Lavorare come commessa: mansioni, requisiti e offerte di lavoro

Lavorare come commessa: descrizione del lavoro, responsabilità, compiti e mansioni principali. Vediamo insieme tutte le offerte di lavoro, le competenze e i requisiti richiesti e come fare per avere successo in questo settore.

Lavorare come commessa: quali sono i requisiti richiesti a chi vuole lavorare nel settore delle vendite? Quali le mansioni e le responsabilità di chi ha questo ruolo all’interno di un negozio? Ci sono possibilità di carriera? Se sì, quali sono i segreti per avere successo?  Di seguito un approfondimento di quelle che sono le competenze richieste a chi fa o vuole fare questo lavoro. Un quadro chiaro e completo del percorso di inserimento e crescita professionale con il quale, prima di tutto, cercheremo di fornire più informazioni possibili sull’attività in sé e le opportunità di lavoro e carriera.


lavoro commessa

Commessa: descrizione del lavoro

Quello che fa una commessa durante il suo orario di lavoro è occuparsi, sotto ogni aspetto, del punto vendita dove è stata assunta. Contrariamente a quanto si pensa di solito, rapportarsi con i clienti, assisterli e consigliarli è solo una parte del suo lavoro. Ad una commessa, a seconda del grado di esperienza e/o del tipo di inquadramento stabilito da contratto, possono essere attribuite infatti diverse responsabilità (sempre nell’ambito del suo ruolo). Ad una professionista potrebbe essere richiesto, per esempio, non solo di organizzare gli spazi e mantenere in ordine la merce esposta, ma anche di gestire il magazzino e i rapporti con i fornitori, di occuparsi dell’amministrazione del negozio oppure ancora di disporre un piano ad hoc finalizzato al raggiungimento degli obiettivi di vendita.

Questi, ovviamente, sono tutti compiti che richiedono una certa preparazione e dimestichezza con il ruolo. È ovvio che ad una ragazza alle prime armi non potranno mai essere attribuite determinate incombenze. Fatte queste premesse, però, vi sono delle funzioni che, a prescindere dal tipo di esperienza e di livello riconosciuto, possono essere considerate in linea generale proprie e tipiche di questo mestiere. Ogni commessa, a prescindere dal fatto che sia responsabile di negozio o apprendista, dovrà sempre e comunque essere in grado di:

  • Seguire il cliente durante tutto il processo di acquisto, il che significa consigliarlo e indirizzarlo nella scelta e aiutarlo, se e quando quest’ultimo chiederà uno specifico servizio, senza mai essere invadente o, al contrario, negligente;
  • Rendere l’intera shopping experience piacevole, cercando di individuare e soddisfare quelle che sono le esigenze dell’acquirente. In questo caso l’assistenza della commessa non deve essere solo finalizzata alla vendita ma deve puntare a lasciare soddisfatte le persone con cui si rapporta. Vendere non è l’unica cosa che conta, ma bisogna cercare di trasmettere fiducia e positività, creare una sorta di legame con il cliente che, in questo modo, si sentirà spinto a ritornare laddove si sia trovato bene;
  • Occuparsi della gestione del punto vendita sia da un punto di vista pratico che burocratico. Questo tipo di attività racchiude in sé tutto e, di fatto, si presta ad ogni tipo di interpretazione e adattamento. Gestire un punto vendita può voler dire mettere in ordine il negozio prima, durante e dopo l’apertura, organizzare il magazzino, curare l’inventario, ma anche dimostrarsi capace di rispondere con prontezza a qualsiasi situazioni di crisi ed essere all’altezza di fronteggiare imprevisti o problemi dell’ultimo momento.

Coordinare e organizzare la propria attività a quella altrui senza mai trascurare il luogo di lavoro, come si può ben capire, è quello che una commessa deve sempre garantire. Questo deve saper fare chi vuole intraprendere questo mestiere che, se svolto con dedizione, può aprire la strada a grandi soddisfazioni personali e professionali.

Mansioni e competenze della commessa

Volendo fare uno schema di quelle che sono le principali mansioni di una commessa, analizzandone responsabilità e caratteristiche, tutto può essere riassunto in una serie di competenze che, in linea di massima, sono considerate basilari in questo mestiere. Una commessa, pertanto, deve sempre:

  • essere a disposizione del cliente;
  • mantenere in ordine la merce e pulito il luogo di lavoro;
  • conoscere il prodotto che vende e avere delle competenze specifiche a seconda del settore in cui opera;
  • seguire le regole della direzione, predisporre tutto come stabilito dal responsabile di negozio e attenersi alle strategie di vendita imposte dai superiori;
  • essere in grado di gestire i fornitori e far presente loro eventuali mancanze (se ci sono);
  • catalogare i prodotti, prezzarli, applicare eventuali sconti e ordinarli in base al genere o alla fascia di prezzo (e ovviamente risistemarli tutte le volte che è necessario);
  • saper gestire la cassa, prestando particolare attenzione alle entrate e alle uscite, evitando confusione e dimostrando padronanza con i conti e gli eventuali apparecchi elettronici predisposi a farli;
  • essere presente in negozio prima dell’apertura, non assentarsi durante il proprio orario di lavoro e occuparsi della chiusura del punto vendita;
  • non assentarsi tutte le volte che viene richiesta la sua collaborazione, anche nei momenti di chiusura dell’esercizio commerciale (come quando, per esempio, arriva nuova merce e bisogna sistemarla);
  • essere disponibili a lavorare su turni, in orari e giorni diversi durante la settimana.

Questo genere di attività di solito competono tutte le commesse, di qualsiasi categoria, livello o settore di impiego. Che si lavori all’interno di un negozio di abbigliamento o in uno store specializzando nella vendita di prodotti per la casa poco importa, perché le mansioni citate sopra contraddistingueranno sempre questo tipo di occupazione.

Lavorare come commessa: requisiti e formazione

Per lavorare come commessa e dimostrare di essere all’altezza dell’incarico e delle responsabilità che questa occupazione implica, bisogna possedere determinati requisiti e capacità. Per avere successo in questo mestiere è sicuramente necessario essere:

  • abili nella comunicazione;
  • avere buone capacità di leadership ma essere anche predisposti al lavoro di squadra;
  • in grado di rapportarsi con il pubblico;
  • spigliati, flessibili e intraprendenti;
  • empatici e capaci di intercettare esigenze e bisogno del cliente;
  • avere tanta pazienza e buona volontà;
  • saper ascoltare e riuscire a proporsi come guida;
  • conoscere il prodotto che si vende;
  • essere ordinata, organizzata e in grado di saper gestire più situazioni contemporaneamente;
  • sapere mettere in pratica le strategie di marketing e conoscere il mercato all’interno del quale si opera.

Molte delle qualità appena elencate fanno sicuramente parte della sfera personale e caratteriale del singolo. Per migliorarsi sempre di più, però, fondamentale diventa in questi casi l’esperienza sul campo. Iniziare a lavorare fin da quando si hanno le possibilità, non avere paura di mettersi alla prova ed essere predisposti all’apprendimento, dunque, è fondamentale in questo lavoro. Negli ultimi tempi, inoltre, sono sempre di più i negozi che cercano personale specializzato da adibire all’assistenza clienti.

Gli acquirenti oggi sono sempre di più dei consumatori consapevoli che, nell’essere seguiti e assistiti, hanno il piacere e a volte la necessità di rapportarsi con persone specializzate e conoscitori della materia venduta. Nelle attività commerciali presenti nelle principali città italiane, specie in quelle situate nei luoghi di attrazione turistica, ai commessi viene spesso richiesta la conoscenza di una o più lingue straniere. Nelle boutique di alta moda o in generale nei grandi negozi di abbigliamento, si assumono sempre di più commessi laureati in moda o design, che abbiano una conoscenza approfondita di questo settore. In molti casi, in fine, quando si vuole formare e far crescere un dipendente all’interno del proprio negozio (facendolo diventare capo reparto o responsabile di un determinato store), vengono chiamati a lavorare giovani laureati, magari alla prima esperienza, desiderosi di affermarsi e di far carriera come manager e/o responsabile di direzione.

