Cosa puoi fare quando ti capita una giornata storta al lavoro

Non piangerti addosso e reagisci; ci sono tanti piccoli compiti che puoi svolgere, quando la luna non gira per il verso giusto. Scopriamoli insieme

Sarà capitato anche a te, qualche volta, di nutrire il profondo desiderio di correre a casa, indossare il pigiama ed interrompere ogni forma di comunicazione col mondo esterno. E non perché tu sia un incallito misantropo, ma perché certe giornate partite male sembrano destinate a concludersi ancora peggio. Convincerti che tu sia vittima di un complotto internazionale, ordito da forze oscure che tramano contro di te, è un’opzione; ma non darti troppe arie: sei solo una delle tantissime persone che transitano su questo pianeta e che, per quanto unica e speciale, non merita certo tanta considerazione. Se la vita scorresse sempre serenamente, sarebbe di una noia mortale; ecco perché devi mettere in conto la possibilità di imbatterti in una giornata storta che, anche al lavoro, può farti andare fuori di testa. Cerca di mantenere il controllo e conta fino a 100: quando le cose non vanno come vorresti, meglio fermarsi un attimo ed evitare di peggiorare la situazione. Dedicandosi a qualcosa di semplice, che può aiutare a far tornare il sereno.


12 cose che puoi fare quando ti capita una giornata storta al lavoro

A mettere in fila 12 cose che puoi fare, quando la sorte sembra accanirsi contro di te, è stato il sito americano The Muse, che ha pensato di dedicare un articolo ai lavoratori che s’imbattono in una tipica giornata storta. Compiti semplici e poco impegnativi, che non necessitano di un particolare dispendio di energie, ma che, se portati a termine, possono restituire un po’ di pace e serenità. Scorriamoli insieme, con l’augurio che possano tornarti utili quando vorresti fare a pezzi il tuo capo o dare fuoco alle pratiche che non riesci a smaltire. Ecco a cosa puoi dedicarti, quando la luna gira storta e il sole è velato da una coltre di nuvoloni che non lasciano presagire niente di buono.

Se hai solo 5 minuti a tua disposizione

  1. Prendi un caffè con un collega. Alzati dalla scrivania e recati alla macchinetta del caffè o, se ne hai la possibilità, lascia l’edificio e raggiungi il bar sotto l’ufficio. In compagnia di un collega col quale sorseggiare un buon caffè o qualsiasi altra bevanda preferiate consumare. Staccarti, anche solo per un momento, da ciò che stai facendo controvoglia e mostrarti cortese nei confronti di un’altra persona avrà un effetto benefico istantaneo.
  2. Manda un messaggio a qualcuno che hai trascurato. Se sei reduce da un periodo di forte stress e affaticamento, avrai sicuramente trascurato il rapporto coi tuoi colleghi. Approfitta di questa giornata storta per rinsaldare i contatti o rimediare a qualche scivolone. Il collega della contabilità ha da poco compiuto 40 anni e tu ti sei dimenticato di fargli gli auguri? Mandagli un messaggio o raggiungilo nella sua stanza. Anche se arriva in ritardo, il tuo piccolo gesto di attenzione non potrà che essere apprezzato.
  3. Prendi un po’ di aria fresca. Quando ti senti soffocare, c’è solo una cosa da fare. Alzati dalla postazione in cui ti senti mortalmente intrappolato e vai a prendere una boccata di aria fresca. Cambiare scenario, anche solo per qualche minuto, può aiutarti a stare meglio portando ossigeno al cervello.
  4. Complimentati con qualcuno. La tua giornata storta al lavoro potrebbe coincidere con una felice e importante per qualcun altro. Non farti vincere dal’egoismo (o dall’invidia) e sforzati di guardare al di là del tuo naso. Complimentati col collega che ha seminato bene e ti sentirai meglio anche tu. Riconoscere i meriti degli altri è un gesto importante, che denota una maturità di cui potrai andare fiero.

Se hai 20 minuti a tua disposizione

  1. Pulisci il computer o il telefono. Forse non lo sai, ma sul tuo computer e sul tuo telefono si deposita quotidianamente un numero spropositato di germi, che – parola degli esperti – supera di dieci volte quello che si deposita su un copriwater. La cosa ti provoca un certo disgusto? Bene, allora prendi una pezza umida (ben strizzata) e mettiti all’opera. La prossima volta che digiterai sulla tastiera del tuo pc o comporrai il numero di casa, le probabilità di contrarre una dermatite si faranno più basse. Ne vale la pena, no?
  2. Metti in ordine il tuo desk. Sulla convenienza di tenere sempre in ordine il piano di lavoro esistono opinioni discordanti, ma quando una giornata storta rischia di mandarti al manicomio, forse è meglio orientarsi alla vecchia maniera. Cestina tutte le carte ed i post-it che non ti servono più e riponi le penne e le matite negli appositi contenitori. Spazza via le briciole del panino che hai sbocconcellato in pausa pranzo e butta la bottiglia d’acqua vuota che troneggia da qualche giorno sulla tua scrivania. L’ordine e la pulizia ti restituiranno un pizzico di serenità. Parola di massaia.
  3. Cancellati dalle mailing list indesiderate. Ricevere mail che promozionano cene, viaggi, capi di abbigliamento, trattamenti estetici e molto altro ancora può essere conveniente e interessante, ma quando rischia di intasare la tua casella di posta elettronica, forse è meglio sgombrare il campo dal superfluo. Utilizza i venti minuti che questa giornata storta ti concede per cancellarti dalle mailing list indesiderate e riprenderai il controllo delle tue comunicazioni digitali. Forse non ti farà tornare il buonumore, ma avrà un effetto catartico rigenerante.
  4. Leggi un articolo che avevi messo da parte. Non si tratta di battere la fiacca, ma di riconoscere e realizzare che in giornate nere come questa, non caverai un ragno da un buco, se non ti ritaglierai uno spazio di tempo di “defaticamento” mentale. Nel corso del quale potresti, per esempio, riprendere in mano quell’articolo sulla fisica quantistica che avevi messo da parte qualche giorno fa. Dedicarti alla lettura di qualcosa che ti appassiona (e che ti permette di evadere dal lavoro) non potrà che portarti beneficio. Inforca gli occhiali e fallo.

Se hai un’ora a tua disposizione

  1. Dai una sistemata al desktop. E’ una pratica poco dispendiosa dal punto di vista cerebrale, ma che richiede una discreta disponibilità di tempo. Fare ordine tra le cartelle e i file che si sono accumulate sul tuo desktop, nel giro di poche settimane, non sarà una passeggiata; ma se ci riuscirai, tutto (o quasi) ti apparirà meno caotico. Cestina i file che non ti servono più e archivia i documenti secondo criteri logici ed intuitivi. Quando domani accenderai il computer, ti compiacerai nel verificare quanto sia diventato facile trovare quello che ti occorre.
  2. Metti in ordine la posta elettronica. Il postino digitale bussa sempre più volte, recapitando una quantità imponente di missive. In questa giornata storta, approfitta dell’ora di tempo che hai scelto di concederti per mettere a posto la tua casella di posta elettronica. Elimina l’eliminabile e lascia in bella vista solo le comunicazioni e gli indirizzi importanti.
  3. Concediti un pranzo con un collega. Un bel piatto di pasta può far tornare il sorriso anche nelle giornate più dure, specie se consumato in compagnia di una persona gradevole. Allontanati dall’ufficio ed invita a pranzo un collega (meglio se è uno che conosci poco); scambiare quattro chiacchiere con una persona nuova potrebbe darti la carica di cui hai bisogno e spianare la strada a una felice collaborazione futura. Ma occhio a quello che mangi: ricordati che a breve dovrai tornare in ufficio e farlo con una porzione abbondante di carbonara sullo stomaco potrebbe rivelarsi deleterio.
  4. Fai un piano. Avendo l’umore sotto i piedi, penserai che l’ultima cosa che ti convenga fare sia pianificare qualcosa per il tuo futuro. E invece, una “terapia d’urto” potrebbe essere l’antidoto perfetto per “raddrizzare” felicemente questa giornata storta. Prendi carta e penna e inizia a dare forma al progetto lavorativo che hai tenuto chiuso nel cassetto fino ad ora. Vuoi svilupparlo da solo o coinvolgere qualcun altro? Hai idea di quanto possa costarti economicamente? Quali sono gli obiettivi che vuoi raggiungere e quali le scadenze che ti imponi? Dare forma al sogno lavorativo della tua vita ti aiuterà a ridestare l’entusiasmo e la motivazione che si sono assopiti.

Non piangerti addosso e reagisci. Se sei incappato in una tipica giornata storta, prenditi una pausa dal lavoro (che non riesci a svolgere come si deve) e dedicati a qualcosa che possa tornarti utile nell’immediato o nel futuro. Fai pulizia e metti ordine nei tuoi spazi: pensare poco e agire tanto, a volte, può rivelarsi un toccasana.

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)



CATEGORIES
TAGS
Share This