GEC 2015: a Milano il congresso mondiale sull’imprenditorialità

Al via domani a Milano GEC 2015, il congresso mondiale sull'imprenditorialità. Oltre 50 eventi e personalità da tutto il mondo.

Dal 16 al 19 marzo 2015 a Milano si terrà la settima edizione del Global Entrepreneurship Congress, ovvero il GEC 2015, un evento organizzato dalla Kauffman Foundation e che, con tutta probabilità, nei prossimi anni molti paesi faranno a gara per ospitare. GEC 2015 ha come obiettivi primari, quelli di accendere i riflettori sulla buona imprenditorialità, dare una spinta alla creazione di start-up offrendo esempi concreti di aziende di successo, ospitare momenti di confronto e soprattutto mettere in campo la possibilità concreta di emergere a giovani imprenditori talentuosi e desiderosi di entrare nel mondo del lavoro autonomo.


GEC-2015

Oltre 50 gli eventi previsti durante i giorni del Congresso, tra i quali anche il primo SME Ministerial, in programma il 17 marzo, al quale parteciperanno anche il Ministro Federica Guidi e Maria Contreras Sweet, 24mo amministratore della U.S. Small Business Administration e membro del Gabinetto del Presidente Obama. L’incontro patrocinato dalla Casa Bianca e nel quale interverranno i ministri dello Sviluppo economico dei principali paesi del mondo, daranno vita ai lavori del primo meeting internazionale volto a decidere le linee guida per start-up e Pmi e del conseguente sviluppo economico derivante.

Dal 17 al 18 marzo, sempre all’interno del GEC 2015, si svolgerà anche H-ack School, il primo e vero hackathon dedicato al mondo della scuola un evento con il chiaro intento di stimolare le capacità imprenditoriali nei ragazzi in età scolare, in modo da iniziare a formare nel migliore dei modi gli imprenditori del futuro.

GEC 2015: chi ci sarà

Ospiti del GEC 2015 saranno, tra gli altri, Eze Vidra di Google Ventures, ovvero la centrale di investimenti di Big G, Mary Maloney Ceo di CoderDojo, un movimento senza scopro di lucro, nato in Irlanda nel 2011, con l’obiettivo di organizzare incontri gratuiti per insegnare ai giovani a programmare, Stefano Mosconi di Jolla, società nata da un gruppo di ex dipendenti della Nokia e che ha sede in Finlandia. E ancora Massimo Ciociola di Musixmatch, il più vasto database digitale di testi musicali, Massimo Banzi di Arduino, piattaforma hardware open source, una vera eccellenza italiana riconosciuta a livello mondiale, Oscar Farinetti di Eataly, il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, Roberto Battiston e Carlo Ratti, direttore del Massachussetts Institute of Technology Italy Program.




CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS