Estate da sogno per balneari: è record di presenze in spiaggia

“Segno positivo praticamente in tutti i litorali italiani nei primi due mesi estivi”: a festeggiare il boom di presenze sui lidi del Bel Paese, il presidente del Sindacato Italiano Balneari, Riccardo Borgo.

C’è chi maledice il caldo torrido che non concede tregua neanche di notte e chi, al contrario, benedice la colonnina di Mercurio in costante ascesa. La calda estate 2015 starebbe fruttando molto agli imprenditori balneari che, tra giugno e luglio, hanno registrato un boom di presenze che fa ben sperare per il mese di agosto.


balneari

image by haveseen

“Dopo lo scorso anno, quando piogge e temperature inferiori alla media avevano condizionato le vacanze al mare degli italiani – ha dichiarato Riccardo Borgo, presidente del Sib (Sindacato italiano balneari) – nei mesi di giugno e luglio 2015, complici le ottime condizioni meteo, gli stabilimenti balneari hanno lavorato a pieno ritmo, con incrementi delle presenze fino al 30% in Campania e Sicilia. Anche se il ‘tutto esaurito’ lo abbiamo registrato solo nei week-end”.

Secondo i dati raccolti dal sindacato, le cose, a giugno, sono andate particolarmente bene ai balneari abruzzesi e liguri, che hanno assistito a un incremento del 20% delle presenze rispetto all’anno precedente; ma anche a quelli calabresi, marchigiani e siciliani (+15%). Ma è a luglio che gli affari degli imprenditori dei lidi sono andati a gonfie vele, con un incremento delle presenze del 30% in Campania e in Sicilia e del 25% in Abruzzo, Liguria, Puglia e Toscana.

L’assalto alle spiagge è da riferire alle temperature torride, ma non solo. Parte del merito va, infatti, riconosciuto agli imprenditori balneari che hanno tentato di ingolosire, in ogni modo, la clientela. Come? Proponendo offerte più che allettanti come l’opzione “ultimo tuffo”, che permette agli irriducibili di rimanere in spiaggia fino al tramonto pagando solo pochi euro in più o lo sconto del 50%, dopo le ore 14 dei weekend, riservato a chi è in possesso di un abbonamento settimanale. E se in città spopola la moda del car sharing, perché non fare lo stesso in spiaggia proponendo alle famiglie di condividere gli ombrelloni per abbattere i costi?

Tra coloro che hanno risposto, con maggiore convinzione, al “richiamo” del mare italiano, i turisti stranieri, soprattutto russi e cinesi (ma anche americani, inglesi e tedeschi). Che hanno molto apprezzato la possibilità di mangiare sotto l’ombrellone, di usufruire della wi-fi gratuita e del servizio di salvataggio, che ha consentito ai genitori di rimanere comodamente seduti sulle sdraio mentre i loro figli giocavano con le onde.

“Ci auguriamo che questo trend positivo continui anche ad agosto ha aggiunto Borgo – che anche quest’anno si conferma il mese preferito dagli italiani per le vacanze. Già oggi, però, possiamo affermare che i primi due mesi estivi del 2015 sono stati i migliori dell’ultimo decennio“.

 




CATEGORIES
Share This

COMMENTS