Il lavoro giusto: ne cambia 33 in un anno per trovarlo

Il lavoro giusto? Basta cercarlo. Deve aver pensato proprio questo Gail Nash, avvocatessa australiana che è riuscita a cambiare 33 impieghi in un solo anno, volontariamente. Contenta del suo lavoro sì, ma non fino in fondo. Per ovviare a questo vuoto, ha pensato bene di mettersi alla ricerca di quello ideale di lavoro, quello che l’avrebbe fatta sentire realizzata fino in fondo. La sua professione di partenza, per giunta esercitata nel campo delle tematiche ambientali, non era certo tra le meno desiderabili, anzi: una buona posizione, etica inappuntabile e indiscutibile utilità sociale. Ma per Gail Nash non era abbastanza.


Sperimentare, cimentarsi nelle professioni più disparate, pur  tutte legate da un filo conduttore, anzi quattro: servire la comunità, cura per gli animali, stile di vita sano e protezione dell’ambiente. Ognuno dei 33 lavori “provati” dalla Nash nel 2013 era legato ad almeno uno di questi temi. E così, la donna è passata dalle immersioni subacquee al dog sitting, da direttrice di un’azienda produttrice di accessori eco-friendly a guida turistica di gite in luoghi incontaminati. E ancora, organizzatrice di eventi, consulente social media.

Il tour de force che ha avuto un risultato finale piuttosto inaspettato. La Nash infatti il suo “perfect job” pare proprio averlo trovato, ma in pochi avrebbero scommesso che quest’ultimo sarebbe stato quello di aiutare gli altri a trovare il loro, di lavoro giusto. L’intraprendente  avvocatessa attualmente opera come consulente del lavoro, sfruttando,ma soprattutto mettendo a frutto, tutte le conoscenze acquisite durante l’anno in cui di lavori ne ha cambiati 33, con una media di quasi 3 al mese. Insomma, se state cercando la professione dei vostri sogni e vivete in Australia, potete provare a rivolgervi a lei.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS