Indennità disabili non è reddito, la sentenza del Consiglio di Stato

La sentenza del Consiglio di Stata dichiara l'impossibilità di considerare come reddito le indennità percepite dai disabili. La vicenda, che dura da oltre un anno, fa capo al cosiddetto Nuovo Isee.

Una sentenza del Consiglio di Stato depositata oggi ha confermato la tesi del Tar del Lazio, secondo la quale l’indennità disabili percepita dagli aventi diritto in ragione del loro stato fisico, non può essere intesa come reddito, pur se esente da imposizione fiscale (come indicato nel nuovo Isee). La sentenza ha messo la parola fine ad una vicenda che aveva generato non poche polemiche.


indennità disabili

image by auremar

Il Governo infatti si era appellato al Consiglio di Stato dopo l’ultima sentenza del Tar del Lazio, ma lo stesso Consiglio ha dato ragione al Tar, spiegando che “l’affermazione degli appellanti incidentali quando dicono che ‘ricomprendere tra i redditi i trattamenti indennitari percepiti dai disabili significa allora considerare la disabilità alla stregua di una fonte di reddito – come se fosse un lavoro o un patrimonio – e i trattamenti erogati dalle pubbliche amministrazioni non un sostegno al disabile, ma una ‘remunerazione’ del suo stato di invalidità oltremodo irragionevole, oltre che in contrasto con l’art. 3 della Costituzione”.

In parole povere, le somme percepite dalle persone con disabilità non possono essere considerate fonte di reddito in quanto non sono, per così dire, derivanti da un’attività produttiva o da un qualcosa che abbia valore in se stesso, ma sono, piuttosto, una “remunerazione” della condizione alla quale sono soggette queste persone e che di certo non hanno scelto loro. Oltre al ricorso, a settembre 2015, il Governo aveva richiesto anche una sospensiva delle tre sentenze del Tar, sospensiva che però il Consiglio di Stato aveva bocciato, fissando l’udienza decisiva.

Finisce così una battaglia legale durata più di un anno e che ha visto contrapporsi istituzioni, parti sociali e cittadini e che è stata accompagnata per tutto il tempo da fortissime polemiche e pareri ed opinioni totalmente contrastanti.

 

 

 




CATEGORIES
Share This

COMMENTS