Concorso per 8 laureati in materie giuridiche

L’IVASS, Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, ha indetto un concorso pubblico, per esami, per la selezione di 8 laureati con formazione giuridica, da assumere, per le esigenze del Servizio Tutela del Consumatore, con contratto a termine di durata triennale con qualifica corrispondente a quella di Funzionario di 2ª. Le risorse individuate saranno addette in via prevalente al Settore di lavoro Contact Center, istituito presso l’IVASS per fornire supporto e assistenza telefonica ai consumatori che richiedono informazioni sui servizi assicurativi. La domanda di partecipazione deve essere presentata entro le ore 18 del 28 aprile 2014, utilizzando esclusivamente l’applicazione disponibile sul sito internet  dell’IVASS.


Requisiti

Sono ammessi a partecipare al concorso i candidati che: siano in possesso di laurea specialistica o magistrale, conseguita con punteggio di almeno 100/110 o votazione equivalente, in giurisprudenza (22/S o MG/01) o altro diploma equiparato a uno dei suddetti titoli ai sensi del D.I. 9 luglio 2009, ovvero, siano in possesso di diploma di laurea di “vecchio ordinamento”, conseguito con punteggio di almeno 100/110 o votazione equivalente, in giurisprudenza o altra laurea a esso equiparata o equipollente per legge; abbiano maturato, successivamente alla laurea, almeno dodici mesi di esperienza lavorativa presso o a  favore di Amministrazioni pubbliche, ivi incluse le Autorità amministrative indipendenti, a qualunque titolo, documentabile, in materia di tutela del consumatore nel settore assicurativo, finanziario, bancario o previdenziale, con rapporto diretto con il pubblico; siano cittadini italiani o di uno Stato membro dell’Unione Europea; siano fisicamente idonei alle mansioni; godano dei diritti politici.

Prove d’esame

Le prove di esame consistono in una prova scritta e una prova orale che si svolgeranno a Roma. La prova scritta consiste in una serie di domande a risposta sintetica nelle seguenti materie: diritto delle assicurazioni e tutela del consumatore; diritto privato; diritto amministrativo (nozioni generali). La prova orale consiste in un colloquio sulle materie oggetto della prova scritta, integrato da una conversazione in lingua inglese e/o dalla lettura e traduzione di un brano nella stessa lingua. Possono inoltre formare oggetto di colloquio l’argomento della tesi di laurea e le esperienze professionali maturate. I candidati, alla prova orale, saranno valutati anche tenendo conto delle loro capacità di argomentazione, di chiarezza espositiva e di sintesi.

Tutte le informazioni sul concorso sono contenute all’interno del Bando e del relativo Allegato A.



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS