Aprire agenzia shopping tour e servizi turistici

Il turista innovativo non si limita a visitare i monumenti, ma vuole anche fare acquisti intelligenti. Ecco perché può richiedere l'assistenza di un professionista del settore. Vediamo come aprire uno shopping tour e il kit di supporto

L’Italia è il Paese più bello del mondo? Probabilmente sì. L’alta concentrazione di tesori artistici, architettonici e paesaggistici, in questo stretto Stivale che occupa solo una minima parte della superficie terrestre, ha conquistato tutti. E procurato alla nostra Nazione l’appellativo di Bel Paese. Eppure la vocazione turistica italiana non sembra affermarsi come dovrebbe, soprattutto in zone – come il Sud – dove si fatica ancora troppo a valorizzare le bellezze di cui si dispone. Il risultato? Il turismo – che dovrebbe rappresentare la prima leva della nostra economia – stenta ad ingranare la marcia giusta. Ma non tutto è perduto, anzi: la speranza è riposta nell’intraprendenza di imprenditori dinamici e lungimiranti, propensi a scommettere convintamente sul patrimonio del Bel Paese. Ed a perfezionare sempre più la loro offerta alla clientela: interna ed estera. Come? Per esempio, avviando un’agenzia di shopping tour che supporta i visitatori negli acquisti locali.


Vacanze personalizzate

L’offerta ai turisti che continuano ad affollare le nostre città d’arte (e non solo) deve farsi sempre più attenta. Soprattutto quando si tratta di accogliere visitatori che vengono dall’altra parte del globo. La nuova frontiera del turismo – che non può fare a meno dei supporti digitali – disegna un nuovo modo di fare business, che punta su pacchetti all inclusive ideati e realizzati sulla scorta delle esigenze espresse dal cliente.

L’idea, in pratica, è quella di offrire al turista una vacanza indimenticabile, supportandolo in ogni fase della sua permanenza: dal soggiorno alla ristorazione, dalla fruizione dei servizi ricreativi allo shopping. Perché anche l’acquisto di prodotti tipici può rappresentare un’importante occasione di scoperta e valorizzazione del luogo che si sta visitando. In ambito turistico, vanno affermandosi figure professionali sempre più innovative come quella del “travel designer”, incaricato di “cucire” la vacanza ideale addosso al turista. La sua missione è quella di far incontrare le aspettative del cliente con le caratteristiche e le potenzialità del territorio, impegnandosi a “disegnare” una soluzione personalizzata che non contempla solo la visita (irrinunciabile) di monumenti e musei, ma anche il transito per negozi, boutique e botteghe.

Che cos’è uno shopping tour

Lo shopping tour è una forma di turismo importata dall’America destinata a fare fortuna anche da noi. Soprattutto tra gli stranieri, che riconoscono un valore altissimo al Made in Italy. Chi sceglie di avviare un’agenzia di shopping tour deve sostanzialmente supportare il cliente nell’acquisto di prodotti locali, scovando per lui la soluzione migliore e possibilmente più conveniente. E non si pensi che parliamo solo di prodotti che si consumano a tavola. Se è, infatti, vero che un fortunatissimo filone turistico è quello che riguarda l’enogastronomia – e che contempla percorsi suggestivi all’interno di aziende vinicole ed agricole che propongono la vendita diretta dei loro prodotti – è altrettanto vero che a “fare gola” ai visitatori che premiano l’Italia sono anche altri generi di beni. Come i vestiti, le scarpe, gli accessori o l’oggettistica artigianale. Per non parlare della clientela più sofisticata (e facoltosa) che può voler suggellare la propria permanenza in Italia con l’acquisto di un prodotto di particolare valore. L’agenzia di shopping tuor deve, in tutti questi casi, mobilitarsi per rendere agevole la vita dei suoi clienti, accompagnandoli nei posti dove potranno soddisfare le loro esigenze di  acquisto. C’è chi organizza escursioni presso centri commerciali e chi punta sui distretti industriali della zona dove è possibile comperare senza l’intermediazione del rivenditore. Ma a spopolare sono anche i Factory Outlet Center presenti ormai lungo tutto lo Stivale.

Soluzioni per tutti i gusti

L’offerta si fa sempre più diversificata. Nella sola città di Roma, le iniziative imprenditoriali che si muovono lungo questa direttrice sono tantissime. E distantissime tra di loro. Qualche esempio? Agli shopping tour che propongono di passare in rassegna le più esclusive boutique di alta moda del centro storico (magari a bordo di una limousine) fa da contraltare la proposta di fare shopping presso le botteghe e i negozietti vintage dei rioni più caratteristici. Al volante di una coloratissima Fiat 500 old style che non passerà inosservata. E c’è anche chi suggerisce ai suoi clienti di “snobbare” le attività commerciali tradizionali per rifornirsi esclusivamente presso i mercatini più folcloristici della città, dove è possibile fare affari d’oro. A ciascuno il suo shopping tour.

Supporto all’apertura di agenzia Shopping Tour

Schermata 2016-06-08 alle 09.23.01

A chi stesse prendendo seriamente in considerazione l’idea di avviare un’impresa del genere, segnaliamo il Kit Creaimpresa (da noi ritenuto veramente valido): Come aprire un’Agenzia di shopping tour e servizi turistici che fornirà importanti indicazioni sui finanziamenti e i contributi di cui è possibile fare richiesta, sulle leggi e le normative che disciplinano il settore, sulle licenze e i requisiti che è necessario possedere e sugli investimenti iniziali, gli indicativi costi di gestione e i possibili guadagni. Una guida dettagliata ed esaustiva, che potrà aiutare a consolidare un business di successo nell’ambito del turismo incoming (in entrata).



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS