Fondo Est, cosa è e come funziona

Che cos'è il Fondo Est: a chi è rivolto e come funziona.

Il Fondo Est è l’Ente di assistenza sanitaria integrativa del Commercio, del Turismo, dei Servizi e dei settori affini, fondato nel 2005 dalle parti sociali, in attuazione di un accordo recepito dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del Terziario e del Turismo, e successivamente dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro delle Aziende Ortofrutticole e Agrumarie e dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro delle Aziende Farmaceutiche Speciali. Ma quali sono le sue attività fondamentali?


Come iscriversi al Fondo Est

fondo est

L’iscrizione al Fondo Est permette di poter fruire di una lunga serie di prestazioni sanitarie. Per potersi iscrivere è innanzitutto necessario rivestire la qualifica di dipendenti a tempo indeterminato e apprendisti, cui si applica il CCNL Commercio e Terziario o, in alternativa, il CCNL Turismo, il CCNL Farmacie municipalizzate o il CCNL Ortofrutticoli e agrumari. Possono comunque iscriversi al Fondo Est anche altre categorie di lavoratori, per identificare le quali vi consigliamo di consultare gli elenchi aggiornati sul sito internet fondoest.it.

Le garanzie principali del Fondo Est

Numerose sono le garanzie che il dipendente iscritto al Fondo Est può far proprie in caso di necessità, con le modalità descritte nel regolamento. Per quanto attiene le principali, è possibile ricordare come siano previsti ampi interventi nelle seguenti ipotesi:

  • Ricovero, per intervento chirurgico, in istituto di cura -pubblico o privato- a seguito di malattia o infortunio
  • Spese pre e post ricovero (fino a 120 giorni prima e dopo)
  • Visite specialistiche
  • Ticket per Pronto Soccorso e/o accertamenti diagnostici
  • Terapie
  • Prestazioni odontoiatriche particolari volte alla prevenzione
  • Spese di estrazione denti
  • Spese per implantologia
  • Prestazioni relative alla maternità
  • Prestazioni relative alla sindrome metabolica

Per ognuna delle prestazioni sopra anticipate sono previste franchigie e massimali di cui vi chiediamo di tenere considerazione nell’analisi delle modalità di intervento (consultando pertanto tutto il materiale informativo a disposizione sul sito internet del Fondo).

Obbligatorietà di iscrizione al Fondo Est

Il 15 gennaio 2013 una sentenza dei giudici della sezione Lavoro del Tribunale di Torino ha affermato l’obbligatorietà dell’iscrizione al Fondo Est, sancendo pertanto la parola “fine” (o quasi) su un tema ampiamente dibattuto nel corso degli ultimi anni, relativo proprio all’aleatorietà sull’obbligatorietà di iscrizione al Fondo.

Stando alla pronuncia in esame, l’art. 95 del CCNLT Terziario, distribuzione e servizi, sarebbe da intendersi nel senso che “le quote e i contributi per il finanziamento del fondo di assistenza sanitaria integrativa fanno parte del trattamento economico complessivo spettante al lavoratore” e pertanto “destituisce di fondamento la tesi di parte convenuta secondo cui l’azienda, non avendo aderito ad alcuna delle associazioni di categoria stipulanti, sarebbe vincolata soltanto all’applicazione della parte economico/normativa del Ccnl e non già alle clausole contrattuali, quali quella relativa al Fondo Est, qualificate come obbligatorie, in quanto non disciplinanti direttamente il rapporto di lavoro ma costituenti obblighi esclusivamente a carico dei soggetti collettivi contraenti”.

Il giudice, ricordando anche quanto già pronunciato con la sentenza n. 5625/2000 della Corte di Cassazione, ha poi precisato che “la clausola contrattuale che prevede l’obbligo per i datori di lavoro di iscrivere i lavoratori al fondo e di versare le quote e i contributi previsti deve essere ricondotta alla parte economico-normativa del Ccnl, che ha la funzione sociale di realizzare una disciplina uniforme dei rapporti di lavoro di una determinata categoria ed è vincolante anche per i datori di lavoro non iscritti alle associazioni datoriali stipulanti”.

Di qui l’obbligatorietà, in capo alle aziende, di iscrivere i lavoratori al Fondo Est.

Fondo Est numero verde

Per poterne sapere di più sul funzionamento del Fondo Est, sulle sue prestazioni e sulle caratteristiche dei servizi sanitari erogati direttamente da Fondo Est, è possibile contattare l’ente di assistenza sanitaria integrativa al numero verde 800.922.985 da rete fissa, dal lunedì al giovedì, dalle 9 alle 12.30 e dalle 14 alle 17.30, o il venerdì dalle 9 alle 12. Per le telefonate da rete mobile, il numero da contattare è invece lo 06.51.03.11, sempre dal lunedì al giovedì, dalle 9 alle 12.30 e dalle 14 alle 17.30, o il venerdì dalle 9 alle 12. È inoltre possibile contattare il Fondo Est attraverso l’indirizzo di posta elettronica info@fondoest.it.

Fondo Est iscrizione

L’iscrizione al Fondo Est spetta da parte di tutte quelle aziende che applicano ai propri dipendenti, full time o part time, i seguenti contratti:

  • CCNL Terziario: tempo indeterminato, apprendistato.
  • CCNL Turismo: tempo determinato con contratto iniziale superiore a 3 mesi, tempo indeterminato, apprendistato.
  • CCNL Ortofrutticoli / agrumari: tempo determinato con contratto iniziale uguale o superiore a 5 mesi, tempo indeterminato.
  • CCNL Farmacie speciali: tempo indeterminato, apprendistato.

Per quanto concerne le modalità di iscrizione, l’intera procedura può essere effettuata completamente online. Al termine del processo a ogni azienda sarà assegnato un codice utente da digitare al centralino in caso di assistenza. Per poterne sapere di più sulla procedura informatica di registrazione, potete consultare il manuale disponibile sul sito fondest.it, o telefonare al numero verde.
Fondo Est strutture convenzionate.

In favore dei propri iscritti, Fondo Est mette a disposizione un vasto ventaglio di strutture pubbliche e private convenzionate con Unisalute. Per fortuna dei suoi fruitori, la rete di strutture, di poliambulatori, di case di cura e di studi odontoiatrici è diffusa su tutto il territorio nazionale in maniera capillare, garantendo così una risposta pronta e adeguata alle esigenze di tutti gli iscritti.
Ricordiamo che per poter beneficiare delle prestazioni di una struttura convenzionata, è sempre necessario procedere con una preventiva prenotazione online (nell’Area Riservata), o attraverso il numero verde 800 01 66 48 attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30.
Infine, per poter individuare la vostra struttura di riferimento più vicina al luogo di domicilio, potete utilizzare la seguente mappa interattiva.

Fondo Est modulo rimborso

Nel caso in cui il dipendente di un’azienda iscritta al Fondo Est effettui una spesa sanitaria, potrà richiedere apposito rimborso inviando alle strutture dell’ente la copia della documentazione richiesta. In particolare, le richieste di rimborso per maternità, fisioterapia, agopuntura, presidi e ausili medici ortopedici potranno essere inviate a FONDO EST – Ufficio Liquidazioni – Via Cristoforo Colombo, 137- 00147 Roma. Di contro, le altre richieste dovranno essere inviate a UniSalute S.p.A Fondo Est – c/o CMP BO Via Zanardi 30, 40131 Bologna BO.

Fondo Est pacchetto maternità

Tra le prestazioni del Fondo Est c’è anche quella c.d. “pacchetto maternità”. Come intuibile, si tratta di una serie di servizi destinati alle donne che stanno attraversando un periodo di gravidanza, e che possono avere accesso a benefici particolarmente utili per poter supportare tale momento della propria vita.
In tal proposito, ricordiamo come la gestione delle prestazioni del pacchetto maternità sia unicamente in forma rimborsuale. Ovvero, sarà prima necessario sostenere le spese presso la struttura o il professionista di propria fiducia, e solo dopo richiedere il rimborso al Fondo Est. I termini per poter richiedere la prestazione scadono entro 1 anno dalla data di fattura o dalla spesa sostenuta, con un limite di 1.000 euro per evento gravidanza.

Fondo Est tempo determinato

Come abbiamo avuto modo di anticipare qualche paragrafo fa, anche i dipendenti a tempo determinato, part time o full time, possono avere accesso alle prestazioni del Fondo Est. Si deve tuttavia fare qualche distinzione: tale possibilità è infatti preclusa ai dipendenti di aziende che applicano il CCNL Terziario o il CCNL Farmacie speciali.

Non solo: anche i dipendenti delle aziende che hanno aderito agli altri contratti “utili” devono comunque fare i conti con qualche limitazione. Ad esempio, per le aziende che applicano il contratto CCNL Turismo è necessario che il contratto a tempo determinato sia di durata iniziale superiore a 3 mesi, mentre per le aziende che applicano il CCNL Ortofrutticoli / agrumari, la durata del contratto a tempo determinato deve essere uguale o superiore a 5 mesi.

Fondo Est dentista

Il Fondo Est prevede alcune interessanti opzioni di intervento nelle ipotesi in cui il lavoratore debba affrontare delle spese per prestazioni odontoiatriche. Tra le principali, ricordiamo la possibilità di usufruire di un contributo, nella misura del 75 per cento, di una visita specialistica e di una seduta di igiene orale professionale l’anno in strutture sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo Est, indicate dalla Centrale Operativa previa prenotazione.

Previste in un’unica soluzione, le prestazioni possono riguardare l’ablazione del tartaro, la visita specialistica odontoiatrica e altre misure per poter monitorare l’eventuale esistenza di stati patologici. Restano invece a carico dell’Iscritto, se richieste, ulteriori prestazioni, quali, ad esempio, la fluorazione, la levigatura delle radici, la levigatura dei solchi, e così via.
Non è questo, inoltre, l’unico intervento previsto in sede di prestazioni odontoiatriche. Il Fondo Est rimborsa ad esempio le prestazioni di avulsione fino a un massimo di 4 denti all’anno, e le prestazioni di implantologia fino a 3.300 euro per iscritto, da applicarsi con sotto massimale annuo di 1.300 euro per due impianti, e 700 euro per singolo impianto.
Per saperne di più vi consigliamo di consultare la guida integrale.

Fondo Est Unisalute

Anche se una buona parte delle prestazioni del Fondo Est vengono erogate direttamente da tale ente, alcuni interventi sono riservati alle attività di UniSalute. Pur di difficile sintesi, possiamo pertanto ricordare che per le prestazioni Pacchetto maternità, Fisioterapia, Presidi e ausili medici ortopedici e Agopuntura manu medica, l’utente potrà rivolgersi direttamente a Fondo Est e chiedere a questo ente il rimborso. Per le prestazioni diverse dal ricovero, è invece necessario consultare UniSalute mediante numero verde 800 01 66 48.

Fondo Est apprendisti

Uno dei quesiti più frequenti da parte di tutti i giovani lavoratori che è se il Fondo Est e le sue prestazioni possano essere applicate anche agli apprendisti. La risposta è, in questo caso, generalmente positiva per gli apprendisti di aziende che applicano il contratto CCNL Terziario, CCNL Turismo e CCNL Farmacie speciali. Non è invece prevista l’applicazione per gli apprendisti di aziende che applicano il CCNL Ortofrutticoli / agrumari.



CATEGORIES
Share This

COMMENTS