Istat, Giovannini: la legge di stabilità porterà una contrazione dei risparmi delle famiglie

Enrico Giovannini, presidente dell’Istat, ha dichiarato nell’interrogazione di ieri al Senato a proposito della Legge di Stabilità, che tale legge influirà in  modo determinante sui risparmi delle famiglie già diminuiti negli ultimi due anni.


Le statistiche parlano chiaro: il potere d'acquisto delle famiglie si e' ridotto dell'1,6% rispetto al trimestre precedente e del 4,1% rispetto al secondo trimestre del 2011. La perdita di potere di acquisto totale rispetto ai primi mesi del 2001 è del 3,5%. Giovannini ha anche aggiunto “la propensione al risparmio delle famiglie ha toccato il minimo storico assoluto”.

Ma segnalava anche come “l'analisi della congiuntura rivelasse alcuni primi, seppur timidi, segnali positivi. Ulteriori segnali incoraggianti, ancorche' non univoci, sono emersi anche nelle ultime settimane”.

La legge di stabilità (nella fattispecie la riduzione d’imposta media) porterà, secondo il presidente dell’Istat, un risparmio medio di 340 euro per il 77,7% delle famiglie, un aggravio di 290 euro per il 7,4& e un effetto sostanzialmente nullo per il restante 14,9%.

Giovannini continua sottolineando che lo svantaggio, con le novità introdotte dalla legge di stabilità, sarà più marcato per le famiglie con figli minorenni: "i benefici della riduzione delle aliquote rispecchiano, accentuandoli, i limiti dello schema generale dell'imposta, basato sul reddito personale e su quello della famiglia".



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS