Eni assume 200 ingegneri neolaureati

Eni, uno dei big italiani dell’energia mondiale, sta cercando 200 neolaureati da inserire all’interno delle proprie strutture, ai quali demandare ruoli e responsabilità di natura tecnica. Una campagna di recruitment che punta a giovani da introdurre nelle sedi italiane e all’estero, incrementando la qualità e la quantità del già rilevante organico societario mediante l’inserimento di professionalità di spicco, cui riservare ottime possibilità di carriera.


I numeri di Eni

Eni, attraverso le proprie strutture e le divisioni che compongono la ricca articolazione aziendale, è oggi impegnata in attività di ricerca, di produzione, di trasporto, di trasformazione e di commercializzazione del gas naturale e del petrolio. Un settore particolarmente importante e delicato, in continua evoluzione, all’interno del quale le nuove risorse umane della società potranno certamente trovare lo sbocco professionale maggiormente desiderato.

Attualmente, per Eni lavorano quasi 80 mila persone, in 85 diversi Paesi del mondo. Numeri che sottolineano la straordinaria ampiezza dell’organico della compagine societaria, e la naturale propensione dei ruoli verso strategie di inserimento internazionale. Sebbene non siano escluse delle posizioni di livello locale, una buona parte dei ruoli offerti da Eni sono di respiro mondiale, con un dinamismo da parte dei propri impiegati che non potrà che essere gradito e/o ricercato come requisito fondamentale.

Proprio la diversità culturale ed esperenziale è sottolineato da Eni quale punto di forza della propria struttura, unito al coinvolgimento diretto dei Paesi produttori di risorse prime. Negli ultimi anni, partendo da queste solide basi, la società ha dato il via a un ricco programma di recruitment su scala internazionale, con l’auspicio di poter proseguire sul percorso già intrapreso anche in questo periodo di profonda crisi.

L’offerta di Eni

Per il 2012 Eni ha in mente di offrire posizioni per 200 neolaureati, per la grande maggioranza ingegneri che verranno destinati a ruoli tecnici, e che verranno impiegati nelle sedi operative italiane ed estere, pur con una forte mobilità – come già preannunciato – verso i Paesi dove è presente il business aziendale, un portafoglio di mercati emergenti e maturi dove Eni è da tempo operante.

“Entrare a far parte di Eni” – sottolinea la società in un comunicato – “significa divenire partecipi di una storia segnata da grandi sfide, operare in una delle maggiori fucine di cultura energetica a livello internazionale e accrescere le proprie conoscenze insieme ai migliori professionisti del settore, aumentare la propria conoscenza, completarla e soprattutto tradurla in attività operativa in un contesto all’avanguardia, con il supporto di un sistema di formazione continua, sviluppare soluzioni per problemi ad altissima complessità, come progettare l’estrazione del petrolio a profondità mai raggiunte e in condizioni climatiche estreme, senza danneggiare l’ambiente, lasciare il segno in progetti ambiziosi”.

Con tale spirito, la compagnia offre posizioni professionali e di carriera in Italia e all’estero, dando l’opportunità ai propri dipendenti di scegliere se lavorare nel proprio paese di provenienza o essere assunti nel proprio paese con successiva assegnazione all’estero o ancora essere inseriti in percorsi professionali esclusivamente internazionali, caratterizzati pertanto da una forte mobilità.

Come candidarsi in Eni

Candidarsi a ricoprire una posizione in Eni è piuttosto facile. È infatti sufficiente accedere al sito internet ufficiale della compagnia, al sito eni.com, e di qui introdursi nella sezione dedicata alle carriere, “Lavora con noi”.

Lavorare con Eni

Come immediatamente percepibile, le occasioni di formazione e di inserimento professionale offerte da Eni sono estremamente ampie e diversificate. Noi vi consigliamo di consultare immediatamente l’elenco delle opportunità aperte, cliccando su “opportunità professionali”: verrà aperto un elenco dettagliato di tutte le candidature per le quali inoltrare la propria manifestazione di interesse per via diretta.

Se nell’elenco delle posizioni aperte non dovesse esser presente niente di gradimento, è comunque possibile inviare spontaneamente il proprio CV. Grazie a una fase di registrazione immediata e gratuita, i nostri dati verranno memorizzati nell’archivio recruitment Eni, e potranno essere modificati in un secondo momento, contribuendo così a mantenere un profilo sempre aggiornato e valido.

Vi consigliamo altresì di consultare il calendario degli eventi formativi professionali e gli accordi tra la compagnia e le Università, che spesso possono costituire una valida anticamera per entrare a lavorare nell’azienda.



CATEGORIES
Share This

COMMENTS