Coworking, cosa offrono gli spazi e come sono organizzati

Vediamo cosa offrono e come sono organizzati gli spazi coworking in Italia e quali sono i costi in base alle postazioni. Inoltre a disposizione il kit di supporto da scaricare per coloro che vogliono aprire un centro coworking

Per usufruire al meglio dei servizi del coworking è importante conoscere anche struttura e organizzazione degli spazi presenti sul territorio italiano (consulta la mappa) , le loro regole ed i loro costi di fruizione.


spazio coworking, lavoro condiviso

Gli spazi offerti dal coworking

Molte strutture di coworking sono open-space: un unico grande ambiente (come quello di Multiverso) dove sono allestite diverse postazioni di lavoro. In dotazione, come da Cowork Perugia, scrivania e sedie, lampada, telefono e armadietto. Alcuni come Lab121 offrono anche la possibilità di affittare mensilmente uffici chiusi e individuali. I locali sono climatizzati, è disponibile una connessione wi-fi per poter navigare sul web, è compreso l’utilizzo delle utenze, il servizio reception, la gestione di pacchi e corrispondenza, la pulizia e la manutenzione degli impianti. Ogni coworker può portare con sé il proprio pc personale e usufruire di stampante, fax e scanner.

Lo spazio di coworking prevede una serie di aree comuni che vanno dalla sala riunioni a quella di montaggio foto/video, dalla zona lounge/relax alla sala d’attesa, dalla cucina al bagno. Presso il The Hub di Bari è a disposizione una biblioteca. Altre come Piano C di Milano, pensata e strutturata per soddisfare le esigenze delle donne, prevede anche due sale co-baby, una per i più piccoli dai tre mesi ai tre anni e l’altra per i bambini più grandi, che possono giocare e intrattenersi con educatrici professioniste. Piano C inoltre offre tutta una serie di servizi complementari come il maggiordomo ad ore (che si occupa di fare la spesa o sbrigare commissioni), convenzioni con i negozi più vicini alla sede del coworking o con baby sitter e servizi di catering.

Come sono organizzati i coworking

Il coworking non è solo un luogo fisico ma anche ideale, dove si sviluppano idee, creatività e rapporti sociali. Alcuni hanno un’organizzazione di tipo verticale (in cui i vari professionisti operano grosso modo nello stesso settore), altri di tipo orizzontale (dove si è a contatto con startupper e freelancer dai mestieri completamente differenti). I primi modelli di coworking sono generalisti (come Cowo, aperto a tutti e con pochi vincoli), quelli sviluppatisi in seguito come The Hub sono più selettivi e puntano su alcune figure in particolare; Talent Garden ad esempio mira ai talenti del web e della comunicazione.

Il coworking richiede un’elevata predisposizione alle public relation ma anche all’osservanza di regole ben precise di convivenza e rispetto. L’attività in questi luoghi infatti deve essere abbinata a determinati requisiti: l’utilizzo della postazione è subordinato alla firma di un contratto, che prevede il divieto di sede legale, la conoscenza della normativa sulla privacy, il divieto di attività illecite così come l’impegno a non navigare su siti illegali, l’assunzione di responsabilità per eventuali danni e il rispetto della privacy altrui.

Costi delle postazioni di coworking

I costi sono variabili e dipendono molto dalle esigenze personali. Si può affittare una postazione pay-per-use in perfetta filosofia Nomad Coworker o scegliere pacchetti che includano alcuni giorni della settimana (o alcune sere, week end inclusi). Considerando che è tutto compreso, i costi sono bassi e oscillano in media dai 10 ai 20 euro giornalieri per l’affitto di una postazione ai 150/300 euro per l’affitto mensile. Aderendo al circuito Coworking Visa inoltre è possibile viaggiare ed usufruire di agevolazioni nei tanti coworking convenzionati in giro per il mondo, avendo diritto ad esempio ad alcune giornate di affitto gratuite. In Italia un servizio simile lo offre Cowo con un Pass che permette di spostarsi da uno spazio all’altro sul territorio nazionale.

KIT di supporto

Kit_Creaimpresa_Coworking_incubatore_centro_uffici

Per chi volesse un supporto nell’avvio di un coworking ed avere info e consigli per avere finanziamenti, contributi a fondo perduto e agevolazioni pubbliche segnaliamo il Kit Creaimpresa (da noi valutato e ritenuto veramente valido): Aprire un coworking.



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS