Ingegnere informatico e ingegnere meccanico: ecco due professioni sulle quali puntare

Dalla figura di ingegnere informatico e meccanico possono scaturire importanti soddisfazioni per i giovani italiani.

Richiesti ma difficili da trovare. È questo, in estrema sintesi, il profilo tracciato da un interessante approfondimento di Robert Hassan, sul quotidiano Italia Oggi del 9 marzo 2015, relativamente all’ingegnere informatico e all’ingegnere meccanico. Due professioni sulle quali varrebbe la pena di puntare grande attenzione poiché, secondo le stime effettuate da Page Personnel, il futuro lavorativo di queste due categorie di professionisti potrebbe essere ben più roseo di quanto si possa pensare.


ingegnere

Ma chi sono? Di cosa si occupano? E quanto possono guadagnare?

Ingegnere informatico

Iniziamo con l’ingegnere informatico, professionista incaricato di svolgere attività di pianificazione, di progettazione, di realizzazione, di gestione e di esercizio di sistemi e di infrastrutture per la rappresentazione, per la trasmissione e per l’elaborazione delle informazioni.

L’ingegnere informatico è richiesto in numerosi settori, dalla progettazione dei microprocessori allo sviluppo di applicazioni web complesse, passando per tutto ciò che può riguardare dispositivi elettronici, antenne, filtri per l’elaborazione dei segnali digitali e delle reti di telecomunicazione.

Il loro stipendio medio nel primo anno e mezzo di lavoro può già arrivare fino a 30 mila euro lordi. Di contro, è ben difficile trovare “bravi” ingegneri informatici, cui sono richieste conoscenze tecniche, delle lingue, flessibilità, disponibilità a viaggiare, capacità di lavoro in team.

Ingegnere meccanico

L’ingegnere meccanico è colui che si occupa della progettazione, dello sviluppo, della stima e della produzione di macchine e di impianti di qualsiasi tipo. Si occupa in particolar modo dello sviluppo, dell’assicurazione della qualità e delle prove operative, delle valutazioni e della produzione, inoltre, si occupa del coordinamento e del controllo del processo produttivo nei singoli reparti, eseguendo prove di funzionamento e di affidabilità, e test sui materiali impiegati.

Anche in questo caso la retribuzione può rapidamente arrivare fino a 30 mila euro lordi annui nei primi anni di lavoro. Quanto basta, forse, per poter pianificare la propria carriera universitaria con tali obiettivi.

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)




CATEGORIES
Share This

COMMENTS