Tante sono le aziende che si occupano di vendita all’ingrosso o al dettaglio che oggi investono nella formazione dei propri dipendenti, proprio perché numerosi sono – nel tempo – i benefici che ne ritraggono.  Fino ad ora, è bene ribadirlo, non esiste un corso di studi o un percorso formativo specifico per fare la commessa. Come abbiamo visto, tuttavia, nella grande distribuzione vengono ormai impiegate persone sempre più qualificate, con conoscenze e competenze teoriche e pratiche considerate indispensabili in determinati ambiti. Chi ha un background nel mondo della modo è molto più facile che venda assunto in un negozio di abbigliamento rispetto a chi ha una laurea in informatica che, al contrario, potrebbe essere assunto come addetto alle vendite da un rivenditore di apparecchi elettronici di ultima generazione.

Commessa: il percorso di carriera

Per una commessa che sogna di far carriera, oggi come oggi, tante sono le possibilità di crescita professionale.  L’organizzazione e l’amministrazione di un punto vendita è diventata così complessa, sia da un punto di vista pratico che burocratico, che diverse sono le figure qualificate che spesso vengono affiancate come supporto al personale presente in negozio.

Prendiamo però come esempio una ragazza senza esperienza che, dopo aver sostenuto e passato il relativo colloquio di, viene assunta all’interno di un determinato esercizio commerciale. Partiamo dal presupposto quindi che, stando all’annuncio di lavoro pubblicato dal responsabile della selezione, quest’ultima possegga di fatto tutti i requisiti e i titoli richiesti per ricoprire questo ruolo. Una commessa può essere assunta con un contratto di apprendista e, quindi, essere affiancata da un tutor. L’apprendistato sarà finalizzato al conseguimento di una qualifica professionale specifica (specificata nel contratto i assunzione) e avrà come obiettivo l’inserimento a tempo indeterminato all’interno dell’azienda. Questo contratto, ovviamente, non è l’unico previsto e possibile in questi casi. Ad un commessa, per esempio, può essere proposto anche il classico contratto di lavoro subordinato, a tempo determinato o indeterminato, part – time o full – time, che dopo il periodo di prova riconoscerà alla lavoratrice diritti e doveri previsti dal CCNL di categoria. Una commessa in grado di distinguersi nel suo ruolo e che riesce ad emergere, per capacità e bravura,  può inoltre aspirare a salire di livello, proponendosi per ruoli di maggiore prestigio e responsabilità all’interno. Da semplice commessa, quindi, può:

  • ambire a diventare responsabile di reparto o di un determinato punto vendita;
  • essere responsabile del personale, e quindi occuparsi anche della selezione e della formazione dei nuovi arrivati;
  • diventare store manager, capo e responsabile di tutte le attività svolte all’interno dell’esercizio, punto di riferimento per gli impiegati e l’intermediario al quale la direzione centrale si affida per comunicare e gestire i rapporti con il personale subalterno.

Niente vieta in fine ad bravo store manager di puntare ancora più in alto. Con i titoli e i requisiti giusti chi è riuscito a raggiungere obiettivi di vendita degni di nota ha buone possibilità di farsi notare ed emergere nel settore, arrivando magari a conquistarsi un posto proprio all’interno della direzione centrale dell’azienda.

Offerte di lavoro come commessa

Il reclutamento e la selezione di personale da adibire al servizio vendita, come ormai accade in quasi tutti i settori, si svolge principalmente online. La maggior parte delle offerte di lavoro come commessa vengono pubblicati nella sezione “Lavora con noi” dei siti aziendali dei negozi, soprattutto quando si tratta di franchising o di catene facente parte della grande distribuzione. Lo stesso avviene spesso anche per i piccoli negozi e per quelli gestiti da privati che, regolarmente, pubblicano i loro annunci (completi di recapiti e contatti) nei principali siti di recruiting online, specializzati appunto nella ricerca e nella raccolta di annunci e offerte di lavoro. Per aumentare le possibilità di assunzione, in fine, non bisogna mai sottovalutare la ricerca sul campo. Proporsi direttamente ai negozi può rivelarsi la mossa vincente. Il responsabile del negozio potrebbe rispondervi che, per il momento, non è alla ricerca di nuove figure. Quando e se avrà bisogno di qualcuno che lo aiuti, però, si ritroverà tra le mani il vostro CV e, avendovi già conosciuto personalmente, per evitare di perdere tempo inutilmente, potrebbe subito contattarvi per primi.

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)

 




CATEGORIES
Share This