Giovani e lavoro, nuovo record di disoccupazione

Sale il numero dei senza lavoro, settembre ha fatto registrare un nuovo record con il numero dei disoccupati che sfiora 3 milioni e 194mila, contro 22 milioni e 349mila occupati. A rivelare il triste scenario è l’Istat, l’istituto fa sapere che il tasso di occupazione è pari al 55,4%, stessi livelli di tredici anni fa.


Sono i giovani, in questo caso ad avere la peggio, il tasso di disoccupazione é salito anche a settembre oltrepassando la soglia del 40%. L’esercito dei senza lavoro tra i 15 e i 24 anni avanza ‘indisturbato’ in media due giovani su 10 lavorano, un dato impressionante e soprattutto inarrestabile. I tecnici dell’Istat fanno notare che tra gli under 25 sono contati anche i giovani che studiano e non lavorano. L’incidenza dei giovani disoccupati tra 15 e 24 anni sul totale dei giovani della stessa classe di età è pari al 10,9%.

{jcomments on}Cresce anche il numero di persone ‘inattive’ tra i 15 e 64 anni, tale tasso si attesta al 36,4%. Sono 4 milioni e 371mila i giovani che non lavorano e non cercano nemmeno il lavoro, una percentuale che cresce sempre di più.
Per quanto riguarda la differenza di tasso di disoccupazione tra uomo e donna, in questo senso c’è una certa parità, sempre secondo i dati dell’Istat la disoccupazione cresce sia per la componente maschile sia per quella femminile.

Nei paesi dell’Eurozona la disoccupazione giovanile è al 24,1%, secondo i dati diffusi dall’Eurostat. Mentre a settembre anche in questa fascia raggiunge il 12,2%, picco record. La Grecia è in testa con il 27,6% mentre la  Spagna il livello è al 26,6%.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS