Il lavoro più faticoso del mondo? Fare la mamma

mamma tuttofare vignettaUn lavoro appagante e che regala splendide soddisfazioni ma che è anche il più faticoso e difficile del mondo. Il lavoro più importante è quello che ogni mamma svolge ogni giorno. L’American Greetings, società americana, ha realizzato un video divertente e a tratti commovente per pubblicizzare i propri bigliettini d’auguri in occasione della festa della mamma. Si tratta di un colloquio di lavoro per la ricerca di un “Direttore delle Operazioni” (così definiscono sotto falso nome quello che poi sveleranno essere il lavoro di mamma), tenuto tramite Skype ad alcuni aspiranti candidati, assolutamente all’oscuro della messa in scena.

Il colloquio comincia con la presentazione dei requisiti richiesti per ricoprire il ruolo: grande mobilità, presenza costante, disponibilità a svolgere ore ed ore di lavoro (sette giorni su sette), senza pausa e talvolta senza dormire, festività incluse e senza ferie (periodi anzi in cui il lavoro si intensifica). Pesanti incombenze e compiti di grande responsabilità, da svolgere stando in piedi o piegandosi in continuazione. Elevata resistenza allo sforzo, capacità di lavorare in un ambiente caotico, costante attenzione senza potersi rilassare. Richieste competenze di medicina, contabilità ed economia domestica (e in particolare doti culinarie). Non è prevista alcuna retribuzione.

Chi sarebbe disposto ad accettare un lavoro di questo genere? Sicuramente nessuno. Ed infatti nessuno dei candidati accetta l’incarico. Delusione, incredulità, qualcuno alza gli occhi al cielo e chiede persino se sia legale. La prospettiva cambia completamente quando il responsabile delle risorse umane precisa che il ruolo che sta descrivendo è in realtà quello di una mamma. Tutti gli intervistati scoppiano in grandi risate e qualcuno si commuove, ringraziando la propria di mamma e concordando sul fatto che in effetti solo chi ci ha messo al mondo può essere disposta a svolgere un lavoro così difficile e faticoso, senza pretendere nulla in cambio.

Una trovata pubblicitaria che attira l’attenzione, un video divertente e ben realizzato, soprattutto per la veridicità delle reazioni dei candidati, ignari fino all’ultimo che si tratti di una simulazione. Aldilà del fine commerciale, il messaggio che passa è che non esistono compensi adeguati per un ruolo così importante, per un lavoro che richiede così tanto impegno, dedizione, sacrificio e disponibilità e che il minimo che si possa fare per contraccambiare è un gesto d’affetto e di riconoscimento, che sia un bigliettino d’auguri, un regalo o un semplice ti voglio bene.

Ecco il video, godetevelo:

 

 

 

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)