Concorso 179 laureati materie giuridiche ed economiche – Ministero dell’Economia

La Scuola Superiore dell’Economia e delle Finanze (SSEF) ha indetto uno speciale concorso pubblico per il reclutamento di 179 unità di personale della Terza area, fascia retributiva F1, per il Ministero dell’Economia e delle Finanze, di cui  90 con profilo giuridico e 89 con profilo economico. Sono previsti dei posti riservati in base alle disposizioni inserite nel decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, e nella legge 12 marzo 1999, n. 68, nei limiti della complessiva quota d’obbligo prevista dall’art. 3, comma 1, della medesima legge. Il totale complessivo dei posti riservati, comunque, non può superare la metà dei posti messi a concorso. Il Bando è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.102 del 27 dicembre 2013. Le domande di ammissione al concorso devono essere inviate per via telematica, seguendo la specifica applicazione sul sito www.concorsi.mef.gov.it entro e non oltre il 27 gennaio 2014.


I requisiti richiesti sono i seguenti: cittadinanza di uno degli stati membri dell’unione Europea, possesso di uno dei titoli di studio indicati nel bando e conseguiti presso università o istituti di istruzione universitaria con votazione non inferiore a 105/110, idoneità fisica, godimento dei diritti politici, non possono accedere al concorso coloro che siano esclusi dall’elettorato politico attivo, nonché coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, non possono essere ammessi al concorso coloro che abbiano precedenti penali incompatibili con l’esercizio delle funzioni da svolgere nell’ambito dei compiti istituzionali del Ministero dell’economia e delle finanze. 

Prove d’esame: per il profilo giuridico, sono previste due prove scritte di prevalente contenuto giuridico e organizzativo, una delle quali può consistere in una serie di quesiti a risposta sintetica, e una prova orale; per il profilo economico, si dovranno sostenere due prove scritte di prevalente contenuto economico e statistico, una delle quali può consistere in una serie di quesiti a risposta sintetica, e una prova orale. All’interno del bando sono indicati più nello specifico gli argomenti oggetto di esame. Si precisa che nella prova orale si valuterà anche la conoscenza della lingua inglese da parte del candidato. Nel caso in cui il numero dei candidati sia pari o superiore a sei volte il numero dei posti messi a concorso, è prevista una prova preselettiva (test con domande a risposta multipla della durata di 60 minuti) per determinare l’ammissione dei candidati alle successive prove scritte. 

Una Commissione esaminatrice valuterà le prove d’esame e predisporrà una graduatoria finale per entrambi i profili. I vincitori del concorso saranno assunti con le modalità indicate nel bando e seguiranno un percorso formativo della durata di cinque mesi presso una o più sedi stabilite dalla SSEF.

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)




CATEGORIES
Share This

COMMENTS