Indagine Isfol: il 30,07% degli occupati ha trovato lavoro con una raccomandazione

Secondo un’indagine dell’Isfol condotta su un campione di quaranta mila individui tra i 18 e i 64 anni ,un lavoratore su tre , cioè il 30,7% degli occupati, ha ottenuto il proprio impiego attuale grazie alla segnalazione di un qualche conoscente.

Tra le nuove giovani generazioni la raccomandazione ha riguardato addirittura quattro casi ogni dieci. Il fenomeno risulta in crescita , soprattutto per la componente meno istruita e soprattutto nelle zone d’Italia in cui il lavoro scarseggia.

Le opportunità di lavoro ottenute attraverso i contatti nell’ambiente lavorativo, sono pari al 7,5% e rappresentano un altro aspetto dell’intermediazione informale, interpretabile però in termini positivi. In questo caso non si tratta della classica raccomandazione, ma di relazioni professionali alimentate dalla buona reputazione conquistata , dal merito o dal semplice passa-parola.

Per quanto riguarda, i Centri per l’impiego si è ottenuto un’occupazione solo di 3 persone su 100, nella maggioranza dei casi si è trattato di appartenenti alle categorie protette.

Per quanto concerne il resto come le Agenzie di somministrazione, società di ricerca del personale, scuole e università che da alcuni anni supportano persone e imprese nell’incontro tra domanda e offerta di lavoro, rappresentano una realtà in crescita di circa il 7%, ma il 13,5% riguarda i giovani.

La raccomandazione, dunque, di amici e parenti continua a essere in Italia il mezzo principale per trovare lavoro.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)