Concorso per 35 Segretari di Legazione, Ministero degli Affari Esteri

concorso segretariPresso il Ministero degli Affari Esteri è stato indetto un concorso, per titoli ed esami, per 35 posti di segretario di legazione in prova. Cinque dei trentacinque posti messi a concorso sono riservati ai dipendenti del Ministero degli affari esteri inquadrati nella terza area ed in possesso dei requisiti indicati nel Bando. La domanda di ammissione al concorso deve essere inviata esclusivamente per via telematica, compilando il modulo on line sul sito internet del Ministero, entro il 26 maggio 2014. Vediamo quali sono i requisiti richiesti e le prove d’esame previste.


Per l’ammissione al concorso sono necessari i seguenti requisiti: cittadinanza italiana, esclusa ogni equiparazione; età non superiore ai 35 anni compiuti; una delle lauree magistrali afferenti alle seguenti classi: finanza (classe n. 19/S), giurisprudenza (classe n. 22/S), relazioni internazionali (classe n.60/S), scienze dell’economia (classe n. 64/S), scienze della politica (classe n. 70/S), scienze delle pubbliche amministrazioni (classe n.71/S), scienze economiche per l’ambiente e la cultura (classe n.83/S), scienze economico-aziendali (classe n. 84/S), scienze per la cooperazione allo sviluppo (classe n. 88/S), studi europei (classe n. 99/S), nonché la laurea magistrale a ciclo unico in giurisprudenza (classe n. LMG/01) e ogni altra equiparata a norma di legge; oppure un diploma di laurea in: giurisprudenza, scienze politiche, scienze internazionali e diplomatiche, economia e commercio, di cui all’art. 1 della legge 19 novembre 1990, n. 341, e ogni altro equiparato a norma di legge, conseguito presso università o istituti di istruzione universitaria; idoneità psico-fisica all’impiego; godimento dei diritti politici.

Il concorso si articola in una prova attitudinale, nella valutazione dei titoli e in prove d’esame scritte e orali, ed eventuali prove facoltative di lingua. La prova attitudinale consiste in un questionario composto da 60 quesiti a risposta multipla, della durata di 60 minuti, riguardanti: storia delle relazioni internazionali a partire dal congresso di Vienna; diritto internazionale pubblico e dell’Unione europea; politica economica e cooperazione economica, commerciale e finanziaria multilaterale; lingua inglese; test psico-attitudinali. Le prove d’esame, scritte e orali, sono dirette ad accertare la cultura, le conoscenze accademiche e la preparazione linguistica dei candidati. Le prove scritte vertono sulle seguenti materie: storia delle relazioni internazionali a partire dal congresso di Vienna diritto internazionale pubblico e dell’Unione europea; politica economica e cooperazione economica, commerciale e finanziaria multilaterale; lingua inglese (composizione, senza  l’uso di alcun dizionario, su tematiche di attualità internazionale); altra lingua straniera scelta dal candidato tra le seguenti: francese, spagnolo e tedesco (composizione, senza l’uso di alcun dizionario, su tematiche di attualità internazionale). La prova orale verte sulle materie oggetto delle prove scritte, nonché sulle seguenti materie: diritto pubblico italiano (costituzionale e amministrativo); contabilità di Stato; nozioni istituzionali di diritto civile e diritto internazionale privato; geografia politica ed economica. Per la lingua inglese e l’altra lingua straniera scelta, il candidato sostiene una conversazione su tematiche di attualità internazionale. Nel quadro della prova d’esame orale, il candidato è chiamato ad esprimere le proprie valutazioni su un tema dell’attualità internazionale, indicato dal Presidente della Commissione.

Maggiori dettagli sono disponibili all’interno del Bando.





CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)