Come diventare vetrinista: corsi ed opportunità

Le vetrine ci accompagnano durante la nostra giornata. Le vediamo mentre andiamo alla fermata del tram, le vediamo quando andiamo a fare la spesa, le ammiriamo sotto le feste, quando diventano tutte più belle.

Ma chi le crea e soprattutto come si fa a dar vita ad una vetrina di un negozio?

Bisogna saper gestire gli spazi, conoscere le tecniche espositive e quelle di illuminazione. Bisogna quindi essere un po’ stilisti, un po’ fotografi, un po’ tecnici, un po’ artisti, elettricisti e scenografi.

Perché la vetrina è oggi più che mai un modo per attirare l’attenzione del possibile cliente, un modo per far avvicinare il cliente alla merce in esposizione cercando di creare curiosità.

Le ricorrenze poi sono un momento davvero speciale come Pasqua, Natale, San Valentino, la festa della mamma, della donna, del papà.

I materiali poi con cui si ha a che fare sono dei più vari. Il kappa line, un cartoncino con una spugna sintetica all’interno, si usa molto nella cartellonistica e per un veloce rivestimento dei fondali delle vetrine: è venduto in vari colori e lo si può acquistare nei negozi che vendono articoli d’arte, dove si trovano anche i cartoncini colorati di varie dimensioni, altrettanto utili per creare il soggetto decorativo della vetrina.

Il lavoro di visual merchandising, ci spiega il Direttore Artistico Didattico dell’Accademia Vetrinistica Italiana Svetlana Fabrikant, si sviluppa in tre momenti strategici e operativi:

1 – classificazione e aggregazione dell’offerta merceologica,

2 – organizzazione razionale dello spazio di vendita (lay-out)

3 – esposizione interessante e attraente dei prodotti (display)

Una professione sempre più richiesta e importante. E’ quella del vetrinista o visual merchandiser, come oggi si preferisce chiamarli. Un lavoro tutt’altro che facile, che richiede sensibilità, gusto e senso pratico. Ecco dove impararlo.

Una volta si chiamavano semplicemente vetrinisti. Oggi invece è meglio chiamarli coordinatori d’immagine aziendale, e se pensate che possa essere un lavoro frivolo entrate in uno dei negozi Benetton, dove esiste un vero e proprio “visual staff” che si occupa solo dell’allestimento e della presentazione dei capi. A queste nuove figure professionali, sempre più richieste, sta dedicando una serie di corsi e master l’Accademia Vetrinistica Italiana.

Vetrinisti e visual merchandiser sono professionisti molto richiesti – spiega Roberto Pivetta, presidente dell’accademia – ma spesso le aziende, soprattutto quelle del settore moda, sono alla ricerca di una figura professionale ancora più completa, in grado di pensare, coordinare e valorizzare l’immagine aziendale. Un professionista che sappia unire conoscenze e competenze tecniche specifiche a creatività e originalità, in grado di muoversi autonomamente nel campo della comunicazione e in particolare nell’utilizzo del punto vendita come nuovo media”.

Una professione, quella vetrinistica, che richiede sensibilità percettiva, gusto e senso pratico, qualità intrinseche soprattutto dell’universo femminile, ma non solo. Ma che, tra l’altro, permette di svolgere il proprio lavoro in piena autonomia. Ideale per una donna che vuole gestire al meglio il proprio tempo.

Cosa prevedono i corsi per vetrinista ed esperto d’immagine del negozio?

Ecco alcune materie dai programmi dei corsi presso l’Accademia Vetrinistica Italiana di Milano:

Lezioni teorico-pratiche:

  • Obiettivi, caratteristiche; tipi di intervento

  • Lay-Out, organizzazione spazio vendita

  • Evoluzione strutture e tipologia di vendita nella piccola, media e grande distribuzione

  • Corner espositivo, isola promozionale

  • Attrezzature

  • Analisi del punto vendita

  • Analisi della vendita a libero servizio

  • Criteri suddivisione merci

  • Gestione parete espositiva

  • Gestione immagine coordinata

ed in particolare per la gestione delle vetrine:

  • Introduzione nella vetrinistica

  • Gli attrezzi del vetrinista

  • Ubicazione e struttura e tipologie di vetrina

  • Composizione: le linee, le forme, i gruppi, la profondità

  • Sostegni e attrezzi per la vetrina

  • Idea guida: allestimento a tema

  • Panoramica sull’esposizione di articoli diversi:

  • Articolo caldo – freddo

  • Accessori

  • Elementi di scenografia

  • Creatività e comunicazione in vetrina

  • La luce e il colore in vetrina

    Inoltre ti consiglio:

    #1 – Se cerchi un nuovo lavoro, usufruisci del Kit Lavorare Sempre  (usa il nostro codice sconto: BLP112) garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

    #2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate in linea con le tue esigenze, fai le tue ricerche e registrati su Euspert Italia.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (1)
  • fabio galvagno 5 anni

    grazie per i suggerimenti