Come farsi notare su Linkedin

Per non annaspare nel mare magnum della competitività digitale, è importante saper utilizzare gli strumenti tecnologici a nostra disposizione. Ricordandosi - tra le altre cose - di fare rete e aggiornarsi continuamente

In qualsiasi modo la si pensi, una cosa è certa: la rilevanza dei social media nelle nostre esistenze si fa sempre più pesante. Essere connessi con gli altri – anche con chi si trova all’altro capo del mondo – rappresenta un’occasione importante per chi è alla ricerca di nuovi stimoli e di nuove opportunità. O per chi, più semplicemente, crede che in un mondo globalizzato come il nostro non abbia più senso rimanere chiusi dentro recinti asfittici che precludono la conoscenza di ciò che sta fuori. Abbattere le barriere, insomma, si può. Anche e soprattutto al lavoro dove i social media giocano un ruolo di focale importanza. Per incrementare la nostra visibilità sul Web, è indispensabile puntare su canali come Linkedin. Ma cosa possiamo fare per farci notare da chi conta davvero?


linkedin

image by Rawpixel.com

Diciamoci la verità: inviare un curriculum cartaceo via posta è una pratica che abbiamo consegnato da tempo agli archivi della storia. Ogni candidatura o proposta di lavoro viaggia ormai agevolmente sulla Rete, attraverso un serrato scambio di informazioni recapitabili (in tempo reale) ovunque. Se siete alla ricerca di nuove esperienze formative o professionali e desiderate raggiungere quante più persone possibili, non potete prescindere da Linkedin. Ma avere un profilo non basta, per rimanere “sulla cresta dell’onda”, occorre impegnarsi di più. I consigli consegnati dagli esperti del settore a chi vuole incrementare le chance di essere notato su Linkedin sono tantissimi. Noi ne abbiamo selezionati alcuni: quelli che ci sembravano più efficaci e convincenti.

– Fare rete. Rimanere isolato su Linkedin non ha molto senso. Se il vostro obiettivo è quello di farvi notare, stabilire contatti con gli altri è la prima mossa da compiere. Come? Unendovi a gruppi di networking dove è possibile ampliare la vostra cerchia di relazioni, puntando sulle persone che condividono esperienze ed interessi comuni ai vostri. Fare rete è un passaggio imprescindibile, che vi tornerà più che utile in qualsiasi situazione. Sia quando vorrete promozionare un’attività o proporvi ad un datore di lavoro sia quando, al contrario, sarete alla ricerca di una risorsa che potrebbe far decollare il vostro business. 

– Puntare sui gruppi giusti. Anche sulla Rete la selezione conta. Cosa vuol dire? Che raggiungere le persone giuste può fare la differenza. Se, per esempio, siete degli esperti pasticcieri, iscrivervi o creare un gruppo capace di raggiungere il vostro target di riferimento (potenziali clienti, colleghi o futuribili datori di lavoro) avrà sicuramente più senso che partecipare ad un gruppo di discussione che disserta di pesca subacquea. Fare rete con le persone giuste è un punto da non sottovalutare: se darete prova della vostra competenza e professionalità a chi si muove nel vostro stesso ambito di lavoro, le possibilità di farvi notare da chi potrà cambiarvi la vita (dal punto di vista professionale) non potranno che aumentare.

– L’importanza di aggiornarsi. Immaginate di passare davanti ad un negozio che espone, da mesi, in vetrina sempre gli stessi articoli. L’interesse iniziale che aveva suscitato in voi non potrà che scendere quando vi renderete conto che il gestore non si impegna minimamente ad attrarre nuova clientela all’interno. Lo stesso ragionamento può essere applicato al vostro profilo Linkedin, che dovrebbe essere costantemente aggiornato. Anche quando le cose sembrano essersi assestate, è buona norma provvedere ad un restyling periodico della vostra pagina. Che non deve necessariamente riguardare il lavoro. A tornare utili potrebbero essere anche l’esperienza di volontariato fatta sotto casa o il corso di francese online seguito nell’ultimo mese. L’imperativo deve essere non trascurarsi ed impegnarsi a fornire spunti sempre nuovi a chi si trova a visitare (più o meno occasionalmente) il vostro profilo Linkedin.

– Sostenere per essere sostenuti. E veniamo al consiglio apparentemente più filantropico: quello che riguarda l’importanza di riconoscere i meriti degli altri. Linkedin offre, tra le altre cose, la possibilità di segnalare le competenze delle persone che fanno parte del vostro networking. E di sponsorizzarle per farne “salire le quotazioni” sulla Rete. Si tratta di un’operazione che, secondo gli esperti, non andrebbe presa sottogamba. Le persone che ricevono un endorsement si sentono gratificate e si mostrano solitamente bendisposte a ricambiare il favore. Ne consegue che la generosità che mostrerete nel supportare gli altri dovrebbe procurarvi altrettante “sponsorizzazioni”. A tutto vantaggio delle vostre possibilità di essere notati – da chi conta – su Linkedin. Si tratta, in pratica, di un do ut des digitale che potrebbe segnare importanti cambiamenti professionali.

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)




CATEGORIES
Share This

COMMENTS