Sostenere un colloquio di lavoro

La parola d’ordine è arrivare preparati. Potrà sembrarvi una banalità ma spesso si trascurano proprio le cose più semplici.

Avete superato la prima selezione. Vi hanno chiamato quindi il vostro curriculum vitae e la lettera di presentazione hanno fatto una buona impressione. Ora sta a voi giocarvi bene la carta del colloquio.

La regola secondo cui l’abito non fa il monaco non è valida nei colloqui di lavoro. Avete una sola possibilità di fare una buona prima impressione quindi il vostro abbigliamento gioca un ruolo fondamentale. Scegliete con cura ogni capo cercando di immaginarvi come andreste vestiti se quel posto fosse già vostro. Inoltre cercate di sentirvi a vostro agio: evitate la cravatta o i tacchi alti se non siete abituati. L’abbigliamento deve parlare di voi ma non deve stonare con l’ambiente in cui dovrete lavorare.

Capelli, orecchini e piercing meritano qualche considerazione. Fanno parte di voi e sicuramente parlano di voi ma non sapendo chi vi troverete di fronte non è mai saggio esagerare. So che non è giusto snaturarsi per trovare lavoro ma c’è un limite ad ogni cosa e sicuramente in medio stat virtus. Insomma non aspettatevi di essere assunti in banca se avete un piercing sulla lingua.

Prima di tutto reperite ogni informazione possibile sull’azienda per cui vi state candidando. Dovreste averlo già fatto prima di presentare la vostra candidatura ma se ancora no siete ancora in tempo. Studiate il sito per capire chi avrete di fronte: di cosa si occupano, come si rapportano con le risorse umane, quali sono i settori in espansione. Inoltre cercate su siti di notizie alte informazioni sul settore dell’azienda così da poter sostenere una “chiacchierata” che non parli esclusivamente di voi.

Se siete delle persone “emotive” e siete sicuri che vi farete prendere dal panico alla prima domanda preparatevi un breve discorso su di voi, sul perché avete risposto all’annuncio, su cosa volete fare “da grandi” e sulle vostre precedenti esperienze (anche scolastiche se non avete mai lavorato). Molto probabilmente non avrete occasione di farlo per intero ma sicuramente vi darà sicurezza nell’esporre i singoli argomenti in risposta alle domande che vi faranno.

Quando sarete lì non agitatevi. È una persona come voi quella che vi troverete di fronte. Pensate che se vi sceglie dovrà vedere meno persone e il suo lavoro durerà di meno! Prima di entrare fate un respiro profondo cercando di buttare fuori insieme all’aria tutti i pensieri negativi. Entrate sorridendo: anche il più gelido selezionatore dovrà sciogliersi un po’ di fronte ad un sorriso sincero.

Ricordatevi che è un colloquio conoscitivo. Questo significa che vi state conoscendo reciprocamente. Un buon selezionatore parlerà prima dell’azienda e poi di voi. Se così fosse avete l’occasione di porre domande forti delle informazioni che avete cercato prima di presentarvi lì. Cogliete questa irripetibile occasione per farvi vedere preparati e interessati.

Rispondete ad ogni domanda con calma. Riflettete. Non è un’interrogazione o un terzo grado. Parlate lentamente e datevi il tempo di formulare i pensieri. Nessuno vi metterà fretta. Cercate di mantenere la conversazione su un tono amichevole: infondo vi state conoscendo.

Al termine del colloquio alzatevi, stringete la mano con un po’ di energia al selezionatore guardandolo dritto negli occhi e ricordategli che sareste felici di ricevere presto sue notizie.

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, usufruisci del Kit Lavorare Sempre  (usa il nostro codice sconto: BLP112) garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate in linea con le tue esigenze, fai le tue ricerche e registrati su Euspert Italia.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)