Electrolux, firmato accordo tra sindacati e impresa

E’ stato firmato un accordo preliminare di intesa tra sindacati e impresa, sulla complessa questione dell’Electrolux, l’azienda di elettrodomestici, che da tempo ha annunciato una riorganizzazione dei suoi stabilimenti in Italia, con prospettive anche di tagli di posti di lavoro.


La bozza è stata sottoscritta alla presenza del Ministro per lo Sviluppo Economico, Paolo Romani, al ministero di via Veneto e garantirebbe il livello occupazionale per i circa 6000 dipendenti degli stabilimenti.

Si prevede una riduzione progressiva dell’occupazione di 600 unità, in particolare sarebbero così 743 gli esuberi, 453 a Susegana e 287 a Porcia.

Soddisfatto il Ministro Romani, che parla di un uso intelligente dell’orario di lavoro, che garantisce l’occupazione e sottolinea come la mediazione del governo abbia portato al risultato di mantenere le fabbriche della Electrolux in Italia, conservando la vocazione industriale dell’Italia.

I sindacati, dal canto loro, confermano l’accordo, ma spiegano che si renderà attuativo, dopo l’approvazione dei lavoratori coinvolti.



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS