Concorso per 200 funzionari tecnici e amministrativi in Puglia

Nell’ambito del Progetto Ripam – Riqualificazione delle Pubbliche Amministrazioni, la Regione Puglia ha indetto due concorsi pubblici, per titoli ed esami, per il reclutamento complessivo di 200 funzionari a tempo indeterminato. Nello specifico, i posti messi a concorso sono 130 per l’area Amministrativa e 70 per l’area Tecnica, Categoria D (posizione economica D1). Per ciascun concorso la domanda di ammissione va presentata entro il termine perentorio del 16 aprile 2014, esclusivamente compilando via internet il modulo disponibile tramite il sistema step-one.


Per l’ammissione ai concorsi i candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti: cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell’Unione europea; età non inferiore a 18 anni; non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una Amministrazione Pubblica oppure interdetti dai pubblici uffici in base a sentenza passata in giudicato; godimento dei diritti politici; idoneità fisica all’impiego; posizione regolare nei confronti del servizio di leva.

I titoli di studio necessari per partecipare ai concorsi, con riferimento al singolo procedimento concorsuale, sono:

Funzionari Amministrativi: qualunque Diploma di laurea (V.O. – LS – LM) o Laurea (compresa quella cosiddetta “triennale”);

Funzionari Tecnici: Diploma di laurea (V.O. – LS – LM) o Laurea (compresa quella cosiddetta “triennale”) in ingegneria civile e/o edile, o dell’ambiente e del territorio, o industriale, o meccanica, o dell’automazione, o chimica, o elettrica, o elettronica, o informatica, o navale, o aerospaziale, o aeronautica, o energetica e nucleare, o dei materiali; o in architettura, o in urbanistica, o in geologia, o in scienze geologiche, o in scienze biologiche, o in scienze naturali, o in scienze ambientali, o in scienze forestali, o in scienze agrarie, o in geotecnologia, o in matematica, o in informatica, o in scienze statistiche, o in fisica, o in chimica; o altro Diploma di laurea o Laurea equipollenti.

La procedura concorsuale si articola in 3 fase che prevedono 6 prove d’esame:

  1. una fase preselettiva consistente in due prove a test, una per la verifica delle attitudini all’apprendimento, l’altra per la verifica delle conoscenze di base possedute dai candidati.
  2. una fase selettiva scritta, riservata ai candidati che avranno superato le prove preselettive consistente in tre prove: una prova per la verifica delle conoscenze relative alle seguenti materie e/o ambiti disciplinari: diritto amministrativo e costituzionale, riforma della pubblica amministrazione con particolare riferimento al comparto Regioni-Autonomie locali, normativa regionale con particolare riferimento allo Statuto e ai Regolamenti della Regione Puglia, organizzazione degli Uffici della Regione Puglia, disciplina del lavoro pubblico (la prova sarà finalizzata, inoltre, alla verifica delle conoscenze direttamente riferite all’ambito professionale per il quale si concorre); una prova per la verifica delle conoscenze relative alle tecnologie informatiche e della comunicazione; una prova per la verifica della conoscenza di una delle lingue dell’Unione Europea tra inglese, francese, tedesco e spagnolo.
  3. tutti coloro che avranno superato le tre prove dovranno sostenere una prova orale sulle materie specificamente indicate nel Bando.

Tutte le informazioni sono disponibili all’interno del Bando.



CATEGORIES
Share This

COMMENTS