Risk manager, una professione emergente

In cosa consiste il lavoro del risk manager, quali sono le mansioni, gli stipendi e le opportunità lavorative

Una figura sempre più rilevante nel mercato del lavoro è quella del risk manager: egli, infatti, è il punto focale attorno al quale ruotano la maggior parte delle attività eseguite durante la vita di un’impresa. Tutte le decisioni più delicate, infatti, prendono in considerazione proprio il prezioso servizio offerto da questo professionista in materia di rischi e di imprevisti aziendali.


Quali sono le mansioni del risk manager

La figura del risk manager è considerata come una punta di diamante, all’interno dell’attività aziendale: egli, infatti, ha il delicato, ma prezioso, compito di analizzare oculatamente i rischi in cui l’azienda potrebbe trovarsi in un determinato periodo di tempo, oppure a seguito di una specifica interazione con terze parti. Il più delle volte, infatti, degli accordi o dei contratti che si intende stipulare con parti estranee alla gestione d’impresa potrebbero caratterizzare un vero e proprio pericolo per il corretto andamento dell’attività. Il compito di questa tipologia di manager, quindi, è quello di fornire il proprio contributo, al fine di salvaguardare l’azienda e la sua attività. Le mansioni che si troverà ad eseguire comprendono:

  • analisi di ogni contratto stipulato con terze parti
  • studio della gravità degli eventuali rischi
  • possibilità di arginare i rischi mediante polizza assicurativa

Trovandoti ad esercitare questa professione, potrai decidere di optare per una forma di assicurazione interna all’azienda, in modo tale che i rischi possano ulteriormente essere contenuti: mantenendo il rischio all’interno dell’attività, e destinando una certa somma di denaro alla formazione di un’assicurazione privata, si potrà abbattere consistentemente la gravità dei rischi da correre. Inoltre, eseguendo un attento esame dei problemi esterni che potrebbero riguardare l’azienda, egli consente di realizzare tutti i propositi stabiliti dall’azienda. Senza una buona analisi dei rischi, quindi, l’imprenditore sarebbe costretto a pagare delle enormi cifre a causa di rischi inaspettati.

Requisiti necessari per un risk manager di successo

Il manager che si occupa di gestire il rischio aziendale è una poliedrica figura che, quindi, deve possedere delle conoscenze e delle competenze adeguate alle proprie mansioni ed alle proprie responsabilità. I requisiti che non devono mai mancare, se desideri divenire risk manager, comprendono la conoscenza di svariati settori legati al mondo aziendale, ma non solo. Fra di essi, infatti, possono essere menzionati il settore:

  • economico
  • amministrativo
  • assicurativo
  • statistico

Queste sono solo alcune delle macro categorie che un manager di questo tipo deve possedere, per poter divenire brillante nel proprio lavoro. Infatti, occorre una conoscenza complessiva di ogni settore, in modo tale che ogni competenza combaci perfettamente con quella seguente. Analizzando più nello specifico i requisiti necessari affinché tu possa intraprendere con successo tale carriera, possiamo notare che fra le prime voci spicca senza ombra di dubbio la comprensione del mondo economico: conoscendo l’economia, potrai notare una semplicità maggiore nella gestione amministrativa dell’azienda interessata.

L’amministrazione dell’azienda potrebbe risultare poco facile, se non si conoscono a fondo le meccaniche volte alla corretta coesistenza di tutte le parti interessate: è per questo che un buon manager del rischio dovrà sempre specializzare le proprie competenze anche in ambito amministrativo. Sarà, poi, necessaria una oculata conoscenza dell’analisi statistica dei rischi, unita ad una perfetta conoscenza del mondo assicurativo. La conoscenza precisa di tali aspetti ti concederà di eseguire con velocità e perfezione le tue mansioni, che eseguirai molto spesso affiancato da un nutrito gruppo di specialisti del settore, il cui ruolo sarà quello di sottolineare alcuni degli aspetti gestionali o finanziari dell’impresa. Continuando ad esercitare questa professione, noterai senz’altro che l’oculato lavoro che starai eseguendo gioverà ad ogni livello aziendale

Entità dei rischi da prevedere

L’entità dei rischi d’azienda non è statica: può variare costantemente a seconda del soggetto scatenante. Le condizioni affinché un rischio possa avvenire, quindi, sono molteplici, e comprendono:

  • rischi da fattori esterni alla giurisdizione dell’impresa come, ad esempio, affari poco sicuri o poco chiari con terze parti
  • rischi per cause naturali o per faccende del tutto imprevedibili da parte dell’azienda, come catastrofi naturali o morte sopraggiunta improvvisamente
  • rischi finanziari, prevedibili più o meno intuitivamente da parte della figura del manager di gestione del rischio

Tutte queste categorie possono manifestarsi separatamente, oppure congiuntamente. Assieme ad un team, egli vaglierà attentamente la possibilità che uno di questi rischi possa effettivamente manifestarsi all’interno della vita dell’azienda: a seconda della gravità del rischio, egli deciderà l’entità dell’assicurazione che l’impresa dovrà destinare alla prevenzione degli imprevisti. Il lavoro svolto in questo modo tutelerà ogni collaboratore, dal livello più basso, a quello più alto della piramide aziendale: investire in un manager, per la gestione del rischio, è un metodo efficace per rendere ogni lavoratore soddisfatto e compiaciuto del proprio lavoro, che potrà essere svolto in sicurezza e senza eccessivi problemi inerenti le possibili problematiche di gestione.

risk manager

Come divenire risk manager: requisiti e formazione

Come in ogni attività, la formazione è uno degli aspetti più importanti, che ricopre un ruolo di grandissimo valore all’interno dell’azienda e del mondo del management. Sarebbe del tutto impensabile decidere di intraprendere una carriera così articolata senza aver prima intrapreso il corretto percorso di studi, che ti porterà ad avere una panoramica articolata e completa di quello che sarà il lavoro concreto che dovrai eseguire giornalmente.

Per poter divenire manager addetto alla gestione del rischio aziendale, quindi, è necessario seguire degli appositi corsi: il primo corso che ti troverai a seguire, all’interno della tua formazione, è quello di laurea. Essa dovrà essere eseguita in ambito economico e finanziario, senza però dimenticare l’importanza del lato gestionale di un’azienda. I corsi che potrai decidere di intraprendere, quindi, riguarderanno:

Per poter ampliare maggiormente le tue conoscenze in ambito economico, dopo la consecuzione della laurea potrai decidere di seguire degli ulteriori corsi, che serviranno per integrare le conoscenze che avrai già assimilato durante il tuo percorso di laurea. Potrai decidere di seguire uno di questi corsi in maniera del tutto autonoma, spinto dal personale desiderio di aumentare il tuo bagaglio culturale, in vista di una possibile assunzione, oppure potresti essere indirizzato dall’azienda stessa verso un percorso di tale tipo, in modo tale da ampliare e completare le nozioni già in tuo possesso in seguito al corso di laurea da te seguito. Dopo questo periodo di formazione, potrai decidere di dedicarti alla gavetta, in modo tale da ampliare le competenze da poter inserire all’interno del tuo curriculum personale. Al momento della ricerca del posto di lavoro, infatti, la gavetta ricoprirà un ruolo decisamente importante, al fine della definitiva scelta d’assunzione. Al giorno d’oggi, vi sono moltissime opportunità d’incremento delle proprie conoscenze: il mondo digitale, infatti, mette a disposizione un numero sempre maggiore di informazioni riguardo la funzione ed i compiti di un manager del rischio. Se lo desideri, tuttavia, puoi optare per un metodo di integrazione più tradizionale, acquistando volumi nelle librerie specializzate: ogni mezzo è valido, per tenersi sempre al passo coi tempi e coi continui cambiamenti aziendali.

Opportunità di lavoro per un risk manager

Sempre più aziende stanno comprendendo l’importanza di questa figura professionale: senza di essa, infatti, la maggior parte delle attività dell’azienda sarebbero decisamente più rischiose e comporterebbero degli esborsi decisamente elevati per l’impresa. È proprio per questo motivo che oggi la figura del risk manager è una delle risorse più importanti per un’azienda: essa non potrebbe mai privarsi dell’attività manageriale di questo tipo, in quanto attorno ad essa ruota il futuro dell’attività e la buona riuscita dei propositi aziendali.

Proprio per questo, se prendi la decisione di intraprendere questa carriera, potrai dormire dei sogni tranquilli: infatti, figure di questo genere sono fra le più ricercate da ogni tipologia di azienda. Divenire un manager della gestione del rischio, quindi, è un investimento a lungo termine per le proprie finanze personali e per il benessere familiare: opportunità di lavoro possono essere trovate pressoché ovunque, in ogni parte del mondo, ma anche in aziende delle più svariate tipologie, che si occupano esclusivamente di affari nel proprio paese o che prendono in considerazione lo scambio anche con paesi esteri. La comprensione maggiore dell’importanza di questa figura, quindi, ha reso decisamente semplice la ricerca di una occupazione, nel caso in cui si decida di occuparsi di gestione dei rischi dell’azienda.

Lo stipendio di un risk manager

Lo stipendio percepito da un risk manager è stato stabilito in relazione all’importanza del proprio lavoro: il suo ruolo, nella sfera aziendale, è considerato di livello decisamente alto, al pari di quello di un quadro o di un rappresentante dell’amministrazione, ovvero una figura posta fra i ranghi più alti e con le maggiori responsabilità aziendali. Proprio per questa ragione, egli percepisce un reddito adeguato ad una figura professionale costantemente sottoposta ai rischi dell’impresa, sulla quale gravano le decisioni più importanti, ma anche rischiose, prese all’interno dell’ambito lavorativo aziendale. Inizialmente, se deciderai di intraprendere questo percorso lavorativo, il tuo reddito annuo potrà aggirarsi fra i 30.000 ed i 40.000, ma le opportunità di guadagno potranno crescere costantemente, permettendoti di percepire somme decisamente maggiori. La maggiorazione dello stipendio deriva da differenti fattori: se saprai gestire al meglio i rischi dell’impresa, e se il tuo lavoro risulterà davvero prezioso ed oculato, l’incremento della somma percepita avverrà in maniera del tutto spontanea. Gli alti ranghi dell’azienda, infatti, sono ben felici di investire in risorse valide, che possano limitare o eliminare del tutto le possibili perdite dell’attività. L’importanza di tale reddito deriva anche dal fatto che egli ha la responsabilità costante e continuativa del proprio team: questa responsabilità incrementa la redditività della propria prestazione, portando ad un conseguente aumento dello stipendio percepito. Ma non è tutto: avrai anche la responsabilità di ogni lavoratore, all’interno dell’impresa, e della sua personale sicurezza in ambito lavorativo.



CATEGORIES
Share This

COMMENTS