Come portare a termine il lavoro in meno tempo: qualche consiglio utile

Parte col piede giusto chi ha le idee sufficientemente chiare su quello che deve fare e prende le distanze dalle distrazioni. Ecco dei consigli utili per svolgere il lavoro in meno tempo

Fare bene le cose richiede tempo. Chi studia o lavora sa che è solo dedicando il giusto tempo e la giusta attenzione ai compiti che deve eseguire che è possibile raccogliere qualche risultato. La fretta e l’approssimazione creano – di norma – disguidi e malfunzionamenti, ma attenzione: la qualità di una qualsiasi prestazione non può essere misurata esclusivamente sulla scorta del tempo che passa. Chi ci assicura, infatti, che l’impiegato che resta in ufficio sino a tardi sia più produttivo di quello che esce in orario?


“Work smarter, not harder!”, dicono gli americani, che invitano ad approcciarsi ad una modalità di lavoro che permette di sfruttare al meglio le proprie potenzialità ed il proprio tempo. L’idea di portare a termine il lavoro in meno tempo (senza comprometterne la qualità) non può non allettare; cerchiamo allora di capire come è possibile farlo.

3 consigli per fare bene il proprio lavoro in meno tempo

Chi ha più tempo da dedicare a se stesso è una persona più serena e tendenzialmente più soddisfatta. Se è vero che al lavoro occorre destinare la massima serietà e dedizione, è altrettanto vero che non può rappresentare l’unico impegno da onorare nella nostra vita. Ecco perché abbiamo pensato di dispensarvi qualche utile consiglio a riguardo, partendo dalle indicazioni degli esperti che hanno studiato a fondo la faccenda. Leggeteli con attenzione e cercate di trasferirli nella vostra quotidianità.

Partite con le idee chiare

Rischiate seriamente di girare a vuoto, se non avete ben chiaro in testa quello che dovete fare. Quando ci si dedica ad un progetto, occorre stabilire sin da subito come procedere. E riconoscere cosa è meglio fare prima e cosa è possibile rimandare ad un secondo momento. Potrà sembrarvi banale, ma non lo è, visto che un numero impressionante di professionisti fatica a portare a termine gli incarichi entro le scadenze dettate, per colpa di una disorganizzazione cronica che fa perdere loro un sacco di tempo. Partite con le idee chiare, mettete in risalto le priorità ed il tempo non scorrerà più a vostro sfavore.

Scripta manent (e aiutano a lavorare bene)

E’ sempre meglio tenere una traccia scritta di quello che occorre fare perché – come dicevano i latini – le parole trasmesse oralmente possono disperdersi nel vento, mentre quelle messe per iscritto sono destinate a rimanere. Provate ad appuntare su un foglio di carta (o su un file) le cose che dovete fare per portare a termine il progetto che vi è stato assegnato: descrivete i vari passaggi e precisate chi deve fare cosa. Secondo gli esperti, la lettura di questi promemoria dettagliati crea un senso di responsabilità che spinge le persone coinvolte ad onorare l’impegno preso. E ad ottimizzare i tempi di esecuzione e realizzazione.

Prendete le distanze dalle distrazioni

Mettiamolo subito in chiaro: se volete concludere il lavoro entro un tempo ragionevole, dovete concentrarvi. E porre dei paletti a voi stessi e agli altri. Le interruzioni possono mandare in fumo ore ed ore di dura applicazione ed inficiare il risultato finale della vostra prestazione. Evitate il più possibile le distrazioni (mantenete le distanze di sicurezza dai social e dai telefonini) e chiedete ai vostri colleghi di evitare di bussare continuamente alla vostra porta, se non per faccende urgenti che riguardano esclusivamente il lavoro. Non si tratta di essere antipatici o sgarbati, ma di imporsi il rispetto di alcune regole che vi aiuteranno a stringere un rapporto più sano e produttivo col tempo che passa.

E chi lo ha detto che, per portare a termine il lavoro con successo, bisognerebbe avere più tempo a nostra disposizione? Impariamo a sfruttare al meglio quello che già abbiamo e concentriamoci sul da farsi. Il tempo è gratis, ma è senza prezzo. Non puoi possederlo, ma puoi usarlo. Non puoi conservarlo, ma puoi spenderlo. Una volta che l’hai perso non puoi più averlo indietro”. (Harvey MacKay). Impegniamoci a rispettarlo e a utilizzarlo come merita.



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS