Il tempo per indossare la tuta da lavoro deve essere retribuito

Indossare la divisa aziendale porta via minuti preziosi. Questo tempo deve rientrare nell’orario di lavoro, quindi deve essere retribuito?Il Tribunale di Genova nella sezione lavoro si è occupato proprio dell’orario di lavoro.

Con la sentenza del 27 settembre 2011 n° 1401 il Tribunale di Genova ha così deciso: il tempo ocorrente per indossare la divisa aziendale deve essere retribuito.

Nella sentenza si legge infatti: rientrano nell’ambito del lavoro effettivo ex art. 6 RDL 692/23 anche i lavori preparatori e complementari che debbano eseguirsi al di fuori dell’orario normale delle aziende.

Se infatti indossare la tuta e i dipositivi di protezione individuale superano le 40 ore settimanali, rappresentano uno straordinario e vanno quindi remunerati. Lo stesso vale anche per il tempo impiegato, al termine del turno, per raggiungere l’orologio marcatempo dallo spogliatoio.

La sentenza infatti continua:Costituiscono lavori preparatori e complementari rientranti nell’orario di servizio, quelli che siano strettamente necessari per predisporre il funzionamento degli impianti e dei mezzi di lavoro, per apprestare materie prime, per la pulizia, per l’ultimazione e lo sgombro dei prodotti ed in genere tutti gli altri servizi indispensabili ad assicurare la regolare ripresa e cessazione del lavoro nelle industrie a funzionamento non continuativo, limitatamente al personale addetto a tali lavori” .

Nel caso in cui invece sia il lavoratore a decidere quando e dove indossare la divisa aziendale, allora quel periodo non deve essere retribuito.

Per quanto riguarda infine il tempo impiegato dal lavoratore per raggiungere il luogo di lavoro è da escludersi rispetto all’orario di lavoro secondo l’art.1 comma 2 lett.a) del D.Lgs. 8 Aprile 2003 n.66.

Ovviamente ci sono stati altri precedenti giurisprudenziali come la sentenza n° 15734 del 21 ottobre 2003 della Corte di Cassazione, Sezione Lavoro che ha valutato se il tempo occorrente pe indossare ela divisa aziendale dovesse essere retribuito. Stessa cosa la sentenza n 19273 della Corte di Cassazione, Sezione Lavoro.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)