Flash Mob sul precariato organizzato da anziani a Roma

E’ stato indetto un flash mob a Roma, presso Piazza della Repubblica, il 9 aprile, da un comitato in cui fanno parte giovani e meno giovani, per protestare contro il precariato nel mondo del lavoro, che grava eccessivamente sulle nuove generazioni, rendendo loro impossibile o difficile programmare il futuro e crearsi una famiglia, rendendosi autonomi dal nucleo familiare originario.

Per annunciare l’iniziativa, tre donne anziane si sono date appuntamento in via Montebello, sempre a Roma, dove hanno esposto cartelli ironici contro la precarietà dei giovani.

L’iniziativa mirava a fare comprendere come il senso di precarietà non riguarda solo i giovani, bensì anche le generazioni dei loro genitori e nonni, non solo colpiti dalla mancata realizzazione dei figli e nipoti, ma anche diventando spesso la loro fonte di sostegno principale.

Alcuni cartelli recitavano frasi, del tipo: “Dopo 3 anni di lavoro, mio nipote ha uno stipendio più basso della mia pensione minima”, e slogan del genere.

Il flash mob è un’iniziativa, che prevede il ritrovo di molte persone nello stesso luogo, che si danno appuntamento, spesso all’insaputa degli ignari cittadini, svolgono una qualche azione rapida e poi si disperdono; una moda nata oltre oceano, spesso per puro divertimento, ma che in questo caso mira a sensibilizzare le coscienze su un tema caldo degli ultimi anni.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)