Inserire il curriculum sui social network

Approfondiamo nuovamente il rapporto tra i social network e le opportunità di trovare lavoro.

Oggi noi di Bianco Lavoro torniamo a trattare un tema che ci è caro: il rapporto tra lavoro e social network. In particolare vedremo come inserire nella maniera più consona possibile le nostre esperienze di lavoro sui social network Facebook e Twitter, per aumentare le possibilità di esser notati e trovare un lavoro, delle interessanti fonti di collaborazione, o ancora degli utili contatti professionali.social-network


Iniziamo da Facebook: se il vostro profilo deve servire anche da vetrina come curriculum-vitae, va mantenuto un profilo sobrio, evitando foto o battute volgari o particolarmente sopra le righe. Inserire link, foto, collegamenti e resoconti dei vostri lavori più riusciti via via che li svolgete diventa un must, così come quello di dare evidenza ad eventuali commenti  e referenze di contatti opinion leader, pubblicati sul vostro profilo o in cui risultate taggati.

Fate la massima attenzione a non compiere errori di battitura, ortografia e sintassi di nessun tipo, e se avete dei siti, segnalateli sul vostro profilo solo se in qualche modo attinenti o atti a dimostrare la vostra professionalità.

Inserite ed aggiornate sul vostro profilo anche tutte le attività di volontariato e della sfera del sociale, in questo caso anche a prescindere dall’attinenza o meno con la vostra professionalità.

Le opinioni religiose e politiche infine, vengono oggi considerate poco o niente dai recruiter che cercano del personale sui social network. Il numero di hr che indagano sui profili social dei candidati sta invece aumentando, così come la percentuale di quelli che si fanno un’opinione precisa su di essi, solo dopo aver analizzato i loro profili social.

Potete approfondire l’argomento su come trovare lavoro su Facebook cliccando qui.

Passiamo ora a Twitter, dove in media vengono pubblicate nel Mondo 15 offerte di lavoro ogni minuto. Le professionalità maggiormente ricercate su questo canale sono:

  • Giornalisti ed Addetti alla comunicazione, specie quella sul web
  • Venditori
  • Professioni legate al mondo dell’IT (sviluppatori, analisti programmatori ecc. ecc.);
  • Professioni in ambito medico

Ma anche molte altre.

Anche in questo caso, se il vostro profilo Twitter deve rappresentare pure il vostro biglietto da visita a livello lavorativo, vanno eliminati o ridotti al minimo gli sfoghi o i tweet pubblicati inerenti situazioni strettamente personali. Stile e grafica devono essere sobri e professionali, non deve mancare nel profilo una biografia e l’elenco dei principali siti internet ed aziende con cui si collabora. Selezionate i contatti proficui attraverso il sapiente utilizzo del Retweet e degli Hashatag e, con la nascita del twesume, in 140 caratteri si deve essere telegrafici nell’inserire la propria professionalità con l’hashtag corrispondente, cercando di essere il più sintetici e coerenti possibili (se siete capaci a fare 2 lavori diversi, non potete certo metterli nello stesso tweet!)

Potete approfondire l’argomento Twitter e lavoro con quest’articolo, ed anche con quest’altro :-)

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)




CATEGORIES
Share This

COMMENTS