Come richiedere il bonus affitto 2020

Arriva il bonus affitto 2020, il sostegno economico a favore delle famiglie affittuarie con reddito basso

Tra le tante misure pensate a favore dei cittadini, c’è anche il bonus affitto 2020. Questo può arrivare fino a 2 mila euro per nucleo familiare. Per beneficiare di tale agevolazione fiscale, bisogna soddisfare determinati requisiti e presentare apposita domanda entro le scadenze previste dal bando. Ecco come fare.


Che cos’è il bonus affitto 2020

Bonus affitto 2020

Conosciuto anche come contributo affitto 2020, il bonus è una misura a favore, sostegno e supporto delle spese di affitto dei contribuenti con reddito basso. Tale misura è disposta dalle Regioni o Comuni, che attraverso l’apposito bando, riservano determinate somme di denaro a favore dei cittadini affittuari, con regolare contratto di locazione ed un determinato reddito minimo Isee. Una formula pensata per aiutare le famiglie meno fortunate a sostenere le spese di affitto. Le risorse economiche arrivano ai nuclei familiari grazie alla creazione e definizione di specifiche graduatorie comunali, che vengono aggiornate con cadenza trimestrale. Non è la prima e non sarà l’ultima agevolazione rivolta ai cittadini ed alle famiglie con redditi bassi, in quanto il Governo sta pensando a tante altre efficaci misure. Da non dimenticare è l’impegno per la nuova riforma Irpef, che dovrebbe alleggerire il carico fiscale sulle spalle di cittadini ed imprese.

I requisiti necessari per accedere al bonus affitto 2020

Come accennato in precedenza, non tutti potranno beneficiare della misura in questione, in quanto per accedervi, bisogna soddisfare particolari requisiti. Il bando relativo al bonus affitto 2020 sarà interamente gestito dalle Regioni o dai vari Comuni, e proprio in questi bandi sono riportati tutti i requisiti necessari. Tuttavia, in linea generale questi sono:

  • essere cittadini italiani, comunitari o extracomunitari con permesso di soggiorno;
  • risiedere nel Comune dove viene presentata la domanda;
  • aver registrato il proprio contratto di affitto presso l’Agenzia delle Entrate e non averlo sottoscritto tra familiari;
  • non essere assegnatari di abitazioni appartenenti all’edilizia residenziale pubblica o comunale;
  • i componenti del nucleo familiare non devono essere proprietari usufruttari, uso o abitazione di immobili situati nella stessa provincia;
  • il nucleo familiare che accede al bonus affitto, non deve aver ottenuto nel corso dell’anno altri aiuti o contributi affitto;
  • l’ammontare dell’Isee varia a seconda della Regione o Comune, ed è dunque consultabile sul bando stesso.

Ricordiamo che l’ammontare del bonus affitto 2020 è variabile e riportato nei vari bandi. Tuttavia, in linea generale può arrivare anche a 2 mila euro per nucleo familiare.

Come funziona il Bonus affitto 2020

Le modalità di funzionamento, così come la presentazione della domanda di partecipazione, dipende molto da ciò che è inserito nel bando, gestito dalle varie Regioni o Comuni. In linea generale:

  • il bonus sarà erogato direttamente al nucleo familiare dietro la presentazione della domanda di partecipazione;
  • il riconoscimento dell’agevolazione sarà tramite apposite graduatorie comunali aggiornate ogni 3 mesi;
  • il bonus affitto 2020 affiancherà altre misure già esistenti per sostenere le spese di affitto delle famiglie meno abbienti.

Per l’invio della domanda di partecipazione, i cittadini devono attendere la pubblicazione del bando relativo la propria Regione. Questo contiene tutte le informazioni utili. Vi suggeriamo di restare sempre aggiornati e chiedere delucidazioni al vostro Comune di residenza, per non perdere la possibilità di accedere ad una misura che per molte famiglie è un reale e concreto aiuto economico.

In Campania il bonus affitto 2020 arriva a 2 mila euro

La scorsa settimana la Regione Campania ha pubblicato il bando bonus affitto 2020, che raggiunge l’importo di 2 mila euro per nucleo familiare. In particolare, possono accedere alla  misura:

  • i cittadini con reddito fino 13.338,26 con un’incidenza del canone d’affitto non inferiore al 14%. A questi spetta un contributo che può arrivare ad un massimo di 2 mila euro;
  • cittadini con un reddito fino i 25.000 euro, con incidenza dell’affitto non inferiore al 25%. Questi possono beneficiare di un contributo fino 1.800 euro.

Nel caso della Regione Campania, la domanda di partecipazione al bonus affitto 2020 deve essere presentata entro le ore 23.59 del giorno 13 marzo 2020, il tutto accedendo al sito della Regione.



CATEGORIES
Share This

Commenti

Wordpress (0)