Concorso praticanti avvocato Torino

Praticanti avvocato: concorso per la selezione di 3 risorse presso il Servizio Centrale Avvocatura della Città di Torino. Domande entro il 4 aprile 2016

Aperto un concorso per laureati in giurisprudenza a Torino. La selezione pubblica è volta alla selezione e all’inserimento di 3 praticanti avvocato presso il Servizio Centrale Avvocatura della Città di Torino. Le nuove risorse verranno assegnate ad un Avvocato del Servizio Centrale Avvocatura che fungerà da Dominus. Il praticantato può avere una durata massima di 12 mesi non prorogabili e, a conclusione dei primi 3 mesi, la prosecuzione del periodo di praticantato sarà subordinata alla valutazione positiva del Direttore del Servizio Centrale Avvocatura della Città sentito il parere del relativo Dominus. Ecco di che cosa si occuperanno le risorse e come fare per candidarsi al concorso praticanti avvocato Torino.


Concorso praticanti avvocato Torino: profilo e requisiti

Ecco alcune indicazioni su come si svolgerà il praticantato e le mansioni assegnate alle risorse. L’orario di svolgimento prevede un impegno settimanale non inferiore a 30 ore e non superiore a 36 ore, e con orario giornaliero articolato secondo le attività del Servizio che prevedono la partecipazione alle udienze in orario antimeridiano e la collaborazione con il Dominus in orario pomeridiano. Il periodo di pratica prevede lo svolgimento delle seguenti attività: assistenza udienze, supporto per predisposizione degli atti giudiziali e stragiudiziali, ricerca giurisprudenziale per la redazione pareri, mediante: utilizzo di sistemi informatici, telematici e cartacei; affiancamento agli avvocati interni alla struttura per formazione su diverse materie specialistiche; collaborazione per gli adempimenti esterni presso uffici giudiziari; partecipazione a riunioni con uffici interni all’Ente; partecipazione alle udienze.

Al praticante sarà riconosciuta una borsa lavoro di 450,00 euro mensili al lordo delle ritenute di legge, che verrà erogata con cadenza mensile quale corrispettivo dell’attività formativa propria dell’attività di praticantato.

Requisiti: ai candidati che intendo partecipare alle selezioni, è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

  • Cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea
  • Età non superiore a 28 anni
  • Titolo di studio e professionale: Possesso della Laurea in Giurisprudenza con votazione non inferiore a 102/110 (Il titolo indicato deve essere valido per l’iscrizione al Registro dei Praticanti Avvocato)
  • Possesso dei requisiti prescritti per l’iscrizione al Registro dei Praticanti tenuto dagli Ordini degli Avvocati
  • Conoscenza pacchetto Office (in particolare Word) e conoscenza di internet per ricerche normative e giurisprudenziali
  • Non aver svolto precedenti periodi di praticantato presso altri enti o studi legali in misura superiore a 6 mesi

Concorso praticanti avvocato Torino: domanda, scadenza e bando

La domanda di ammissione potrà essere presentata esclusivamente, compilando il form online entro il 4 aprile 2016. Non saranno accettate domande inviate con altre modalità. Terminata la compilazione della domanda, il candidato dovrà inviare il proprio cv all’indirizzo di posta elettronica: lavorotemporaneo@comune.torino.it. Per maggiori informazioni, consultare il bando del concorso praticanti avvocato Torino pubblicato sul sito internet del Comune.



CATEGORIES
Share This

COMMENTS