Il risk manager, una professione emergente

Quella del risk manager è una professione stimolante e abbraccia diversi campi di applicazione.

La professione di risk manager è sostanzialmente quella di un consulente esterno o interno all’organico di un’azienda ed è legata a doppio filo al settore finanziario, assicurativo, amministrativo ed economico.

Ma cosa fa, in pratica, un risk manager?

Come dice la parola stessa, il risk manager è un consulente che lavora sulla politica dei rischi, egli è chiamato a garantire la gestione dei rischi di un’azienda o anche, di un singolo cliente ne confronti di enti finanziari, compagnie di assicurazione, in più controlla il sistema di protezione aziendale, gestendo la contabilità di fondi legati al rischio. Il suo lavoro consiste nella valutazione dei rischi relativi all’investimento produttivo e finanziario di un’azienda.

Che formazione ha un risk manager?

La formazione è di stampo prettamente economico-ingiegneristico-matematico, quindi si può accedere alla professione, previa formazione universitaria legata a corsi specifici, con lauree come economia e commercio, economia e finanza, ingegneria gestionale, matematica, scienze statistiche e così via. Conoscenze giuridiche sono, inoltre, molto bene accette, per la consulenza in merito alle polizze assicurative e ai vari rischi aziendali. L’area di lavoro di un risk manager, quindi, riguarda soprattutto amministrazione e finanza.

Quali sono gli sbocchi professionali?

Gli interlocutori più importanti per un risk manager sono le imprese bancarie, assicurative, aziende varie, società di intermediazione finanziarie, immobiliari, tutte realtà che hanno spesso bisogno di consulenti che provvedano alla prevenzione dei rischi( facendo spesso anche risparmiare) e gestendole nel tempo.

Egli trova sbocchi sia in aziende che, singolarmente, come consulente. Se il risk manager lavora in proprio, ad esempio, nel settore assicurativo, il suo lavoro sarà quello di consigliare l’assicurato a non farlo incappare nelle trappole delle società assicurative prevenendo rischi finanziari o speculazioni, aiutandolo a destreggiarsi tra una polizza e l’altra, facendo l’interesse reale del cliente e non della ditta.

La professione non ha un ordine di riferimento e i consigli, anche riguardo workshop e aggiornamenti, eventuali corsi e notizie utili alla professione possono essere reperite presso l’Associazione nazionale risk manager e responsabili assicurazioni aziendali.

Si tratta di un lavoro importante, mai monotono, che richiede molta passione e spirito d’iniziativa, un’ottima preparazione economico-finanziaria, conoscenze giuridiche( per districarsi tra le mille complicate clausole che spesso le società fanno leggere ai propri clienti) e una grande responsabilità etica, oltre alla capacità di riuscire a registrare i rischi e i pericoli possibili che un’azienda o un singolo cliente può evitare. Di fatto è un lavoro che richiede una certa responsabilità e che, se fatto bene, può essere fonte di grandi soddisfazioni( anche sul piano umano) e guadagni.

Associazione nazionale risk manager e responsabili assicurazioni aziendali

http://www.anra.it/

Inoltre Bianco Lavoro ti consiglia:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ti consigliamo il KIT Lavorare sempre, garantito da Bianco Lavoro per la sua qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate in linea con le tue esigenze, fai le tue ricerche e registrarti su Euspert Italia.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)