IO Lavoro: l’incentivo per chi assume giovani e disoccupati nel 2020

IO Lavoro la nuova agevolazione per i datori e le imprese che nel 2020 assumeranno giovani e disoccupati in tutt'Italia

Arriva una nuova agevolazione rivolta ai datori di lavoro privati che assumono giovani e disoccupati nel 2020. Si chiama IncentivO Lavoro, anche conosciuto come bonus Io Lavoro, ufficializzato grazie al decreto 44/2020 del 6 febbraio 2020. Vediamo di cosa si tratta e come richiederlo.


IO Lavoro: l’agevolazione per le nuove assunzioni

Lavoro Voghera

L’Anpal ha introdotto un nuovo incentivo rivolto ai datori di lavoro privati che nel corso del 2020 assumono giovani e disoccupati su tutto il territorio nazionale. Si tratta di un bonus, che mira a rendere più semplice l’entrata nel mondo del lavoro dei giovani e dei disoccupati. La misura è rivolta alle aziende che dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020 assumono giovani con età compresa tra i 16 ed i 24 anni, oppure disoccupati da almeno sei mesi, senza vincolo di età anagrafica. Tuttavia, le assunzioni devono avvenire con le seguenti tipologie contrattuali:

  • contratto a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione;
  • contratto di apprendistato professionalizzante.

Non è tutto in quanto il bonus è riconosciuto anche nel caso di lavoro a tempo parziale e nel caso di trasformazione di un contratto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato. La misura è esclusa per le assunzioni tramite contratto di lavoro domestico, intermittente ed occasionale.

L’importo e la durata dell’incentivo

L’importo del bonus IO Lavoro è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore, fatta eccezione per i premi ed i contributi Inail, per un periodo massimo di 1 anno, con limite pari ad 8.060 euro all’anno e per lavoratore assunto. Nel caso di lavoro a tempo parziale, anche l’ammontare dell’incentivo viene ricalcolato e ridotto. Inoltre, ricordiamo che bisogna obbligatoriamente usufruire del bonus entro e non oltre il 28 febbraio 2022, altrimenti subentra la decadenza. Stiamo parlando di una formula che mira ad incentivare il tasso di occupazione, offrendo ai datori di lavoro ed alle imprese stesse la possibilità di beneficiare di agevolazioni e sostegni economici, dietro l’assunzione di giovani e disoccupati.

I requisiti per accedere al bonus sulle assunzioni

I vari datori di lavoro privati, per accedere alle agevolazioni previste dal bonus IO Lavoro, devono assumere nel corso del 2020 le seguenti categorie di soggetti:

  • giovani con età tra i 16 ed i 24 anni;
  • soggetti disoccupati da almeno 6 mesi, per cui non è richiesto un limite di età;
  • i soggetti che nel corso degli ultimi 6 mesi, non hanno avuto alcun tipo di rapporto professionale con lo stesso datore di lavoro che ora li assume;
  • la sede di lavoro deve essere nelle seguenti Regioni definite “meno sviluppate“: Campania, Puglia, Sicilia, Calabria e Basilicata; in quelle “più sviluppate“: Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Trento, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Umbria, Marche, Lazio; e nelle Regioni di “transizione“: Molise, Abruzzo e Sardegna. Il tutto indipendentemente dal luogo di residenza del lavoratore stesso.

Come richiedere l’agevolazione economica

I datori di lavoro che desiderano beneficiare del bonus, devono presentare all’Inps la domanda di ammissione, il tutto in modalità telematica, grazie l’apposita modulistica che sarà messa a disposizione dall’Inps stessa. Quando l’Istituto avrà fatto tutti gli appositi controlli e comunicato l’Ok, il datore di lavoro ha 10 giorni a disposizione per le assunzioni e poi per confermare la prenotazione del bonus. In particolare, l’Inps prima di dare il via libera per accedere alla misura, deve:

  • individuare l’importo dell’agevolazione, in base alla durata e retribuzione del contratto di lavoro stipulato;
  • verificare tutti i requisiti di ammissione, accertandosi della disponibilità delle risorse necessarie;
  • nel caso in cui le verifiche siano andate a buon fine, l’Inps deve comunicare la prenotazione dell’importo dell’incentivo a favore del datore di lavoro stesso.

IO Lavoro è una misura cumulabile

Il nuovo bonus sulle assunzioni è cumulabile con altre formule. In particolare con:

  • gli incentivi previsti per chi assume i beneficiari del Reddito di Cittadinanza;
  • con l’incentivo sull’occupazione giovanile stabile, nel limite di esonero pari a 8.060 euro annui;
  • con gli incentivi messi a disposizione dal Mezzogiorno per i datori e le imprese con sede nel Sud Italia.

Una misura davvero interessante, che può fare tanto per facilitare l’entrata nel mondo del lavoro di determinate categorie di lavoratori.



CATEGORIES
Share This

Commenti

Wordpress (0)