Igienista dentale: come diventarlo, stipendio e lavoro

Come si diventa igienista dentale, quali sono le possibilità lavorative e quanto si guadagna. Tutte le risposte in questa pagina

Un igienista dentale è una figura regolarmente iscritta all’ordinamento delle Professioni Sanitarie, in grado di fornire un servizio di assistenza medico – sanitaria curativa, riabilitativa, preventiva o promozionale, in maniera sistematica alla comunità, intesa come singola persona o intere famiglie.


Questa figura professionale esercita la propria attività in maniera subordinata o in completa autonomia e coadiuva quella degli odontoiatri, in quanto si occupa della prevenzione specifica che riguarda le patologie oro – dentali. Inoltre, promuove la salute sistematica dei pazienti per migliorare l’igiene orale, sia per una questione di benessere fisico, sia per quanto riguarda l’estetica della bocca e dunque l’autostima della persona attraverso un sorriso sicuro, privo di impedimenti dovuti alla degenerazione del cavo orale. Come puoi notare, questa figura professionale ricopre un ruolo di fondamentale importanze a 360° nel sistema medico – sanitario.

Il suo ruolo è di fondamentale importanza in quanto prevede una terapia non chirurgica allo scopo di evitare nei pazienti determinate malattie come la parodontite. Questa figura professionale può esercitare come libero professionista o alle dipendenze di uno studio. Nei prossimi paragrafi approfondiremo tutte le caratteristiche dei dottori in igiene dentale per risolvere ogni tuo dubbio e farti comprendere meglio quali sono le sue mansioni, i requisiti necessari per svolgere questo lavoro, le possibilità di carriera e le opportunità, lo stipendio e dove sono maggiormente richiesti.

Cosa fa un igienista dentale

I compiti di un igienista dentale sono diversi, ma tutti si occupano nello specifico della pulizia dentale a livello professionale.

Questa, deve essere effettuata periodicamente sia per rimuovere i depositi di consistenza molle, ossia la placca batterica, sia per eliminare i depositi di consistenza dura, ossia l’ablazione del tartaro. Le procedure vengono effettuate su entrambe le arcate dentali e successivamente sono integrate dalla pulizia delle macchie dentali con una speciale pasta abrasiva, che serve anche a sbiancare i denti, e quindi dalla lucidatura della superficie.

Tartaro e placca sono i nemici più pericolosi per i denti e tutta l’area della bocca, se non vengono rimossi quanto prima, si depositano e possono compromettere la salute dentale creando spiacevoli conseguenze, come la carie, l’alitosi, la gengivite e la parodontite. Infine, l’igienista applica delle mascherine al fluoro speciali che hanno lo scopo di rimineralizzare e rinforzare lo smalto sui denti, questo procedimento è definito fluoroprofilassi.

igienista dentale

Quali sono le sue mansioni specifiche

Ecco una lista delle principali mansioni e dei compiti specifici che questa figura professionale può effettuare sui pazienti:

  • Amministrazione delle varie procedure di pulizia dentale, quindi esegue i trattamenti di pulizia igienica e interviene sui danni minori per la riparazione.
  • Attraverso strumenti speciali, pulisce i denti dalle macchie, cura le gengive e le cavità dai residui di cibo.
  • Elimina i residui di cibo che si depositano nelle diverse aree della bocca dei pazienti, rimuovendo la placca.
  • Allo scopo di individuare e prevenire eventuali malattie, esamina accuratamente gengive e denti, gonfiori, noduli e altre anomalie insolite che sono presenti nella cavità orale.
  • In caso siano presenti malattie, l’igienista documenta e riferisce al dentista l’eventuale presenza di queste attraverso un quadro clinico completo.
  • Oltre al fluoro, applica altre sostanze utili per prevenire la caduta dei denti e sigillare le cavità.
  • In caso di necessità, somministra l’anestesia locale ai pazienti prima di eventuali operazioni dentali.
  • Effettua gli stampi in gesso o stucco per rilevare le impronte della struttura dentale e procedere con ulteriori studi.
  • Prende nota e registra la storia clinica dei pazienti.
  • Valuta la condizione di salute dentale dei pazienti.
  • Esegue il follow up.
  • Si occupa di mantenere l’area di lavoro, le attrezzature e gli strumenti in condizione perfettamente igieniche sterilizzandoli.
  • Sensibilizza i pazienti sull’importanza dell’igiene orale, la cura dentale e gli spiacevoli effetti della mancanza di attenzione al cavo orale. Sensibilizza ad effettuare anche i controlli periodici.
  • Informa i pazienti sull’importanza di un’alimentazione adeguata.
  • Prescrive colluttori e protobiotici orali se necessario.
  • Esegue lo sbiancamento dentale.
  • Lucida e si occupa della manutenzione di protesi fisse o mobili.
  • Rileva i parametri biometrici del parodonto.
  • Aiuta e desensibilizza i pazienti nel superare la paura della cura dentale.
  • Supporta e aiuta il paziente ad equilibrare la flora batterica orale.

Le sue attività quotidiane concernono il supporto costante alla figura del dentista, al quale riesce a dare un apporto totale per tutte le operazioni che esegue sui pazienti. In molti casi l’igienista dentale può anche essere coadiuvato nello studio dentistico dalla assistente alla poltrona del dentista stesso. I requisiti per accedere a queste mansioni ed eseguire i compiti elencati in precedenza sono vari, ed indicano un percorso ben preciso.

Quali sono i requisiti per accedere alle mansioni di igienista dentale

Il percorso formativo per esercitare questa professione in Italia, prevede requisiti specifici per accedere alla qualifica e svolgere le mansioni sopra elencate. Per ottenere l’abilitazione a svolgere l’esercizio professionale è indispensabile conseguire la Laurea di I livello in Igiene dentale, oppure possedere un titolo dell’ordinamento previgente che sia riconosciuto come equivalente o equipollente. Ecco i titoli che riconoscono all’attività professionale la figura di dottore in igiene dentale:

  • Diploma universitario della durata di 3 anni in Igiene Dentale più l’esame per l’abilitazione all’esercizio professionale.
  • Laurea Triennale di 3 anni (180 CFU) in Igiene Dentale per essere riconosciuto come Dottore in Igiene Dentale.
  • Laurea Magistrale della durata di 2 anni (120 CFU) in Scienze delle Professioni sanitarie tecniche assistenziali per essere riconosciuto come Dottore Magistrale in Igiene Dentale.

La normativa vigente prevede l’iscrizione all’albo professionale per questa figura, al fine di garantire una maggiore tutela sia per i professionisti che per i pazienti. È possibile accedere alle Lauree delle Professioni Sanitarie solo sostenendo uno specifico test d’ingresso, in quanto i corsi sono a numero chiuso.

Gli insegnamenti relativi al corso di laurea triennale sono divisi in 4 macro aree:

  • Scienze Umane medico – legali e gestionali.
  • Area biomedica e morfologia umana.
  • Scienze dell’igiene dentale.
  • Eziopatogenesi delle malattie e principi di medicina generale.

La Laurea Triennale abilita all’esercizio della professione in base alla normativa attualmente vigente. Il percorso di Laurea Magistrale, invece, consente di sviluppare competenze ad un livello più avanzato, in modo da poter programmare l’attività sul territorio e gestire personale qualificato.

Quali sono le possibilità di carriera di un igienista dentale

Lavorare come igienista dentale offre numerose opportunità di migliorare la tua posizione e fare carriera in questo settore. Il modo più efficace è quello di specializzarsi nel settore della salute orale, della prevenzione e della pulizia dentale per gruppi specifici di pazienti in base all’età. Ad esempio, per curare i bambini dovrai specializzarti in Odontostomatologia Pediatrica, questo titolo consente di curare l’igiene dentale e aiutare a prevenire le patologie orali dei più piccoli. Puoi specializzarti anche nella cura del cavo orale dei disabili oppure degli anziani e seguire un percorso professionale specifico è meglio indirizzato ad una categoria.

Se ami la prevenzione puoi acquisire maggiori competenze didattiche e occuparti della promozione della salute orale in contesti formativi come le scuole. Un altro settore molto proficuo è quello commerciale della vendita e fornitura dei prodotti e strumenti per dentisti e odontotecnici, che ti consentirà di offrire assistenza e consulenza per la vendita degli accessori e delle apparecchiature specifiche.

Igienista dentale: quali sono le strutture dove può lavorare

Un igienista dentale può svolgere la sua attività in maniera indipendente, ossia come freelance, dunque svolgere la professione nel settore privato come consulente di odontoiatri o studi medici. Questo è attualmente l’ambito occupazionale più diffuso.

Sono davvero tanti gli sbocchi lavorativi che questa qualifica offre:

  • studi di igiene dentale
  • cliniche odontoiatriche (anche catene tipo DentalPro ad esempio)
  • strutture convenzionate ecc…

Inoltre, può operare presso strutture sanitarie pubbliche, quindi svolgere le proprie mansioni presso ASL, ambulatori o ospedali.

Stipendi e opportunità

Lo stipendio netto medio di un igienista dentale è di circa 1500 euro al mese, la retribuzione varia a seconda del tipo di servizio svolto come dipendenti, freelance, in strutture pubbliche o private. La retribuzione netta parte da uno stipendio minimo di 1000 euro al mese (neo assunto) fino ad arrivare a 2000 euro netti. Ecco uno schema per comprendere meglio il livello di professionalità in rapporto allo stipendio percepito.

  • Stage: 500 euro netti al mese.
  • Part time o neo assunto: 1000 euro netti al mese.
  • Stipendio medio: 1500 euro netti al mese.
  • Esperto: 2200 euro netti al mese.

Dove sono maggiormente richiesti gli igienisti dentali

La figura professionale dell’igienista dentale ha un ampia percentuale di successo per quanto riguarda l’occupazione lavorativa che si aggira intorno al 90%. Questo perché sono richiesti in qualunque città d’Italia e attraverso varie figure specializzate, che come abbiamo analizzato, prestano servizio sia in strutture pubbliche che private.

Inoltre un bel vantaggio è dato dal fatto che puoi integrare la tua attività di igienista fornendo consulenza ai professionisti o agli studi medici e vendendo le apparecchiature e gli strumenti necessari per operare. Questa figura lavorativa non conosce crisi e si inserisce bene nel mercato del lavoro, per questo sono sempre di più le persone che decidono di intraprendere questo percorso formativo.



CATEGORIES
Share This