Professione Croupier, corsi e lavoro

Requisiti, corsi e stipendi. Tutte le informazioni per intraprendere l'avvincente lavoro di croupier!

Il lavoro di croupier da sempre è molto richiesto in tutta Europa, visto il numero sempre più grande di casinò che si aprono. Di conseguenza, le opportunità di lavoro in questo campo aumentano sempre di più. E’ un lavoro che appassiona per di più i giovani, ma non tutti sanno effettivamente chi è il croupier, di cosa di occupa e quali siano le sue principali mansioni. Ad ogni modo va detto che le opportunità di lavoro sono davvero tante e sono previsti ottimi guadagni. E tu, sei interessato a conoscere meglio la professione del croupier? Vuoi sapere come diventare Croupier e quali requisiti devi avere per poter svolgere questa mansione? Ti interessa sapere quanto potresti guadagnare e quali sono le opportunità di lavoro? Ecco qui di seguito una guida su questo interessante mestiere.


diventare croupier

Chi è e cosa fa il croupier

Il compito del Croupier è quello di occuparsi dell’amministrazione, della vigilanza e dell’operatività del tavolo da gioco, sia esso un tavolo da poker, da carte in generale o la classica roulette. Controlla le scommesse, le puntate e distribuisce le vincite. Qualità indispensabile? Deve essere il più veloce possibile: più giocate si effettuano, più il casinò guadagna. Deve controllare la regolarità delle operazioni, spiegando nel contempo ai meno esperti le regole della contesa.

Il mestiere del croupier è molto antico ed esiste praticamente da quando è nato il gioco. Per poter svolgere questa mansione, chiaramente bisogna avere una certa predisposizione, visto che è un lavoro molto impegnativo che richiede massima attenzione e massima concentrazione. La parola croupier deriva dal francese ed in genere indica l’addetto di un casinò il quale ha delle specifiche mansioni. Quali? Innanzitutto si occupa di accettare le scommesse dei giocatori, serve al tavolo da gioco e cosa più importante deve sempre controllare la liceità delle puntate dei vari giocatori. Infine, il croupier si occupa di pagare le vincite.

Detto in parole più semplici, questa figura professionale si occupa dell’amministrazione, della vigilanza ed anche dell’operatività del tavolo da gioco sia che si tratti di un tavolo da poker che di carte o ancora la classica roulette. Ovviamente, come abbiamo visto, per poter svolgere questa mansione è importante avere delle qualità ben specifiche. Quali? Oltre al fatto di dover sempre essere molto concentrati, è importante essere veloce perché è chiaro che più puntate vengono effettuate, più il casinò guadagna.

Come diventare croupier

Ci sono diverse agenzie e società internazionali che propongono corsi di 3 mesi abbondanti per diventare croupier. Il costo del corso supera di poco le 3000 euro, ma nel contratto si possiede già la garanzia di un contratto  a tempo indeterminato alla fine dello stesso, in un casino di una città/capitale nel Mondo (quasi sempre in Europa), o su una nave da crociera. La passione per le carte e per i giochi d’azzardo (per chi le ha non sarebbe nemmeno un lavoro forse fare il croupier) rappresentano un requisito desiderato, anche se gli unici pre requisiti indispensabili consistono nel possedere un diploma, non essere daltonici, nel non aver riportato condanne penali e nel non avere tatuaggi in vista.

Si deve essere disposti a lavorare nei weekend, anche la notte: dai 19 anni ad un’età anziana, tutti possono accedere a questa professione, se si è energici, vitali e motivati.

Di solito le figure maschili sono leggermente preferite rispetto a quelle femminili (ma non è una regola) per questo tipo di professione, ed è fondamentale imparare bene la lingua inglese.

Sarà fondamentale la pazienza con le centinaia di giocatrici e di giocatori con cui ogni giorno avrete a che fare, dai caratteri più diversi, e la solarità da diffondere tra le persone presenti al tavolo.

Se sei interessato a svolgere questa mansione, devi sapere che occorre sottoporsi ad una specifica formazione. Esistono infatti diversi centri dove è possibile conseguire l’attestato che è ritenuto necessario per poter svolgere questa mansione. In genere, gli attestati rilasciati hanno una validità internazionale. Va sottolineato che per poter partecipare a questi corsi, non bisogna avere alcun precedente penale e bisogna essere in possesso di determinati requisiti. Una volta poi terminato il corso, viene rilasciato l’attestato e solitamente è la stessa scuola che si è frequentata ad aiutare a trovare il primo lavoro.

Nel nostro paese, sono presenti ben quattro casinò e sono tutti municipali. Accedervi non è poi così tanto semplice, ma vale comunque la pena provarci. Un po’ meno difficile accedere ai corsi all’estero e soprattutto trovare lavoro. Il fatto che nel nostro paese non sia così tanto facile svolgere questa mansione è semplicemente perché c’è parecchia diffidenza di fronte al gioco d’azzardo e lo testimonia la stretta sulle slot machine alla quale abbiamo assistito negli ultimi anni. Ad ogni modo, conseguito l‘attestato e trovato un Casinò o una nave da crociera, al primo incontro viene generalmente proposto un table test che altro non è che una simulazione di gioco. Nel caso in cui la prova venga superata, si viene assunti e si passa alla sottoscrizione del contratto che in genere è a tempo indeterminato.

Corsi per Croupier

In Italia è possibile conseguire l’attestato, dopo aver frequentato dei corsi ben specifici. Quali e dove? Ecco alcune sedi tra le più importanti in Italia.

Centro Formazione Croupier

A partire dagli anni ’90, nel nostro Paese esiste un apposito centro, ovvero il Centro Formazione Croupier, con diverse sedi presenti nelle principali città italiane quali Roma, Torino, Milano e Padova. Questo Centro rilascia un attestato che è riconosciuto in tutto in mondo. In genere, questo Centro organizza dei corsi più volte l’anno e questi, mediamente, hanno una durata di circa 120 ore. E’ possibile anche seguire, in queste sedi, il corso per dealer ed in questo caso la durata è inferiore, circa 50 ore. Al termine del periodo formativo e dunque alla conclusione delle 120 ore, bisognerà sottoporsi ad un test e soltanto dopo averlo superato, verrà rilasciato l’attestato di formazione. Quanto costa? In genere i costi, per poter conseguire l’attestato in questo Centro oscillano tra i 1.200 ed i 2.100 euro +IVA.

Croupier Courses International

In Italia, e più nello specifico a Palermo, esiste anche la prestigiosa Croupier Courses International, un grande centro di caratura internazionale. In questo caso, però, i corsi vengono riservati solo agli under 35 i quali devono conoscere molto bene l’inglese. Il corso dura all’incirca tre mesi.

Requisiti croupier

In parte lo abbiamo detto, per poter svolgere questa mansione bisogna avere dei requisiti ben specifici. Innanzitutto è importate la velocità, visto che questa figura professionale deve contemporaneamente fare diverse cose. Cosa?

Accettare le scommesse, controllare che le puntate e la paga delle vincite siano lecite, raccogliere e assegnare le chip in base alle vincite o perdite. In tutto ciò, deve elaborare nel più breve tempo possibile i calcoli aritmetici. Più veloce sei, più giocate si fanno e ovviamente più il casinò guadagna. E’ altresì importante occuparsi del customer service, ovvero il croupier deve intrattenere il cliente e spiegare come funziona il gioco, nel caso non si tratti di un giocatore professionista.

Tra le altre qualità, il croupier deve essere gentile e anche molto socievole, essere sicuro di se stesso e apparire risoluto e deciso. Bisognerà, inoltre, conoscere molto bene la lingua inglese, ma potrebbe essere richiesta la conoscenza anche di altre lingue, soprattutto se si lavora su navi da crociera o Casinò all’estero.

Ma non finisce qui, visto che è anche richiesta una disponibilità a lavorare nelle ore notturnee di conseguenza è importante saper mantenere un alto livello di concentrazione per diverse ore. Bisognerà avere tanta pazienza con le centinaia di persone, giocatori e giocatrici con cui ogni giorno questa figura professionale si trova a che fare. Infine, è richiesto ingegno ed intelligenza, non bisogna essere daltonici, non aver riportato alcuna condanna penale e non avere tatuaggi in vista. In genere per questa mansione è preferita la figura maschile, anche se non è una regola.

Soft skill necessarie

Si tratta di competenze trasversali ovvero le particolari abilità e competenze che un croupier deve possedere per svolgere questa mansione. Non si tratta di competenze tecnico-specialiste, ma di competenze comunicative, l’attitudine al lavoro in team e saper gestire il tempo. In questo caso, avendo già in precedenza elencati i requisiti necessari per poter svolgere questa mansione, aggiungiamo le soft skills, tra le più richieste. Il croupier dovrà essere creativo, dovrà saper lavorare in team ed essere in grado di intervenire qualora si presenti un problema, cercando una soluzione. Bisognerà, inoltre, essere predisposti all’ascolto, a comprendere le ragioni degli altri e se il caso essere in grado di trovare dei compromessi. Trattandosi di u lavoro piuttosto stressante, visto gli alti ritmi, il fatto di dover spesso lavorare di notte, nei festivi è determinante che il candidato croupier sappia gestire lo stress, essendo consapevole dei propri limiti e bisogni.

Stipendio e guadagni in generale

Un lavoro itinerante, per gente disposta a viaggiare, uno dei pochi lontani dalle logiche di raccomandazioni internazionali e quindi realmente meritocratico, tanto che chi si impegnerà potrà lasciare i tavoli da gioco e diventare ispettore (figura che controlla i croupier con guadagni dai 2000 euro netti in su). A seguire i pit boss, coloro che controllano un’intera area di gioco con diversi tavoli, il cui stipendio supera facilmente i 5000 euro, e poi in cima alla piramide ci sono i manager, con stipendi molto elevati.

Negli anni passati, il croupier è una figura professionale che è arrivata a guadagnare cifre molto importanti. Poi, nel corso del tempo le cose sono cambiate. Gli stipendi adesso si sono stabilizzati e oggi è praticamente la figura che meno guadagna all’interno di un Casinò. Non bisogna però dimenticare che il Croupier riceve delle mance, che spesso sono molto consistenti, soprattutto in caso di vincite sostanziose. In questo caso le fiches sono messe tutte insieme e poi divise tra i dipendenti e la cifra ammonta dai 200 ai 400 euro al mese. In Italia i Casinò sono municipalizzati, ciò vuol dire che i Croupier sono dipendenti che hanno dei contratti che derivano da accordi sindacali.

Questo vuol dire che lo stipendio base di un croupier parte dai 1.300, ovviamente escludendo le mance. All’estero, invece, sia che si tratti di Casinò che di navi da crociera, lo stipendio parte da 800 e arriva ad un massimo di 1.200 euro al mese, sempre mance escluse. Un croupier con tanta esperienza, può arrivare a guadagnare almeno 2 mila euro al mese.Poi esistono delle eccezioni, ovvero un croupier in Inghilterra e nello specifico al Ritz, al Palm Beach o a Les Ambassadors arriva a guadagnare anche 10 mila euro al mese, mentre in Svizzera 3.500 euro al mese.

Opportunità di lavoro

Mediamente il croupier lavora per 40 ore settimanali ovvero 8 ore al giorno per 5 giorni settimanali, con soltanto 2 di riposo, ma si lavoro per lo più la notte ed anche nei giorni festivi. E’ un lavoro meritocratico e se ti impegni, puoi ambire a diventare ispettore, ovvero quella figura che controlla i croupier con guadagni ovviamente superiori. Come abbiamo visto, in Italia esistono dei Casinò ma trovare lavoro all’interno non è facile, il consiglio quindi è andare all’estero.

Se sei determinato a trovare lavoro e ti piace viaggiare, puoi tranquillamente girare il mondo e trovare un posto in uno dei tanti Casinò, anche tra i più famosi. Se si conoscono, invece, tre diversi giochi è possibile anche ambire ad un posto sulle navi da crociera. Ovviamente per lavorare in Casinò importanti come quello di Las Vegas o Monte Carlo è importante avere una grande esperienza e bisognerà essere in grado di superare la selezione. Ogni croupier vestirà un abito da sera o un uniforme che è fornito direttamente dal datore di lavoro.

Le opportunità sono tante, ben retribuite, con possibilità di ulteriore crescita economica e la concorrenza non è spietatissima, perché non tutti, nonostante la crisi, specie chi ha famiglia, sono disposti a viaggiare ed a lasciare subito l’Italia, per girare i casinò del Mondo (Inghilterra in primis, poi Svizzera, Malta, Europa dell’Est, ma anche Paesi come Tanzania, Marocco ecc. ecc.), o le navi da crociera. Si viaggia molto appunto, per un lavoro estremamente richiesto e che vi farà conoscere tantissime persone nuove.



CATEGORIES
Share This

COMMENTS