Debito pubblico giù, entrate tributarie su

In discesa anche le disponibilità liquide del Tesoro. E se si guarda ai primi 7 mesi dell'anno, l'andamento resta preoccupante

Che la nostra economia fatichi più di molte altre a riprendersi per colpa di un debito pubblico monstre, è cosa nota a tutti. Per questo, l’ultimo aggiornamento fornito ieri dalla Banca d’Italia sulla finanza pubblica italiana – che certifica un piccolo “cambio di passo” – può giustificare un cauto ottimismo. Stando ai calcoli dei tecnici di via Nazionale, infatti, il nostro debito pubblico sarebbe sceso, a luglio, di 4,5 miliardi (rispetto al mese precedente) attestandosi sui 2.199 miliardi di euro.


debito pubblico

image by Lisa S.

E in discesa sono date anche le disponibilità liquide del Tesoro che, sempre nel mese di luglio, sarebbero diminuite di 4,7 miliardi di euro, passando dai 109,7 miliardi rilevati a luglio 2014 ai 96,2 miliardi di luglio 2015. Tornando ai dati sul debito pubblico, la flessione più significativa (pari a –3,5 miliardi di euro) l’hanno fatta registrare le amministrazioni centrali, mentre quelle locali hanno ridimensionato il loro debito di 1,2 miliardi. In controtendenza, invece, gli enti di previdenza che, a luglio, hanno fatto aumentare di 0,2 miliardi il loro debito pubblico. Ma cerchiamo di non farci troppe illusioni perché se è vero che il supplemento targato Bankitalia ha documentato un piccolo “cambio di rotta”, è altrettanto vero che allargando un po’ la prospettiva, i dati rimangono preoccupanti. Nei primi sette mesi dell’anno, infatti, il debito pubblico italiano è aumentato di 64,3 miliardi di euro, così come le disponibilità liquide del Tesoro che hanno fatto segnare un +49,8 miliardi di euro. 

Per quanto riguarda, infine, le entrate tributarie, a luglio lo Stato ha messo in cassa 37,8 miliardi di euro, 1,9 miliardi in più rispetto all’anno precedente. E un “incasso” più soddisfacente è stato rilevato anche nei primi 7 mesi dell’anno: le entrate hanno fruttato, infatti, 224,9 miliardi di euro contro i 224 intascati nello stesso periodo dell’anno precedente.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS