Conto corrente base e conto corrente online: differenze e come risparmiare sui costi

Dopo la notizia dei rincari fino al 40% sui costi di gestione dei conti correnti arriva la notizia che, a breve, sara possibile aprire un conto corrente base che sarà gratis per alcune categorie. Inoltre scopriamo come risparmiare con il conto corrente online.

Recentemente è arrivata la notizia degli aumenti fino al 40% sui conti correnti, in particolare per quanto riguarda quelli tradizionali e i conti correnti misti. Dall’altra parte però, a breve diventerà obbligatorio per tutti l’apertura di un conto corrente e, proprio per questo motivo, i costi saranno molto bassi o addirittura si potrà usufruire di un conto corrente gratis.


conto corrente base gratis

Alla luce del fatto che è ormai obbligatorio avere un conto corrente sia per coloro che ricevono una pensione sia per dipendenti per vedersi accreditato lo stipendio o per gli autonomi per incassare il denaro, molto meno graditi sono i costi sulle operazioni di prelievo così come tutti i relativi costi di apertura conto piuttosto che le operazioni allo  sportello bancario o i costi delle carte. Proprio per abbattere le spese di gestione di un conto corrente stanno per arrivare i conti correnti gratuiti o comunque con basse spese.

Perché sono aumentati i costi dei conti correnti?

Le spiegazioni fornite sui rincari dei costi dei conti correnti sono diverse e non tutte sulla stessa linea di pensiero. Secondo la Banca Intesa sarebbe da attribuirsi ai tassi negativi applicati come anche alla mancata rendita del denaro depositato sui conti correnti tradizionali, mentre la Unipol attribuisce questi rincari all’aumento dei costi sostenuti dalle banche successivamente agli interventi regolamentari e legislativi come anche dagli impegni ordinati dall’autorità per la sicurezza dei clienti. Dal suo canto la Codacons sottolinea che gli unici ad essere penalizzati saranno i clienti in quanto, per recuperare i costi sostenuti per crisi e salvataggi vari, le banche hanno scaricato i costi sui consumatori.

Come aprire un conto corrente gratis

A breve sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale (D. lgs. n. 37 del 2017) secondo cui tutti i cittadini europei avranno la possibilità di aprire un conto corrente base, offerto dalle banche a coloro che si trovano in determinate condizioni economiche disagiate. Questo poiché il decreto ha reso finalmente esecutivo il principio della Direttiva UE 2014/52. Le banche, quindi saranno obbligate ad avere un conto corrente base da offrire a tutti i cittadini europei (o che dimorano legalmente in Europa) che dia loro la possibilità di effettuare semplici operazioni come fare e ricevere bonifici, pagamento di utenze e tasse, avere un bancomat e una carta di debito. Questo genere di conto corrente sarà totalmente gratis per coloro che versano in condizioni economiche disagiate con in ISEE inferiore agli 11.600 euro annui. Se ad aprire un conto corrente base è un pensionato, perché sia gratuito il suo Isee non dovrà superare i 18mila euro lordi annui. Per tutti gli altri clienti il costo del conto corrente base avrà dei canoni ragionevoli e dovrà indicare in maniera trasparente e precisa il quantitativo minimo di operazioni da poter effettuare oltre ai costi esatti per tutte le altre operazioni. Inoltre, con il conto corrente base saranno azzerati i costi  per le seguenti operazioni di pagamento effettuati all’interno dell’Unione Europea:

  • addebiti diretti
  • operazioni attraverso la carta di pagamento, anche online
  • ordini permanenti di bonifico e bonifici nei canali messi a disposizione dalla banca

Come risparmiare con i conti correnti online

I conti correnti online sono la scelta che raggruppa un’ampia platea di persone sia per la comodità di gestione e apertura del conto corrente sia per i costi contenuti dello stesso. I conti correnti online possono essere aperti da ogni parte del mondo e i costi di apertura del conto sono pari a zero. Per poter fare la scelta adatta alle proprie esigenze occorrerà considerare una serie di fattori, quali:

  • costo annuale del conto corrente online
  • costo dei bonifici e dei pagamenti
  • canone per eventuali carte di credito o di debito
  • pagamento delle utenze
  • quantità di movimenti annuali
  • bancomat

Coloro che voglio aprire un conto corrente online è bene che facciano prima delle valutazioni visionando attentamente le condizioni contrattuali, il foglio informativo presente nel sito web di ogni banca e i tassi di interesse.

I vantaggi di un conto corrente online

Tra i principali vantaggi, un conto corrente online è possibile gestirlo direttamente dal proprio pc o smartphone (scaricando la app associata alla propria banca) in totale sicurezza oltre alla possibilità di risparmiare considerevolmente sui costi delle operazioni e sulla possibilità, nella maggior parte dei casi, di non pagare alcun canone annuo. Inoltre si potrà avere il monitoraggio continuo del proprio conto corrente e risparmiare, oltre al denaro, anche il tempo per determinate operazioni quali il pagamento delle utenze, effettuare bonifici e molto altro.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS