Il Ministero dei Beni Culturali cerca 500 giovani laureati

Il Ministero dei Beni e le Attività Culturali ha disposto l’avvio di una procedura concorsuale pubblica per la selezione di cinquecento giovani laureati da formare, per la durata di dodici mesi, nelle attività di inventariazione e di digitalizzazione del patrimonio culturale italiano, presso gli istituti e i luoghi della cultura statali presenti sul territorio nazionale. Tale iniziativa è l’attuazione del progetto “500 giovani per la cultura” previsto dall’articolo 2 del decreto Legge 8 agosto 2013 n°91. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.


I requisiti per accedere al concorso sono: non aver compiuto 35 anni di età alla data di entrata in vigore del decreto legge 8 agosto 2013 n°91, il possesso di un diploma di laurea (elenco disponibile nell’Allegato n°2 del Bando) con voto minimo di 110/110 o diploma rilasciato dalle scuole di archivistica, paleografia e diplomatica con votazione minima di 150/150 o titolo di studio conseguito all’estero o titolo estero conseguito in Italia, Certificazione Internazionale delle competenze linguistiche di Livello B2 di lingua inglese, cittadinanza italiana o di uno dei Paesi dell’Unione Europea, godimento dei diritti civili e politici, assenza di condanne penali.

Modalità di candidatura: la domanda di partecipazione dovrà essere compilata e inviata esclusivamente in via telematica entro il 21 gennaio 2014 ore 14 utilizzando l’applicazione informatica dedicata disponibile sul sito internet del Ministero. A tale domanda il candidato dovrà allegare il proprio Curriculum Vitae e un documento di identità in corso di validità. Il candidato potrà accreditarsi alla procedura di selezione a partire dal 14 dicembre 2013. Il candidato potrà concorrere per una sola regione e ambito disciplinare (si veda allegato n°1 del Bando) inviando una sola domanda.

La selezione dei candidati avviene tramite il punteggio ottenuto in base ai titoli posseduti ma, qualora dovesse arrivare un numero di candidati pari al triplo del contingente previsto, verrà effettuato un quiz con risposte multiple per selezionare i più idonei. Si precisa che il programma formativo previsto dal bando non costituisce e non dà luogo alla costituzione di un rapporto di lavoro subordinato. L’impegno orario del giovane ammesso al progetto non potrà essere inferiore alle 30 ore settimanali e superiore alle 35. Ai candidati selezionati verrà corrisposta una indennità di partecipazione, al lordo, di euro 5000 annui, comprensiva della quota di copertura assicurativa.

Chi fosse interessato, trova tutte le informazioni dettagliate al sito del Ministero dei beni e le Attività Culturali www.beniculturali.it – Amministrazione Trasparente – Sottocategoria programmi Formativi. 

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)




CATEGORIES
Share This

COMMENTS