, per esempio, difficilmente riuscirai ad essere disponibile, gentile e cordiale dopo una mattinata passata in piedi a fare promozione. Se invece non sei una persona organizzata, ti sei chiesta come farai a gestire un’emergenza se già a stendo riuscirai a stare dietro alle mansioni base che ti verranno affidate (come registrare la gente all’ingresso o mantenere in ordine un corner)? Se pensi che a tutto ci si possa adattare e che anche un lavoro che non è esattamente nelle tue corde può essere gestibile se ben retribuito, allora prova a pensare quando ti sarà chiesto di lavorare nei week end o nei giorni di festa (che sono i giorni in cui le fiere solitamente vengono organizzate), riusciresti a sopportare davvero tutto? Andare a lavorare di controvoglia potrebbe ridurre al minimo le possibilità di fare buona impressione ai responsabili.

Quanto guadagna un’hostess in fiera?

Prima di tutto, ma questo lo avrai capito fin dalle premesse iniziali, il lavoro di hostess di fiera non è un impiego fisso. Si tratta per lo più di un’attività extra, di tipo occasionale, a cui molte studentesse e lavoratrici con del tempo libero decidono di dedicarsi per avere delle entrate in più a fine mese. Per tali motivi il lavoro di hostess fieristica non prevede uno stipendio, ma è retribuito a prestazione e rientra nella categoria dei cd. lavori a chiamata.

La retribuzione spettante per un giorno di lavoro in questi casi varia da evento ad evento. Solitamente, in media, un’hostess fieristica viene pagata dagli 100 ai 200 euro per otto ore di lavoro, paga a cui vanno aggiunti 8/10 euro in più per ogni ora aggiuntiva. Le ragazze immagine, quelle che vengono piazzata davanti ad uno stand preciso e cui scopo è principalmente quello di spingere la promozione di un prodotto o servizio con la loro presenza durante la presentazione dello stesso, ricevono in genere un compenso che si aggira intorno ai 120 euro ad evento.

La paga delle hostess in fiera è maggiore quando queste ultime devono anche ricoprire il ruolo di interpreti. Se è richiesta non solo la conoscenza della lingua inglese ma anche una certa dimestichezza con il linguaggio tecnico e una conoscenza approfondita di un determinato argomento, allora il compenso sale. In questi casi, a seconda delle richieste, la paga varia dai 90 euro ai 200 euro per otto ore di lavoro (più eventuali extra) a secondo dell’esperienza, delle lingue parlate e .

Le cifre appena menzionate, è bene precisarlo, sono del tutto indicative. Sebbene, in linea di massima, sono questi i compensi minimi spettanti, purtroppo vi sono regioni d’Italia in cui la paga promessa per una giornata di lavoro come hostess scendono vertiginosamente rispetto a quelli presi in considerazione.

Come cercare lavoro per hostess fieristica

Per cercare lavoro come hostess è possibile procedere in due modi:

  • affidarsi alla classica ricerca su internet e sui social (per esempio iscrivendosi a gruppi e pagine dedicate dove vengono pubblicati regolarmente annunci di lavoro);
  • presentarsi alle agenzie che si occupano di organizzazione di fiere ed eventi e che spesso hanno tengono dei corsi per reclutare nuove hostess.

In questi casi, come qualsiasi altro lavoro, bisognerà inviare il proprio curriculum vitae aggiornato (se vuoi sapere come fare per far colpo sui recruiter qui ti diamo 4 consigli semplici e pratici per non sbagliare) e candidarsi spontaneamente o su richiesta alle varie posizioni aperte. Ti consiglio anche di non escludere a priori le agenzie che non hanno posti vacanti nel momento in cui sei nel pieno della tua ricerca. Se invii loro la tua candidatura, anche quando non vi sono le selezioni aperte, è possibile che il tuo curriculum resti in archivio. Quando e se avranno bisogno di nuove hostess da inserire nei loro eventi, quindi, le stesse attingeranno quasi sicuramente dal proprio archivio invece che procedere con una nuova ricerca.

Offerte di lavoro per hostess

Su Euspert Bianco Lavoro aziende ed agenzie specializzate pubblicano offerte di lavoro per hostess aggiornate in tempo reale in tutta Italia. Buon lavoro!



CATEGORIES
Share This