Disoccupazione giovanile: di nuovo su ad agosto

Nell'area Ocse, peggio di noi fanno solo la Spagna e la Grecia

La buona notizia è che, anche secondo i calcoli effettuati dall’Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico), ad agosto, la quota di disoccupati italiani è scesa. La cattiva notizia è che il numero dei senza lavoro tra i giovani di età compresa tra i 15 e i 24 anni è, invece, tornato a salire.


disoccupazione giovanile

image by CREATISTA

L’ultima rilevazione dell’organizzazione parigina ha stimato, per l’intera area Ocse (che, lo ricordiamo comprende le 34 economie più robuste del globo), un tasso di disoccupazione pari al 6,8%, in calo dell’1,3% rispetto al record negativo registrato nel gennaio del 2013. I disoccupati sarebbero, in tutto, 41,5 milioni: 7,5 milioni in meno rispetto al 2013, ma 6,4 milioni in più rispetto al 2008. Come dire che se è forse vero che il peggio è alle nostre spalle, è altrettanto vero che il divario con i livelli pre-crisi risulta ancora profondo. Quanto al tasso di disoccupazione giovanile, nell’area Ocse si è attesto al 13,7%, facendo registrare la performance migliore da ottobre 2008. Una magra consolazione, se si pensa che il numero dei senza lavoro – che sfiora i 10 milioni – risulta ancora eccessivamente alto.

E veniamo alle statistiche italiane: l’Ocse ha confermato il dato diffuso dall’Istat che, per il mese di agosto, aveva certificato un calo del tasso di disoccupazione dal 12 all’11,9%. Ma le buone notizie finiscono qui perché, anche secondo i calcoli dei tecnici di Parigi, la disoccupazione giovanile in Italia è tornata a salire (seppure di poco) raggiungendo quota 40,7%. Un cambio di passo non proprio incoraggiante, che arriva dopo una flessione di quasi 3 punti percentuale rilevata tra giugno (43%) e luglio (40,4%). Il +0,3% registrato ad agosto non rappresenta, di per sé, una “catastrofe” in termini numerici, ma segna un’inversione di marcia che non fa ben sperare. Peggio di noi solo la Spagna, che detiene il triste primato di disoccupazione giovanile, pari al 48,8%, e la Grecia, con il 48,3%.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS