Home banking: pregi e difetti del conto corrente online

Niente code agli sportelli, possibilità di controllare le proprie entrate e le proprie uscite comodamente da casa, evitando così di far andare il conto in rosso, possibilità di effettuare bonifici e pagamenti vari, ma anche di investire i propri risparmi: l’home banking pare essere uno degli strumenti più utili degli ultimi anni. La moderna tecnologia non solo permette di accedere al proprio conto corrente online – da pc,  ma analoghe operazioni bancarie sono ora possibili tramite i cosiddetti smartphone. Per  15-17 milioni di conti corrente online, ci sono circa 2,5 milioni di italiani che eseguono operazioni direttamente con il telefono cellulare (stime Abi). Sei pro sono molti, almeno tutti quelli sopra elencati, esistono alcuni contro assolutamente da non sottovalutare. Ebbene sì anche l’home banking, ha qualche difetto. In primis bisogna sempre prestare molta attenzione alla sicurezza del sito a cui si accede ed alle operazioni, che vanno effettuate sempre in contesto riservato, evitando così di farsi rubare i dati d’accesso e trovarsi il conto svuotato.


Altro punto importante è quello che riguarda le truffe, come evitarle?  Attivando tutti i sistemi di sicurezza che la banca dove si è aperto il proprio conto possiede ed ignorando le maild  phishing. Banche ed uffici postali non sono certo soliti mandare email ai propri correntisti per avvisare di un guasto imprecisato, chiedendo loro, giusto per non farsi mancare nulla, di digitare nuovamente le proprie credenziali di accesso al conto online nella pagina che si apre con il link indicato. Se la comunicazione ricevuta per posta elettronica fa comunque sorgere qualche dubbio, sarà sufficiente evitare di utilizzare il sito proposto nel link per non rischiare niente e cercare di accedere al proprio conto online così come si è sempre fatto. A quel punto, se l’accesso dovesse essere negato, basterà rivolgersi al servizio di assistenza clienti o chiedere alla filiale di fiducia la conferma dell’esistenza di alcuni problemi ed attendere indicazioni certe. L’email che giunge nella casella di posta, però, non deve mai essere utilizzata per l’accesso al proprio conto.

Quali sono i sistemi di sicurezza adottabili, o che le stesse banche offrono per i correntisti che scelgono l’home banking? In primis è consigliabile scegliere password sicure e complesse,difficilmente rintracciabili anche con la più moderna tecnologia. Così come si proteggono i propri account di posta elettronica o i propri account sui social network è bene prestare grande attenzione alle chiavi di accesso per il conto corrente e proteggere al meglio i risparmi accantonati con fatica. In secondo luogo conviene, per quelle banche che lo offrono, dotarsi del così detto token, ovvero di una chiavetta elettronica in grado di generare codici diversi per ogni accesso e per ogni operazione anche banale, come una ricarica telefonica.  Last but not the least, è bene sapere che certe banche consentono di attivare un servizio di comunicazione immediata non appena sul conto viene effettuata una operazione. La banca, infatti, avviserà il correntista mandando un sms al numero di cellulare registrato con indicata la procedura online appena conclusa.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS