Consigli per individuare e contattare le aziende che assumono

La prima domanda che ci si pone quando si cerca un lavoro, è quella di non sapere a chi rivolgersi e come contattare le aziende. I posti di lavoro, seppure presenti da qualche parte, sono come se fossero al di fuori dalla nostra portata.

L’Isfol in un’attuale ricerca ha chiarito il fenomeno analizzando un gruppo di persone che hanno trovato lavoro o che lo stanno cercando da meno di cinque anni. Più di un terzo del campione ha trovato lavoro grazie a referenze di amici, parenti o conoscenti.

E a fare ciò sono stati soprattutto i giovani del Mezzogiorno all’inizio del percorso lavorativo. Un altro terzo ci è riuscito grazie all’invio di curriculum a potenziali datori di lavoro e alla lettura di offerte stampa. Quanto a chi ha un’età tra 30 e 40 anni, residenti nelle regioni del Sud, uno su dieci trova lavoro grazie a concorsi pubblici.

Contattare le aziende alla ricerca di lavoro richiede impegno, tempo e pazienza. Soprattutto i giovani devono avvicinarsi alla prima occupazione.

Ecco alcune indicazioni per mettersi in contatto con le imprese e cercare un lavoro:

Informarsi sempre sull’andamento e le richieste del mercato, su come si muove l’economia in un determinato territorio, sulle prospettive e le dinamiche in atto. In tal senso è fondamentale leggere le pagine economiche dei giornali, seguire i telegiornali, utilizzare Internet e frequentare convegni dedicati al mondo del lavoro.

Aggiornarsi su come cambia il settore che ci interessa. Il titolo di studio non è sempre sufficiente a trovare senza difficoltà un’occupazione. La formazione permanente e la volontà di rimettersi costantemente in gioco, sono elementi essenziali per una buona riuscita professionale. Cercare di essere informati delle nuove opportunità offerte delle imprese del proprio settore significa per aver chiari i propri obiettivi e indirizzare eventualmente le nostre scelte nel breve, nel medio e nel lungo periodo.

Leggere gli annunci delle offerte su quotidiani, riviste, programmi TV e Internet. Il Sole 24ore del lunedì, La Repubblica del giovedì sono alcuni esempi. Una rassegna dei quotidiani e settimanali è un utile esercizio. Agli annunci si risponde inviando il curriculum accompagnato da una breve lettera di presentazione.

Un mezzo efficace per la ricerca delle offerte di lavoro e per diffondere il curriculum è Internet. Internet è un mezzo rivoluzionario importante è consultare i siti dedicati alle problematiche del lavoro e quelli che si propongono esplicitamente di favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, generalmente mediante l’inserimento di propri curriculum e auto-candidature nella rete telematica, in modo da permetterne la consultazione alle aziende interessate ad assumere (con tutta la delicatezza inerente, la trattazione delle informazioni che sono affidate al gestore del sito).Contattare le imprese con Internet può rivelarsi una buona strada per accedere, standosene comodamente a casa propria e con costi molto bassi, a una grande e diversificata quantità di informazioni e servizi utili.

Informarsi sui bandi di concorso nel settore pubblico. Si possono seguire due strade di consultazione per chi cerca lavoro in questo ambito: la Gazzetta Ufficiale e il Bollettino Ufficiale della Regione. Queste pubblicazioni possono trovarsi nelle edicole e nella maggior parte delle biblioteche civiche.

Per i neolaureati, gli “uffici placement” delle università forniscono informazioni su formazione post-laurea e opportunità di stage e di lavoro. Possono quindi fornire un valido aiuto per l’ingresso nel mondo del lavoro.

Contattare associazioni imprenditoriali, ordini professionali e sindacati possono essere utili quando si è alla ricerca di un’occupazione i per avere informazioni riguardanti i diversi ambiti produttivi; per lasciare loro il proprio nominativo o il proprio curriculum nel caso le associazioni svolgano un servizio, anche informale, che favorisca l’incontro e la domanda di lavoro. Rivolgendosi alle organizzazioni sindacali si possono avere utili informazioni sul mercato del lavoro locale. Inoltre, alcune di esse hanno dato vita a sportelli di consulenza rivolti a quanti cercano lavoro.

Autocandidarsi può essere un’altra strada da prendere in considerazione. L’autocandidatura è una candidatura autonoma e spontanea presentata alle aziende di cui non si conoscono le effettive necessità di personale. Generalmente, se sono contattate aziende strutturate con un ufficio selezione, ogni autocandidatura sarà inserita in una banca dati interna di candidati, che saranno messi in contatto dall’azienda ogni volta che avvia una ricerca di personale. In questo caso si richiede un colloquio conoscitivo e preparatorio, ma non anticipatore d’inserimento in azienda. Si comprende come sia necessario non limitarsi a contattare un numero limitato di aziende, ma sia utile preparare un indirizzario completo con tutte le informazioni reperibili su ciascuna azienda presa in considerazione. Inviare una lettera di autopresentazione è una strategia senz’altro consigliabile, anche quando non si conoscono le reali esigenze di personale di un’azienda. E’ bene sapere che molte lettere di autocandidatura vengono cestinate. Tuttavia, questa strategia è fruttuosa quando le aziende, dopo avere selezionato le lettere più interessanti, decidono di verificarne in tempi brevi i contenuti, convocando il candidato per un colloquio di lavoro. In caso di un esito positivo il colloquio può portare all’assunzione. Visto la rara possibilità di essere convocati per un colloquio è bene rivolgersi a un numero elevato di aziende. Non è opportuno però spedire indistintamente lettere di autocandidatura a tutte le aziende presenti sulle pagine gialle. Questa strategia si rivela inefficace e molto costosa. Perciò è necessario predisporre un indirizzario il più possibile completo delle aziende che possono interessare, tenendo conto dei propri obiettivi professionali e delle competenze e abilità in grado di offrire.

Contattare le agenzie di ricerca del personale è un altro modo per avere la possibilità di trovare un lavoro. Le agenzie di ricerca del personale possono essere definite come una specie di ufficio di collocamento privato. Sono delle società private le quali s’incaricano di cercare, per conto delle aziende, personale dotato di particolari requisiti professionali. Oggi le aziende di dimensioni medio grandi, fanno sempre più frequentemente ricorso ad esse. Queste agenzie svolgono un ruolo d’intermediazione per una consistente fetta del mercato del lavoro. Utilizzare tale strumento significa attuare una strategia di autocandidatura, inviando loro il proprio curriculum vitae, congiuntamente a una lettera in cui si richiede che il proprio nominativo venga tenuto in considerazione e venga inserito. Dopo aver ricevuto la candidatura e prima di inserire i dati nel proprio archivio, i responsabili dell’agenzia possono quando sarà opportuno a procedere a un colloquio, finalizzato a verificare, attraverso un contatto personale, le caratteristiche e attitudini del candidato.Si deve tener presente che il servizio fornito a chi cerca lavoro è gratuito. Infatti, i clienti, da cui tali agenzie traggono i loro guadagni, sono esclusivamente le aziende. La richiesta di denaro a chi è in cerca di lavoro deve destare subito forti sospetti sulla serietà dell’agenzia. In alcuni casi, può essere richiesto al lavoratore un compenso, nel momento in cui si verifica l’assunzione.

Molte aziende potrebbero non pubblicare annunci, ma avere comunque posti disponibili . E’ sempre bene contattare le aziende e chiedere se hanno lavoro da offrire. Di solito è una buona idea chiedere di parlare con il direttore del personale o con il responsabile della selezione o con l’ufficio Risorse Umane. Telefonare oppure recarsi personalmente su appuntamento sul luogo, possono dare una buona impressione e di dimostrare un sincero interesse. Si può anche scrivere allegando sempre un CV e una lettera di presentazione. Se non ci sono posti disponibili, si può chiedere di tenere presente i propri dati per eventuali posizioni future. Inoltre da non dimenticare i grandi magazzini e supermercati hanno al loro interno bacheche in cui pubblicano i loro annunci di lavoro.

Non esiste una risposta unica o un metodo migliore degli altri per contattare un’azienda, ma la cosa migliore da fare per chi è in cerca di impiego è quella di utilizzare più metodi e allargare in questo modo le possibilità di individuare il lavoro adatto alle proprie esigenze e aspettative.

Inoltre Bianco Lavoro ti consiglia:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ti consigliamo il KIT Lavorare sempre, garantito da Bianco Lavoro per la sua qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate in linea con le tue esigenze, fai le tue ricerche e registrarti su Euspert Italia.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)