“Il Cervello delle Mamme”, premio Pulitzer di Katherine Ellison: madri lavoratrici una risorsa per le aziende

Parlare di donne lavoratrici, imprenditrici o libere professioniste significa far riferimento alle politiche sociali a sostegno della famiglia e delle madri che lavorano; ma anche dover combattere con gli stereotipi legati alla figura femminile rispetto ai concetti lavoro – maternità. I pregiudizi nei confronti delle madri lavoratrici, sono legati ad anni di errate convinzioni che vogliono le madri come donne prese solo dai bisogni dei loro figli e non in grado di gestire altre attività. Spesso le donne sposate e quindi potenziali future mamme sono percepite con timore dalle aziende.


Lo stesso problema si ripercuote nei modi di pensare anche riguardo alle donne libere professioniste o imprenditrici perché molti ancora oggi temono che una donna con dei figli, soprattutto se piccoli, non possa essere un brava imprenditrice o professionista.

In tutta Europa si registra un tasso inferiore di occupazione delle madri rispetto alla media di occupazione delle donne in generale. In Italia la condizione di occupazione femminile è più bassa della media europea: solo il 50% delle madri con figli fa parte del mondo del lavoro. Uno dei motivi è la scarsità di investimenti legati alla famiglia, soprattutto la mancanza di servizi sufficienti per l’infanzia come ad esempio gli asili nido.

La Danimarca è il paese europeo con il più alto livello di investimento in termini di quota Pil; la Svezia rappresenta un ottimo modello per i numerosi servizi per all’infanzia e per il notevole sostegno alle donne madri che lavorano. In questi due paesi le donne ritornano a lavorare normalmente dopo il periodo di maternità.

Le donne italiane invece si trovano ad affrontare la maternità senza alcun sostegno: l’Italia si trova, infatti, alla ventunesima posizione con un valore di spesa sociale per famiglia di 1,43%, un valore percentuale di -0,78 punti rispetto alla media europea, con la conseguenza di una precoce uscita delle donne dal mondo del lavoro senza alcuna garanzia di rientro o in altri casi alla perdita della posizione o del ruolo professionale faticosamente raggiunti in azienda.

La scrittrice premio Pulitzer, Katherine Ellison, nel libro “Il Cervello delle Mamme” edito da Rizzoli abbatte ogni pregiudizio, dimostrando come le donne che hanno vissuto e stanno vivendo una gravidanza ed una maternità sono un’importante risorsa per il mondo del lavoro.

La maternità e la gravidanza sembrano, infatti, sviluppare nella donna la capacità di fare molte cose contemporaneamente. Con l’arrivo di un figlio le donne imparano a selezionare le priorità e a lavorare per obiettivi. Le madri lavoratrici sono anche più affidabili e leali, aspetti molto importanti in ambito professionale. Nel libro è messa in evidenza la teoria del rapporto tra capacità genitoriali e management, che afferma che chi è in grado di destreggiarsi nelle responsabilità e attività quotidiane tipiche di un genitore (ad esempio le preoccupazioni relative agli orari dell’asilo, le direttive per la baby sitter e le visite mediche) è molto probabile che sviluppi una maggiore capacità di gestione degli obiettivi e problemi tipici di un team di lavoro.

A dimostrare le teorie presentate nel libro vi sono i risultati di alcune ricerche scientifiche svolte presso le Università americane relative a studi sulle madri lavoratrici dalle quali emerge, ad esempio, che il corpo della donna durante la gravidanza e il puerperio produce un ormone, l’ossitocina, che sembra favorire proprio le capacità di apprendimento e quelle relazionali. Il libro, evidenziando il fatto che la donna madre e lavoratrice rappresenta una risorsa importante e un punto di forza e non di debolezza per le aziende, può essere un valido aiuto per molti direttori di aziende italiane ancora legati a vecchi stereotipi e pregiudizi.

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS