Economia italiana in peggioramento, diventano cruciali le riforme d’estate?

L’economia italiana peggiora, e nessuna statistica sembra poter evitare un commento negativo in merito all’evoluzione del Prodotto interno lordo della Penisola.

economia italiana

Lo stesso Ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, è in merito intervenuto in maniera piuttosto amara, sottolineando come i dati Istat non abbiano recepito alcuna inversione di tendenza, e precisando come – a questo punto – la necessità di dare un impulso rapido al “motore” tricolore, mediante le riforme estive, sia straordinariamente importante.


I commenti di Padoan sono tuttavia ancora speranzosi per le sorti italiane, rigettando – dinanzi alla stampa – qualsiasi ipotesi di “commissariamento” sostanziale del BelPaese. “Il Paese deve riformarsi da solo e lo sta facendo. Dobbiamo farlo ancora più in fretta” – ha affermato il ministro a Roberto Napoletano, de Il Sole 24 Ore.

I dati dell’economia anche più recenti confermano un’economia che stenta a uscire dalla recessione. Rimango, però, convinto che esistano segnali positivi che andranno apprezzandosi nei prossimi trimestri e nei prossimi anni” – dichiara il Ministro a Il Sole 24 Ore – “Parlo del 2015 e del 2016. E dico questo non per una banalità contabile, ma perché è importante mantenere una prospettiva di medio periodo e i primi atti del governo Renzi sono, per me, tutti orientati a un obiettivo: realizzare politiche con impatto duraturo e crescente nel lungo termine”.

Economia italiana: negato il pareggio di bilancio

Il biennio 2015 – 2016, atteso come il periodo di ripresa, si scontra tuttavia con la posizione di Bruxelles, che negli ultimi mesi ha più volte negato il rinvio del pareggio di bilancio proprio a tale periodo, domandando invece degli sforzi aggiuntivi giù da quest’anno. Preoccupazioni a parte, prevale la consapevolezza che in tutto il vecchio Continente si stiano producendo i giusti sforzi per poter mettere in pratica misure di sostegno alla crescita, e che proprio tali ispirazioni debba abbracciare e adottare l’Italia.

“Nella riunione dell’Ecofin di settembre dedicheremo molta attenzione a misure concrete di sostegno agli investimenti. Bisogna guardare avanti, i mille giorni sono una cosa concreta. I mercati continuano ad avere un atteggiamento positivo nei confronti dell’Italia e si aspettano la crescita. Ma sta al governo dimostrare di sapere attivare la crescita” – conclude Padoan.



CATEGORIES
Share This

COMMENTS