Curriculum originali: rischi e vantaggi

Da quello in musica all'inversione logica. I curriculum originali possono portare molto in alto, ma ci sono rischi che è meglio non ignorare.

Cercando lavo ro si ricevono quasi sempre un gran numero di rifiuti. Anche quando un’azienda non risponde alla vostra candidatura, il silenzio significa inevitabilmente che siete stati scartati. Spesso accade non tanto perché non siate qualificati, ma per l’enorme numero di richieste inviate. Chi viene scelto è sicuramente adatto a quel posto, ma il più delle volte è anche stato piuttosto fortunato. Magari con le sue stesse qualifiche c’erano altri dieci o cento candidati, ma hanno scelto lui scartando tutti gli altri. Per cercare di “saltare la fila” e balzare così agli occhi dei recruiter molto più facilmente c’è chi si è inventato nuove forme di curriculum originali. Queste ultime, in alcuni casi hanno sicuramente centrato l’obiettivo, ma non sono esenti da rischi.  Vediamone alcune.


curriculum originaliIl curriculum manifesto

Qualche tempo fa fece discutere il “curriculum cartellone ” di Adam Pacitti, che investì 500 dollari nel creare un megamanifesto pubblicitario nel quale specificava di cercare lavoro dicendo di aver speso i suoi “ultimi 500 dollari”  proprio per quel cartellone e se per favore qualcuno potesse offrirgli un lavoro. Aprì anche un sito (EmployAdam) in cui compariva tra le altre cose un video cv. Pacitti disse di aver ricevuto, in seguito alla sua originalissima iniziativa, circa 60 offerte di lavoro concrete.

Ditelo con la musica

Tra i curriculum originali è sicuramente annoverabile quello “in musica” di Alec Biedrzycki, che (come altri) ha postato su youtube il suo percorso professionale “musicato” ad arte, ottenendo in breve tempo un ottimo posto da marketing manager.

Sei tu che devi offrimi un lavoro, non io a cercarlo

Coraggioso come pochi altri, Andrew Horner dopo essersi visto rifiutare decine di volte ha deciso di alzare il tiro, creando un sistema di candidature inverso; in poche parole attraverso un sito progettato ad hoc, Horner accoglieva le offerte dei datori di lavoro (come un vero portale di offerte, ma dedicato solamente a se stesso), dando anche a questi ultimi criteri piuttosto stringenti: “se non rispondo entro un giorno o due, probabilmente è perché non sono rimasto impressionato dalla vostra offerta, dalla descrizione del lavoro, o dal modo in cui l’avete scritta”. Insomma, “chi comanda sono io” sembrerebbe voler dire Horner. A quanto pare ha avuto ragione a fare così, visto che ora lavora per una startup.

Curriculum originali: belli e rischiosi

Certo è che non è tutto oro quello che luccica. I curriculum originali sono belli e d’impatto, ma possono anche irritare i recruiter al punto da decidere di scartarvi senza nemmeno farsi venire la voglia di finire di guardarli. Ma allora servono davvero, o sono solo iniziative estemporanee e un po’ “matte” che in qualche caso vanno bene e fanno notizia ed in tutti gli altri fanno invece solo danni? Probabilmente una risposta precisa non c’è, ma quel che si può certamente dire è che l’efficacia dei curriculum originali dipende molto dal posto di lavoro per il quale ci si vuole candidare. Se la natura di quest’ultimo è creativa o artistica, dimostrare fin da subito la propria creatività (ovviamente avendo coscienza di esserne dotati e di sapere bene quel che si fa e non, quindi , improvvisando a caso), può certamente essere una buona strategia. Contrariamente spedire decine di curriculum “strani”, pur fatti magari benissimo, per impieghi che nulla c’entrano con la creatività aumenta fortemente il rischio di essere considerati un po’  troppo originali per un posto che non presenta caratteristiche orientate al creare.

A quel punto, sta tutto nelle mani del selezionatore che pur vedendo le vostre competenze assolutamente in linea con il lavoro offerto, potrebbe valutare la vostra candidatura così originale come “troppo fuori dal coro”, o addirittura, per prendere in considerazione il caso peggiore, una sorta di presa in giro. Potrebbe, al contrario anche apprezzare il coraggio dimostrato e convincersi che data la vostra determinazione e spregiudicatezza, possiate dare all’azienda quell’apporto in più che sta effettivamente cercando. Siamo però nel campo delle valutazioni soggettive di chi deve decidere se chiamarvi a colloquio o meno, con tutti i rischi che ne conseguono. Se decidete di dedicarvi ai curriculum originali insomma, valutate prima molto bene per quali impieghi possano essere adatti e per quali invece è probabilmente il caso di restare maggiormente nei ranghi.

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)




CATEGORIES
Share This

COMMENTS