I gruppi di auto mutuo aiuto per disoccupati. Un modo per ricominciare

Un sostegno psicologico e un aiuto concreto per quanti sono rimasti senza lavoro. Parliamo degli A.M.A, gruppi di auto mutuo aiuto per disoccupati. Quando si perde il lavoro non è solo l’entrata economica che se ne va. Si perde l’autostima, la gratificazione, l’io sociale, l’immagine e il ruolo nei confronti di moglie, figli, amici e parenti. E la conseguenza per molti è la depressione. Ma ripartire, ricominciare, si può, e si deve. Il progetto di auto mutuo aiuto per disoccupati nasce dall’esigenza di offrire sostegno psicologico e reciproca assistenza a persone accomunate dallo stesso problema. In particolare per quanto concerne i disoccupati, le emozioni in gioco alla perdita del lavoro sono diverse: si va dalla vergogna di farsi vedere “in giro” o peggio “a spasso” alla rabbia che diventa esplosiva in alcuni casi, frustrante e negativa in altri.


E la spirale pericolosa nella quale si può entrare è quella della depressione. Una condizione che non solo mina l’individuo nel profondo ma impedisce anche il re-inserimento nel mondo lavorativo, innescando un circolo vizioso senza via d’uscita. Il punto dal quale ripartire è proprio la valorizzazione di se stessi, per giungere in una fase successiva al confronto fiducioso con l’altro e al riconoscimento delle competenze altrui. Questo tipo di processo, attivo all’interno dei gruppi di auto mutuo aiuto, si chiama empowerment individuale e sociale: la persona debilitata dalla perdita del lavoro impara a riacquistare il controllo sulla propria vita, a migliorare il senso di self-efficacy e interagire “faccia a faccia” nel sociale, evitando un deleterio isolamento.

Il percorso (pur non essendo psico-terapeutico nel senso effettivo del termine)  mira a rimettere disoccupati, inoccupati e cassa-integrati nella giusta condizione psicologica per affrontare rispettivamente la perdita, l’assenza o la precarietà del lavoro. Favorisce la riqualificazione professionale e la ricerca attiva del lavoro e ripristina un approccio corretto e sano nei confronti della quotidianità ovvero della famiglia e degli amici. Ognuno mette a conoscenza del gruppo le proprie esperienze, risorse e competenze e le condivide, contribuendo al recupero dell’energia personale e dell’autostima.

Il sostegno si concretizza attraverso un primo contatto con le operatrici telefoniche del servizio segreteria. I gruppi si formano attraverso le segnalazioni delle persone selezionate dalla Banca Dati del Servizio così come di candidati inviati dalle associazioni o dalle agenzie che collaborano con il Comune di appartenenza. Gli incontri si svolgono nelle strutture comunali messe a disposizione, alla presenza di operatori specializzati nell’ascolto attivo, nei colloqui di orientamento e nella elaborazione di percorsi ad hoc finalizzati alla  ricerca di un lavoro. La partecipazione è libera e gratuita e nel totale rispetto della privacy individuale. È possibile ottenere informazioni più dettagliate contattando il proprio comune o visitandone il sito web.



CATEGORIES
Share This

COMMENTS