Concorso mediatori culturali, Ministero della Giustizia

Il Ministero della Giustizia assume 15 Mediatori Culturali. Come partecipare al concorso entro il 12 marzo 2018

Ancora nuove assunzioni presso il Ministero della Giustizia che, dopo il concorso per assistenti sociali, ha aperto anche un bando di concorso per 15 Mediatori Culturali. Le nuove risorse saranno assunte con contratto a tempo indeterminato (nella III Area funzionale, fascia retributiva F1) e presteranno servizio presso il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria. In merito ai posti disponibili, sono previste delle specifiche riserve esplicitamente indicate nel bando. Ma andiamo a vedere quali sono i requisiti richiesti, le prove e materie d’esame e le modalità di partecipazione al bando di concorso mediatori culturali.


mediatori culturali

Requisiti di ammissione

Ai candidati è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana
  • godimento dei diritti civili e politici
  • laurea triennale, magistrale, specialistica o diploma di laurea (vecchio ordinamento) in una delle seguenti materie: mediazione linguistica e culturale, scienze sociali, scienze dell’educazione della formazione, scienza della comunicazione, lingue, scienze politiche, giurisprudenza o riconosciute equipollenti
  • idoneità fisica all’impiego
  • possesso delle qualità morali e di condotta previste per legge
  • non essere stati destituiti o licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione

Prove d’esame

La selezione dei candidati prevede il superamento di una eventuale prova preselettiva (da svolgersi solo nel caso in cui le domande di partecipazione pervenute al Ministero siano superiori a 1.000), di due prove scritte ed una orale.

Prova preselettiva

Si tratta di un test a risposta multipla su argomenti di cultura generale e sulle materie delle prove scritte e di quella orale.

Prove scritte

Verteranno sulle seguenti materie:

  • Diritto penitenziario con particolare riferimento alla organizzazione degli Istituti e dei servizi penitenziari.
  • Sociologia e antropologia culturale

Prova orale

Verterà sulle seguenti materie:

  • Materie oggetto delle prove scritte
  • Tecniche di mediazione linguistica e culturale.
  • Principi fondamentali di pedagogia interculturale e psicologia dell’immigrazione.
  • Principi legislativi del diritto internazionale comunitario e nazionale sulla tutela dei diritti umani.
  • Elementi di diritto costituzionale ed amministrativo con particolare riferimento al rapporto di pubblico impiego
  • Conoscenza di una lingua straniera, a scelta tra Inglese, Francese, Tedesco o Spagnolo
  • Conoscenza delle strumentazioni informatiche

Il calendario delle prove d’esame, con relativo luogo di svolgimento, sarà reso disponibile a partire dall’8 maggio 2018 sul sito del Ministero.

Modalità di partecipazione e bando

La domanda di partecipazione al concorso deve essere redatta ed inviata esclusivamente per via telematica, compilando l’apposito modulo disponibile online al sito istituzionale del Ministero della Giustizia, entro il giorno 12 marzo 2018. Per maggiori informazioni, invitiamo gli interessati a consultare il bando di concorso mediatori culturali indetto dal Ministero della Giustizia – Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria.

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS