Diventare Personal Shopper

Ne abbiamo già parlato in passato (https://news.biancolavoro.it/categorie/53-professioni-come-diventare/707-il-lavoro-del-personal-shopper.html), ma visto l’interesse riscosso… torniamo sull’argomento.

Un lavoro divertente, leggero, all’aria aperta, per certi versi bizzarro, ma in interessante aumento di richiesta e popolarità: il personal shopper.

La figura del personal shopper consiste nell’accompagnare una persona (ovviamente dietro compenso) nello shopping, consigliandolo e guidandolo durante l’acquisto.


Il fine primario di questa figura è quello di CONSIGLIARE al proprio cliente la merce migliore da acquistare, valutando la moda, il prezzo, la qualità ecc.

Si và dall’abbigliamento (in questo caso, il personal shopper dovrà valutare quali abiti si adattano meglio al proprio cliente e le mode del momento), ai regali (in modo da evitare i classici regali “da conservare nell’armadio”), passando per arredamento e oggetti tecnologici ed informatici (quando si è inesperti nel settore, un consiglio disinteressato è sempre utile se non fondamentale).

In alternativa, il “personal shopper” potrebbe del tutto sostituirsi al cliente negli acquisti, ovvero acquistando lui stesso la merce per il proprio cliente.
In questo modo, il cliente, oltre ad essere sicuro di acquistare merce di qualità e trendy; risparmierà anche del tempo prezioso.

Insomma, un “lavoro ideale” sotto molti aspetti.
Ovviamente l’ultima parola, sta a ciascuno di voi, in quanto la concezione di “lavoro perfetto” è soggettiva (relativamente), ma se avreste sempre desiderato essere pagati per fare shopping (o perlomeno per accompagnare una persona nel farlo) beh.. questo è il lavoro che fa per voi !

Inutile dire che i principali datori di lavoro per i personal shopper sono persone benestanti, inutile spiegare il motivo.
Tuttavia, la popolarità di questo lavoro è in forte aumento anche qui in Italia, dove comunque è stato conosciuto in ritardo aspetto ad altre nazioni, dove questo lavoro è già conosciuto ed affermato.

Ma, come diventare personal shopper?
Diciamo che titoli di studio e carriera brillante, non sono certo requisiti fondamentali.
Fondamentali sono invece delle peculiarità riguardanti il proprio carattere e la propria personalità: abilità nel relazionarsi con altre persone (assolutamente fondamentale) e di saper consigliare bene a quest’ultime, valutando bene da persona a persona.
Ogni persona (e relativi gusti) è diversa dalle altre.
Inoltre, è molto importante avere gusti raffinati, ottima conoscenza delle mode (ed in caso ci si occupi anche di oggetti elettronici, buona conoscenza di informatica ed hi-tech); nonché conoscere i negozi della propria zona in quanto, in base ai gusti ed alle esigenze del cliente, ci si dovrà recare al negozio che si ritiene più adatto.
Costituisce carattere preferenziale anche la conoscenza di lingue, in modo da poter servire anche clienti esteri (ottimo in caso di turisti che non conoscono i negozi locali).

Se pensate di avere queste caratteristiche, allora fatevi pubblicità, fatevi conoscere ed iniziate la vostra carriera da personal shopper (P.S: anche alcuni grandi negozi sono in cerca di questa figura, da integrare direttamente nella propria attività).



CATEGORIES
Share This

COMMENTS