Curtatone, il Comune che ti cerca lavoro in tutta la Provincia

la piazza di Curtatone, MantovaFacendo da intermediario fra domanda ed offerta, all’interno del progetto Filo diretto, il Comune di Curtatone (Mantova), si propone di trovare lavoro ai suoi cittadini e di creare, così, un legame fra imprese, residenti e territorio. Grazie ad un accordo con Camera di Commercio e alla Provincia, infatti, il Comune è entrato a far parte dell’iniziativa denominata Network delle competente e delle azioni territoriali per l’occupazione e la competitività e si è preposto l’obiettivo di raccogliere tutti i curricula dei suoi residenti per creare legami più ampi e trovare soprattutto un posto di lavoro ai residenti in cerca di una occupazione.

La novità forse più interessante e che diverrà operativa a breve, oltre al positivo ruolo d’intermediario da parte del Comune, è quella di poter sfruttare una banca dati provinciale (e non quindi limitata al Comune di appartenenza dei residenti). L’ente locale si occuperà cioè di inserire il curriculum dei residenti in Curtatone in stato di disoccupazione, cercando loro opportunità di lavoro in una banca dati che ha la possibilità di captare tutte le richieste  esistenti Provincia, aumentando così le possibilità di ogni singolo aspirante occupato.

A spiegare meglio l’intera iniziativa, come riportato dalla Gazzetta di Mantova è stato il sindaco Antonio Badolato: “Abbiamo sottoscritto un accordo di partnership, a breve verrà creata una piattaforma informatica delle competenze, costituita da una banca dati online del nostro territorio” aggiungendo: “La Camera metterà a disposizione del territorio provinciale i dati dei nostri residenti e noi, senza spendere un euro, entriamo in questo circuito con l’opportunità di verificare le esigenze delle aziende non solo di Curtatone ma dell’intera provincia”.

Ma come funziona in pratica il sistema? I cittadini di Curtatone potranno, come detto, inserire il proprio curriculum in una rete più ampia oppure inviarlo a Filo diretto e cercare così lavoro nella zona in cui risiedono grazie alla nuova piattaforma online, ma, qualunque scelta essi facciano, sarà sempre il loro Comune a fare da tramite ed a cercare di agevolare l’incontro fra domanda ed offerta in modo  ad che ogni “cliente” del servizio possa essere garantita una performance soddisfacente, oltre che del tutto trasparente. Ovviamente c’è da augurarsi che iniziative come questa si moltiplichino in tutta Italia, magari anche velocemente.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)